Apre il flagship store di Eumakers a Bari

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

I molti di mesi di preparazione e lavoro si vedono chiaramente nel nuovo negozio che Eumakers, produttore leader di filamenti e service di stampa 3D per svariate tipologie di applicationi, ha inaugurato appena prima delle feste divine anno in centro a Bar

I molti di mesi di preparazione e lavoro si vedono chiaramente nel nuovo negozio che Eumakers, produttore leader di filamenti e service di stampa 3D per svariate tipologie di applicationi, ha inaugurato appena prima delle feste divine anno in centro a Bari.

Oltre allo stile minimal, elegante e accogliente che caratterizza tutte le attività del brand nel mondo della stampa 3D, il nuovo flagship store è un vero e proprio contenitore di tutto ciò che la stampa 3D può offrire oggi a livello prosumer e consumer.

All’interno sono infatti presenti postazioni per la scansione 3D, stampanti 3D a colori, laboratori e una vera e propria farm con una dozzina di stampanti 3D Ultimaker accessibili al pubblico. Oltre ai filamenti in PLA in oltre 80 colori e ai materiali tecnici, Eumakers infatti distribuisce le stampanti 3D dei brand BQ, Ultimaker, WASP e Beethefirst.

L’azienda offre attraverso il negozio anche i numerosi servizi già disponibili attraverso i suoi siti Web: prototypize per i servizi di prototipazione rapida , iMini per la stampa 3D di mini-statuine personalizzate a colori create attraverso la scansione 3D professionale, the3photo per i bassorilievi in 3D delle fotografie (foto fisiche) ed infine 123doodle per ricreare in 3D e a colori i disegni dei bambini (o anche quelli degli adulti).

Con la presenza di aziende leader come Eumakers e il produttore di stampanti 3D industriali Roboze, l’area di Bari si sta delineando come uno dei punti di riferimento in Italia e non solo per la stampa 3D e per dimostrare come le stampanti 3D possono arrivare a raggiungere qualsiasi settore industriale e non.

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Le parti antibatteriche stampate in 3D potrebbero ridurre la diffusione di infezioni negli ospedali

Negli ospedali c’è sempre il rischio di diffusione batterica tra i pazienti. Alcuni ceppi di …