Prodotti di consumo

Stampa 3D Luxexcel e smartglasses, una chiara corrispondenza

Intervista esclusiva al CEO di Luxexcel Fabio Esposito

0 Condivisioni

Luxexcel, con sede nei Paesi Bassi, è un pioniere delle lenti stampate in 3D. La tecnologia dell’azienda, sviluppata per la prima volta oltre un decennio fa, si basa su una solida base di esperienza nell’ottica, nei materiali, nei processi e, naturalmente, nella stampa 3D. Oggi, Luxexcel rimane l’unica azienda ad aver sviluppato un processo di stampa 3D per la creazione di lenti da vista. Nonostante si sia ritagliata una propria nicchia nel mercato delle lenti oftalmiche, l’azienda innovativa sta anche creando nuove strade per la sua tecnologia di stampa 3D. Recentemente, l’azienda ha preso una decisione intelligente facendo breccia nel segmento degli smartglasses. Sebbene abbiano affrontato ostacoli in termini di adozione, la stampa 3D di Luxexcel è in una posizione unica per consentire alle aziende tecnologiche di rendere i dispositivi indossabili praticabili per un mercato di consumo più ampio.

Per saperne di più su questa opportunità e chiarire come la tecnologia di Luxexcel si inserisca nella tendenza emergente degli smartglasses, abbiamo incontrato Fabio Esposito, CEO di Luxexcel.

La Luxexcel VisionPlatform

Prima di concentrarci su come Luxexcel abbia il potenziale per dare nuova vita al mercato degli smartglasses, dobbiamo prima guardare alla tecnologia dell’azienda. VisionPlatform™ è la soluzione chiavi in ​​mano di Luxexcel per la stampa 3D di lenti oftalmiche e comprende hardware, software e materiali proprietari.

Intervista a Luxexcel smartglasses
Fabio Esposito, CEO di Luxexcel

“Luxexcel ha sviluppato una tecnologia di stampa 3D unica per produrre lenti e occhiali intelligenti”, afferma Esposito. “La tecnologia, basata su hardware, software, processi e materiali per inchiostri proprietari, fornisce una soluzione completa per la stampa di lenti, l’aggiunta di prescrizioni e l’integrazione di funzionalità intelligenti”.

La stampante 3D stessa è un sistema a getto d’inchiostro in grado di produrre lenti senza la necessità di supporti o post-elaborazione. Come spiega Esposito, le lenti stampate possono essere semplicemente “inserite in una cornice una volta completata la stampa”.

Materiali e software sono gli altri pezzi del puzzle. “Il materiale di consumo proprietario, Luxexcel VisionClear™, è stato formulato per creare oggetti trasparenti, ideali per la produzione di lenti indossate oggi da persone in tutto il mondo”, spiega Esposito. “La nostra soluzione è completata dal software VisionMaster™, che controlla la deposizione del materiale – miliardi di goccioline posizionate con precisione – per formare lenti con o senza prescrizione”.

VisionPlatform™ è già in uso in Europa e negli Stati Uniti. L’azienda, infatti, ha recentemente celebrato una pietra miliare per la sua tecnologia, con i suoi clienti che hanno superato la produzione di 50.000 lenti, destinate ai mercati dell’occhialeria tradizionale e smart e alle industrie high tech.

Smartglasses intelligenti

Nonostante la tecnologia esista da alcuni anni, gli smartglasses finora non sono riusciti a raggiungere davvero l’accettazione dei consumatori. Uno dei motivi principali per cui non vediamo persone in giro indossando occhiali Google o altri obiettivi AR è il design: gli smartglasses esistenti tendono ad essere ingombranti, il che a loro volta li rende fuori moda. Molti hanno sostenuto che sono, per dirla francamente, brutti. Un altro ostacolo che gli sviluppatori di occhiali intelligenti hanno dovuto affrontare è il fatto che una percentuale significativa della popolazione mondiale ha bisogno di lenti da vista. La tecnologia di stampa 3D di Luxexcel può risolvere tutti questi problemi per i produttori di smartglasses.

Esposito spiega: “Le aziende tecnologiche devono portare sul mercato occhiali intelligenti per i consumatori che sembrano occhiali di tutti i giorni. La nostra stampa 3D consente loro di incorporare un dispositivo intelligente direttamente in una lente stampata in 3D. Grazie a questa capacità, gli occhiali sono più sottili, con una riduzione stimata del 50% del peso complessivo rispetto alle lenti tradizionali. Allo stesso tempo, il dispositivo intelligente è anche protetto dal materiale dell’obiettivo, creando una soluzione robusta, resistente alla polvere e impermeabile”.

