Edilizia & ArchitetturaTendenze

I risultati di COBOD per l’anno fiscale 2020 mostrano una crescita e una redditività del 100%

I ricavi dovrebbero più che raddoppiare nuovamente nel 2021

0 Condivisioni

La società danese COBOD, che produce stampanti 3D di grandi dimensioni per la stampa robotizzata di edifici e torri di turbine eoliche in calcestruzzo, ha presentato i conti finanziari per il 2020, i quali hanno generato profitti per 9,3 milioni di DKK ( circa 125.000 €), redditizi per il secondo anno consecutivo dopo essere cresciuti quasi del 100% (da 4,9 milioni di DKK, circa 65.000 €).

I conti possono essere visti qui. Questo è un enorme risultato per la stampa 3D da costruzione, che mostra che un’attività redditizia, soprattutto considerando che la società registra una crescita ancora maggiore nel 2021 (quando ha intrapreso progetti ancora più grandi), nonostante il Covid, e promette di raddoppiare i ricavi anche quest’anno. È reso ancora più significativo dal fatto che i dati finanziari sono stati rilasciati pubblicamente, ad oggi una rarità nel giovane settore AM. I conti mostrano anche che l’assunzione di ordini della società per i primi mesi del 2021 ha superato l’assunzione di ordini totale per l’intero anno scorso.

Nel 2017, il COBOD danese ha stampato in 3D il primo edificio stampato in 3D in Europa, The BOD a Nordhavn ,Copenaghen. Da allora, l’azienda è emersa tra i leader a livello mondiale nel settore della stampa 3D per l’edilizia. Le stampanti 3D di COBOD hanno registrato una serie di record tra cui la prima torre di turbina eolica in cemento stampata in 3D al mondo insieme a GE Renewables, nonché i primi edifici a due e tre piani AM in Europa, il primo edificio AM a due piani in India e stampato in 3D edifici in Africa. Gli edifici stampati in 3D realizzati dalle stampanti COBOD hanno guadagnato una considerevole attenzione globale e i video dei primi edifici a due e tre piani stampati in 3D in Europa sono stati quindi visti ½ milione e 1,6 milioni di volte su Youtube.

Henrik Lund-Nielsen, fondatore e direttore generale di COBOD, ha confermato che l’assunzione di ordini è stata ancora maggiore nel periodo successivo al nuovo anno nonostante la pandemia di COVID-19: “A poco più di 3 mesi dall’inizio del nuovo anno, abbiamo effettivamente ricevuto il 200% della quantità di ordini per le stampanti ricevute durante tutto il 2020, quindi siamo sicuri che continueremo la nostra crescita significativa fino al 2021, quando almeno raddoppieremo di nuovo. Il buon risultato è dovuto anche ai nostri grandi clienti globali che nel 2021 continueranno a svolgere un ruolo chiave nella nostra crescita, insieme alle aziende più piccole e più intraprendenti che vogliono far parte del futuro. A causa dell’elevata crescita, abbiamo dovuto aumentare la nostra forza lavoro a più di 40 dipendenti e alla fine di quest’anno, prevediamo di arrivare intorno ai 60”.

COBOD conta come clienti alcune delle più grandi aziende del mondo, tra cui l’americana GE, la francese LafargeHolcim, il più grande produttore mondiale di cemento e calcestruzzo, L&T Construction, importante gruppo di appaltatori dell’India con 135.000 dipendenti, e PERI Group, un fornitore tedesco leader a livello mondiale di attrezzature per casseforme e ponteggi per l’edilizia.

Nel 2018, COBOD è riuscita a ottenere PERI come azionista di minoranza, e PERI ha espresso la soddisfazione simile per il risultato 2020 di COBOD tramite il Dr. Fabian Meyer-Brötz, Head of Robot 3D Construction Printing presso PERI Group che ha dichiarato: “Quando nel 2018 abbiamo deciso di investire in un produttore di stampanti 3D per l’edilizia, lo abbiamo fatto perché credevamo che la stampa 3D robotizzata automatizzata degli edifici sarebbe diventata una parte importante del futuro dell’edilizia. È stato anche fondamentale per noi trovare l’azienda che avesse la migliore tecnologia e il personale di maggior talento. La crescita, i risultati finanziari e le prestazioni di COBOD da allora hanno dimostrato che le nostre ipotesi erano corrette e che guardavamo bene rispetto a COBOD come azienda leader nella stampa 3D per l’edilizia a livello globale”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!