Automotive

La nuova Renault 5 E-Tech EV sarà dotata di accessori 3Dprint@flins

Le parti vengono stampate su richiesta presso lo stabilimento Refactory del Gruppo a Flins

0 Condivisioni

La Renault 5 era un’auto unica, rinomata per il suo design all’avanguardia, la sua versatilità e la parsimonia nei consumi. Ha affrontato le sfide del suo tempo per milioni di famiglie, rispondendo allo shock petrolifero, al cambiamento degli stili di vita e alla necessità di una seconda auto. Portando avanti questa eredità estremamente moderna, Renault 5 E-Tech elettrica è una risposta coraggiosa alle sfide sociali e ambientali del nostro tempo: sobrietà energetica, sostenibilità e ridotta impronta di carbonio. Pertanto, doveva includere l’AM e lo fa con parti personalizzate realizzate presso l’impianto di produzione avanzato Renault Refactory a Flins, vicino a Parigi.

“Alcuni prodotti sono magici. Non hai bisogno di discussioni infinite; tutti sono sempre d’accordo su cosa bisogna fare. E lo fanno e basta. Non c’è inerzia. Quando un’azienda fa rivivere un’auto che ha lasciato ricordi così belli, ci riversa un’enorme quantità di amore. Questo è qualcosa che è sempre promettente per il futuro poiché viene riconosciuto dai clienti. Possono vedere l’amore che c’è dentro l’auto”, ha affermato Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault.

La Renault 5 era un'auto unica, rinomata per il suo design all'avanguardia, la sua versatilità e la parsimonia nei consumi

Sviluppato attraverso metodi di lavoro innovativi, il modello di produzione possiede tutta la magia e il fascino della show car. Sfruttando le capacità di stampa 3D di Refactory per la prototipazione intensiva, è stato sviluppato in soli tre anni, rispetto ai soliti quattro. Ricco di tecnologia elettrica e digitale e interamente prodotto in Francia, ha anche un prezzo competitivo, a partire da circa 25.000 euro.

L’impianto Refactory di Renault produce prototipi per nuovi modelli di veicoli, pezzi di ricambio per macchinari, parti di consumo e accessori per nuovi veicoli. Per questa produzione, il team dispone di strutture di progettazione e stampa, con un parco di 18 macchine che utilizzano tecnologie di fusione del filo fuso e delle polveri sia per metalli che per polimeri. Nel 2022 in questo laboratorio verranno prodotti 11.000 pezzi, ovvero 1,4 milioni di cm3 di materiale stampato.

La Renault 5 era un'auto unica, rinomata per il suo design all'avanguardia, la sua versatilità e la parsimonia nei consumi

“Per sviluppare questa vettura in soli tre anni in Francia, secondo i più alti standard tecnologici, tutte le nostre decisioni dovevano essere dirompenti e la nostra organizzazione quanto più agile possibile. Siamo stati i primi a scommettere su una piattaforma 100% elettrica per una piccola automobile europea, a ottimizzare i costi lungo tutta la catena del valore, a rilocalizzare il nostro ecosistema industriale… Solo un’auto iconica poteva unire i nostri team in questo modo e spostare il ago internamente”, ha continuato il signor de Meo. “Di fronte ai cambiamenti significativi nel nostro settore, questa vettura apre una nuova strada per Renault. È al centro della battaglia per reinventare l’industria europea contro la concorrenza proveniente dall’Est e dall’Ovest. Con questo veicolo dimostriamo che produrre in Europa, in Francia, è davvero possibile!”.

Quando la Renault 5 fu lanciata nel 1972, fece parlare di sé con il suo design originale e moderno. I paraurti in plastica, la carrozzeria dai colori vivaci e i fari le conferivano un aspetto malizioso, quasi umano. Posizionato per riflettere il volto mutevole della società, fu un successo immediato tra gli acquirenti francesi, in particolare donne e giovani, una nuova base di clienti per l’epoca. Era una boccata d’aria fresca, simboleggiava la libertà e la gioia di vivere.

La Renault 5 era un'auto unica, rinomata per il suo design all'avanguardia, la sua versatilità e la parsimonia nei consumi

Allora come si fa a far rivivere un’icona la cui popolarità non è mai venuta meno? Qual è il modo migliore per trasformarlo in un nuovo oggetto del desiderio, non solo per chi ricorda l’avventura della Renault 5 originale, ma anche per le generazioni più giovani con aspettative diverse, in un mondo alle prese con una transizione elettrica e digitale? Quali valori dovrebbero informare questa rinascita? Queste sono solo alcune delle domande che hanno guidato il lavoro del team di progetto, dagli aspetti visivi fino allo sviluppo e al lancio di questa nuova Renault 5 per il 21° secolo.

Il team di progettazione aveva molto con cui giocare. Hanno adottato un approccio profondamente emotivo al loro lavoro, adottando uno stile “retrofuturistico”. Colori vivaci, fari dal look sfacciato, luci posteriori verticali, parafanghi scolpiti, rivestimento del tetto colorato, griglia di ventilazione sul cofano e altro ancora: Renault 5 E-Tech elettrica strizza l’occhio allo stile malizioso del suo predecessore. L’idea era quella di dare una svolta nuova ai dettagli che vivono nella mente delle persone, in linea con il 21° secolo e la transizione elettrica.

La Renault 5 era un'auto unica, rinomata per il suo design all'avanguardia, la sua versatilità e la parsimonia nei consumi

Gli accessori stampati in 3D hanno lo scopo di dare un tocco personale agli interni della Renault 5, con 3 design (numberR5, loveR5, witch 5) disponibili sia per il vano portaoggetti centrale piccolo che grande, in 2 diverse opzioni di colore (blu, grigio). Non è molto in termini di parti finali, ma sono molti articoli stampati se moltiplichi ciascuna parte per il numero di unità Renault 5 che l’azienda può potenzialmente vendere.

“Abbiamo utilizzato pezzi di memoria collettiva che abbiamo tradotto in modo molto contemporaneo per creare la R5 di domani. Non volevamo che la Renault 5 E-Tech Electric sembrasse nostalgica o vintage. Volevamo suscitare emozioni e creare un’auto vibrante, energica e POP”, ha affermato Gilles Vidal, VP Design, Renault & Ampere

La griglia di ventilazione sul cofano dell’auto originale è stata reinventata per stare al passo con i tempi. Oggi è un indicatore di carica a forma dell’iconico numero 5. Quando il conducente si avvicina al veicolo, si accende, illustrando la stretta interazione tra uomo e macchina. Un altro esempio di interfaccia umanizzata è la sequenza di benvenuto dei fari a LED a forma di pupilla, che “ammiccano” al conducente. Assenti dalla Renault 5 originale ma oggi essenziali per un’efficienza ottimale sono le caratteristiche aerodinamiche. Oggi sono presenti ma invisibili, come il vetro aerodinamico posizionato sopra le luci posteriori per ottimizzare il flusso d’aria.

 

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

This new market study from VoxelMatters provides an in-depth analysis and forecast of the three core segmen...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!