“Al contrario, la maggior parte dei metodi tradizionali di fabbricazione delle lenti richiederebbe l’incollaggio o altre tecniche di fissaggio. Devono anche funzionare ad alte temperature per fabbricare smartglasses. Tradizionalmente, si dovrebbe iniziare con una lente, che andrebbe quindi modificata per collegare il dispositivo intelligente. In Luxexcel, abbiamo eliminato questa fase di assemblaggio e semplificato l’intero processo di produzione”.

“In definitiva, durante il processo di stampa, la nostra tecnologia consente la perfetta integrazione, o incapsulamento, di dispositivi intelligenti nelle lenti da vista. Dispositivi come guide d’onda, lamine olografiche, display flessibili, filtri attivi, tecnologia a cristalli liquidi, ecc.”, afferma.

Un’opportunità da miliardi di dollari

Il mercato degli occhiali intelligenti ancora in via di sviluppo, che si è evoluto (con qualche balbettio) negli ultimi dieci anni, dovrebbe crescere fino a diventare un’opportunità di oltre 1 miliardo di dollari, con un CAGR del 42,9% dal 2020 al 2030 (Ricerca e mercati). Luxexcel non mira solo a far parte di questo mercato in crescita, ma prevede di svolgere un ruolo fondamentale nella crescita del segmento grazie alla sua soluzione scalabile per la stampa di lenti graduate intelligenti.

“Nel nostro percorso verso gli occhiali intelligenti, abbiamo identificato tre pilastri principali: la capacità di stampare lenti da vista commercialmente valide, la capacità di produrle su larga scala e, infine, la capacità di incorporare dispositivi intelligenti in tali lenti”.

Secondo il dirigente Luxexcel, l’azienda ha già raggiunto i primi due pilastri. Luxexcel ha ottenuto l’accettazione della qualità per le sue lenti stampate e l’accettazione generale del mercato per le lenti personalizzate. Dal raggiungimento di questo primo obiettivo (sotto forma di certificazioni ISO, ANSI e FDA), l’azienda ha lavorato con i propri clienti e internamente per ottenere la produzione in serie. Come abbiamo visto lo scorso dicembre, la scala di produzione della VisionPlatform è stata dimostrata quando Luxexcel ha raggiunto la produzione di oltre 50.000 lenti commerciali.

L’obiettivo oggi è quindi quello di soddisfare il terzo pilastro: integrare perfettamente i dispositivi intelligenti nelle sue lenti da vista stampate in 3D. Per come la vede Esposito, la capacità di offrire occhiali intelligenti con prescrizione è fondamentale per il successo della tecnologia.

“Si stima che il 70% della popolazione adulta abbia bisogno di una correzione della vista per vedere al meglio”, afferma. “Entro il 2030, si stima che 8/10 avrà bisogno di un qualche tipo di correzione della vista. In breve, molte delle persone che vogliono usare gli smartglasses avranno bisogno di lenti da vista. La correzione intelligente e visiva era quindi un must per Luxexcel per consentire la produzione di smartglasses. Come si può notare, c’è una convergenza tra salute e tecnologia. In Luxexcel siamo in una posizione unica per consentirlo. Possiamo stampare lenti graduate personalizzate integrando dispositivi intelligenti”.

Partnership con WaveOptics

Luxexcel sta già compiendo passi tangibili nel mercato degli occhiali intelligenti. Più di recente, ha rivelato una collaborazione con WaveOptics, un designer e produttore di guide d’onda e motori di luce. Insieme, le aziende stanno sviluppando un modulo che integra tutti e tre i componenti necessari per gli smartglasses di realtà aumentata (AR): la lente graduata stampata in 3D, la guida d’onda e il proiettore.

Le lenti AR saranno fabbricate utilizzando la tecnologia a getto di Luxexcel e incorporeranno direttamente la guida d’onda nella loro struttura curva e trasparente. L’obiettivo stampato in 3D funzionerà anche come supporto per il proiettore e, secondo quanto riferito, può garantire un allineamento perfetto in un modulo ottico. Infine, le prescrizioni possono essere stampate sulla lente e possono essere adattate alle esigenze di chi le indossa. Secondo Esposito, il modulo smartglasses sarà svelato il 18 marzo 2021. I campioni dei prototipi saranno disponibili nella seconda metà del 2021.

“Stiamo lavorando a dei progetti insieme a grandi aziende per sviluppare la prossima generazione di occhiali intelligenti. Quindi rimanete sintonizzati per ulteriori informazioni”, conclude Esposito.

0 Condivisioni
Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!