Automotive

Lotus 62 2, una supercar vintage con 500 parti stampate in 3D

Radford si è rivolto a Stratasys Direct Manufacturing per il supporto alla produzione

0 Condivisioni

Radford, una casa automobilistica britannica recentemente riavviata dall’ex campione del mondo di F1 Jenson Button, ha appena presentato la sua prima auto in edizione limitata, la Lotus Type 62 2 (o Radford Type 62 2). È una versione reimmaginata della Lotus Type 62 del 1969 e saranno costruite solo 62 Radford/Lotus Type 62 2, ciascuna secondo le specifiche personalizzate dei singoli acquirenti dell’auto. Per supportare e semplificare tali numeri di produzione a basso volume, Radford si è rivolto a Stratasys Direct Manufacturing, per oltre 500 parti da stampare in 3D per ogni auto.

Oltre a fornire ispirazione per il design, Lotus aiuterà anche Radford a costruire il Progetto 62. Ognuna delle auto sarà anche personalizzata secondo i gusti del proprietario – e l’azienda afferma che offre così tanto spazio per la personalizzazione, che ogni auto sarà unica.

Il tipo 62-2 si concentra molto sul risparmio di peso. La leggerezza viene aggiunta principalmente attraverso un telaio in alluminio e un corpo in fibra di carbonio, una combinazione che secondo Radford lascia il peso a secco dell’auto sotto il loro obiettivo di 2.204 libbre.

Il design senza compromessi condivide tutti i tratti distintivi drammatici dell’originale Type 62, inclusi alcuni elementi unici di un’auto da corsa vintage dell’epoca. Tutte le Lotus Type 62 2 sono dotate di un V-6 sovralimentato da 3,5 litri, tuttavia, la potenza di quel motore sarà determinata dal livello di allestimento scelto dall’acquirente. La veste Classic vanta 430 cavalli, ma l’allestimento Gold Leaf (di cui ne verranno realizzati solo 12) apporta miglioramenti interni che portano la potenza fino a 500 CV. Un’edizione JPS menzionata nella scheda tecnica aggiorna il compressore, portando l’auto fino a 600 cavalli.

Radford ha affermato che il partner Jenson Button, il campione del mondo di Formula 1 2009, ha partecipato direttamente alla costruzione delle dinamiche di guida della vettura. Il collega Mark Stubbs ha progettato l’auto stessa. Entrambi, insieme al personaggio televisivo Ant Anstead e all’uomo d’affari Roger Behle, sono co-fondatori dell’incarnazione moderna del leggendario carrozziere.

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!