Prodotti di consumo

Come Imaginarium ha utilizzato la stampa 3D per creare un anello di diamanti da Guinness dei primati

0 Condivisioni

Imaginarium, un grande fornitore di servizi di stampa 3D in India, ha supportato Kotti Srikanth nella sua ricerca per ottenere un Guinness World Record per il maggior numero di diamanti incastonati in un anello. Kotti Srikanth, proprietario del Diamond Store di Chandubhai, un’unità di Hallmark Jewelers, a Hyderabad, ha deciso di battere il record con un anello chiamato The Divine – 7801 Brahma Vajra Kamalam.

Il processo per progettare The Divine – 7801 Brahma Vajra Kamalam è iniziato nel settembre 2018 e il team ha eseguito più iterazioni prima di decidere la forma di un fiore (i fiori sono tradizionalmente usati come offerta agli dei e sono considerati di buon auspicio). Il team di progettazione ha scelto il fiore di camelia himalayana che ha fornito il perfetto equilibrio tra forme tradizionali e contemporanee.

Guinness world record anello di diamanti
A sinistra: il fiore della camelia himalayana A destra: il divino – 7801 Brahma Vajra Kamalam

Produzione di un anello di diamanti da record mondiale da Guinness

Una volta formalizzato il design, il team di progettazione del Diamond Store ha utilizzato la progettazione assistita da computer (CAD) per capire di quanti diamanti avrebbero avuto bisogno per creare l’anello che avevano in mente. Si sono messi in contatto con il team di progettazione e produzione di gioielli di Imaginarium per lanciare l’anello. L’anello era diviso in sette diverse sezioni, l’anello e sei petali, che sarebbero stati tenuti insieme da una vite dello stigma. L’anello è stato inizialmente stampato in 3D in resina calcinabile diretta utilizzando il sistema Rapidshape e successivamente fuso in oro.

Una volta finito l’anello, Srikanth lo ha inviato a Imaginarium per accertare e certificare il numero di diamanti incastonati nell’anello e per verificare il taglio, la purezza e il peso di ogni diamante. Gli specialisti hanno smontato l’anello e hanno contato i diamanti su entrambi i lati di ogni petalo utilizzando attrezzature specializzate.

Verifica del record

L’anello è stato inviato al Guinness World Records per la verifica e il record per la “maggior parte dei diamanti incastonati in un anello” è stato assegnato il 9 agosto 2020. La verifica del record ha richiesto del tempo poiché il Guinness World Records richiede che ogni diamante sia privo di conflitti e naturale, e tutte le prove per i diamanti e l’anello furono presentate come richiesto.

“Imaginarium è stata in grado di produrre i petali e l’anello nella forma che immaginavamo utilizzando materiali di alta qualità”, ha affermato Kotti Srikanth. “Abbiamo ricevuto i pezzi fusi molto rapidamente e Imaginarium ci ha persino aiutato a determinare il numero di diamanti dopo averli inseriti nell’anello. È stato un piacere lavorare con Imaginarium e non vediamo l’ora di lavorare di nuovo con loro”.

Aggiornamento: un nuovo record per la maggior parte dei diamanti in un anello è stato stabilito nel novembre 2020 da Renani Jewels con sede a Meerut con 12.638 diamanti. Ma questo record fa ancora luce sulla stampa 3D.

0 Condivisioni
Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!