AutomotiveRealtà virtuale

Il nuovo centro di prototipazione automobilistica di SEAT pone la stampa 3D in primo piano

La società automobilistica spagnola SEAT ha trasformato le sue operazioni di prototipazione con il lancio di un centro di sviluppo prototipi (PDC) aggiornato a Martorell. La struttura aggiuntiva PDC, che si estende su 3.000 metri quadrati, unifica le operazioni di pre-produzione della casa automobilistica in un’unica posizione. Al centro delle operazioni della nuova sede c’è un nuovo laboratorio di stampa 3D all’avanguardia.

L’inaugurazione dimostra il crescente impegno di SEAT nella stampa 3D, una tecnologia con cui ha lavorato per oltre un decennio. Oggi, l’azienda ha almeno nove stampanti 3D in funzione, tra cui Multi Jet Fusion, sinterizzazione laser, fabbricazione di filamenti fusi e sistemi di polimerizzazione UV. L’azienda afferma che sta stampando una media di 50 parti al giorno, inclusi prototipi di sviluppo di veicoli, strumenti personalizzati e attrezzature per linee di assemblaggio, loghi personalizzati e altro ancora.

Il sito ospita anche nuove strutture di lavorazione con applicazioni di realtà virtuale e una sala Design for Manufacturing, dove vari reparti SEAT possono collaborare con il team PDC per analizzare e migliorare i prodotti in fase di concept. Incoraggiando questo grado di collaborazione all’interno dell’azienda, SEAT spera di migliorare il time-to-market per i nuovi modelli di auto e di aumentare l’efficienza. Anche la stampa 3D e la realtà virtuale aiuteranno l’azienda a raggiungere questi obiettivi.

“La trasformazione del nostro Centro di sviluppo prototipi ci consente di lavorare con totale efficienza nello sviluppo e nel lancio di nuovi modelli”, ha spiegato Anabel Andión, Responsabile del PDC di SEAT. “Lavoriamo con la realtà virtuale e la stampa 3D da più di tredici anni. Con queste nuove strutture e l’unificazione del PDC, intendiamo investire più che mai nello sviluppo di soluzioni digitali ed elettroniche adatte all’auto di domani”.

Il PDC originale è stato lanciato nel 2007 e ha avuto uno sviluppo altamente produttivo. Nel corso di 13 anni, i reparti di ricerca, sviluppo e produzione di SEAT hanno sfruttato la realtà virtuale e altre tecnologie per creare 13 concept car, tra cui IBE (2010), Cupster (2014) e CUPRA Ateca (2018). Il centro di prototipazione ha anche lavorato su oltre 5.000 modelli di preserie, 2.472 prototipi di prova e 224 modelli tecnici.

Il recente aggiornamento alla SEAT PDC è stato intrapreso come parte di un piano di investimenti da 5 miliardi di euro da parte dell’azienda. Con la struttura aggiornata e il laboratorio di stampa 3D, il PDC si estende ora su oltre 18.000 metri quadrati a Martorell e impiega 250 ingegneri e tecnici specializzati. Concentrandosi maggiormente su tecnologie all’avanguardia come la produzione additiva e la realtà virtuale, SEAT sta avanzando verso il suo obiettivo di gestire una fabbrica intelligente di Industria 4.0.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!