Arte & DesignItaliaProdotti di consumo

Alcuni grandi esempi di mobili stampati in 3D visti alla Milano Design Week

Poiché la stampa 3D è diventata onnipresente nel design, abbiamo cercato i prodotti più innovativi

0 Condivisioni

La Milano Design Week si svolge durante il Salone del Mobile, la più grande fiera del mobile al mondo. È diventato un luogo in cui vedere alcuni degli ultimi progressi nella progettazione del prodotto e la stampa 3D è stata introdotta come processo di sviluppo e produzione per qualche tempo. Dal 2014, infatti, il team di 3dpbm organizza eventi incentrati sulla stampa 3D durante la Milano Design Week. Ormai l’utilizzo della tecnologia di stampa 3D è diventato quasi onnipresente, tanto che alcuni prodotti stampati in 3D non si presentano più come tali. Quindi non si tratta più di trovare i prodotti stampati in 3D tra quelli di fabbricazione tradizionale, quanto di trovarne di particolarmente interessanti.

SLOPE di OECHSLER, una sedia stampata in 3D MJF

OECHSLER, leader mondiale nell’espansione dell’uso di AM in nuovi segmenti, ha partecipato alla Milano Design Week dimostrando i suoi esclusivi mobili stampati in 3D tramite MJF. Dopo averla provata personalmente, posso dire che è stata la poltrona lounge più comoda su cui mi sia mai seduto. Andreas Knöchel, Head of Program Management – ​​Additive Manufacturing Lattice presso OECHSLER AG, ha affermato che “partecipare a una fiera ed evento del mobile che copre l’intero centro di Milano mostrando l’ammortizzazione per mobili stampata in 3D come l’unica tra 763 sedi e partecipanti è stata sicuramente una esperienza nuova ma fantastica”. Ha aggiunto che “incontrare designer e marchi per discussioni approfondite su mobili che non avevano mai visto prima, ma che si sono emozionati dal momento in cui hanno varcato la soglia, è stata la parte migliore”.

L’approccio innovativo di OECHSLER alla produzione di mobili stampati in 3D per sedili sfrutta l’esperienza precedente e continua dell’azienda con i sedili per auto. In tal modo introduce nuove opportunità in termini di ammortizzazione, libertà di design, funzionalità ibride in una stampa e alta sostenibilità grazie al facile riciclaggio delle singole parti. Attraverso il processo di produzione additiva MJF, l’azienda può utilizzare i materiali nel modo giusto per creare il perfetto equilibrio tra flessibilità e comfort.

Il comfort di ogni seduta dei mobili stampati in 3D dipende da due fattori principali: il design e l’ammortizzazione. Infinite combinazioni di diverse dimensioni, spessori e forme del reticolo consentono qualsiasi grado di ammortizzazione. Allo stesso tempo, ogni zona della sedia può essere progettata individualmente. Può essere modellato in quasi tutti i modi immaginabili. Con l’aiuto della produzione additiva, tessuti, molle e strati di schiuma possono essere eliminati senza perdere il comfort. Per stabilizzare parti della seduta, le stampe rigide fungono da sostituzione dei rack. Il prodotto additivo può anche fungere da base per ulteriori elaborazioni. Ad esempio, aggiungendo altri componenti stampati, rack o tessuti, il suo aspetto può essere facilmente modificato, offrendo una varietà completamente nuova di prospettive di progettazione. Non c’è praticamente alcun limite quando si tratta del design.

Il modello SLOPE è dotato di una rastrelliera in metallo con imbottiture del sedile stampate in 3D, cuscini a traliccio stampati in 3D, coperture tessili multistrato facilmente sostituibili e connettori stampati in 3D. Questo lo rende ergonomico con un’ammortizzazione estremamente confortevole e un piacevole effetto amaca. Le caratteristiche tecnologiche sono impressionanti. Stampando in 3D parti rigide e morbide come un’unica struttura, OECHSLER ha creato una sedia leggera con un’ammortizzazione sia ergonomica che confortevole. Il rivestimento in tessuto opzionale può essere semplicemente aggiunto sopra. In termini di sostenibilità, tutti i componenti possono essere smontati e smaltiti separatamente per essere riciclati. Inoltre, la sedia è molto facile da smontare e trasportare, grazie alla sua leggerezza.

Collezione ELLI Zero

Un altro prodotto d’arredo stampato in 3D molto interessante visto durante la Milano Design Week (che mi ha fatto davvero pensare a quanto sarebbe bello possederlo) è il tavolo presentato insieme alla collezione ZERO dallo studio Elli Design. Stampato in LFAM 3D da Caracol AM, questo tavolo da ufficio unico in mostra durante la Milano Design Week si basa su un bellissimo design che implementa la geometria del rapporto aureo. È anche funzionale, poiché le parti inferiori vuote stampate in 3D possono essere utilizzate per riporre oggetti.

In generale, la Collezione ZERO del designer Alessio Elli punta all’elevata sostenibilità utilizzando materiale riciclato e un sistema modulare che non necessita di montaggio o colla. Le forme semplici della collezione si presentano in risposta alla complessità sociale ed emotiva del periodo che stiamo vivendo, forme semplici che danno l’opportunità di comprendere appieno i valori e le problematiche produttive e ambientali che sono l’anima di ZERO: il valore di un oggetto oggi non è più rappresentato dalla sola qualità dei materiali utilizzati, ma soprattutto dal minor impatto ambientale che si può ottenere per produrlo e durante tutto il suo ciclo di vita.

Gli elementi di arredo ZERO stampati in 3D, inclusi tavoli e sedute che fungono anche da contenitori (ROUND, ELLIPSE e DONUT), sono stampati in 3D utilizzando solo due materiali (PLA e PP riciclato al 100% rinforzato con polvere di vetro), che ne facilita la sostituzione, il recupero, e riciclo a fine vita secondo i principi dell’economia circolare. Per le superfici vengono utilizzati legno naturale e FENIX NTM (un materiale a emissioni zero).

Il suono STAR dell’innovazione

Nei primi due prodotti, abbiamo visto applicazioni innovative della stampa 3D di polimeri nei mobili, sia tramite PBF ad alta velocità (MultiJet Fusion di HP) che tramite LFAM (produzione additiva robotica di grande formato di Caracol AM). Questo prossimo prodotto di arredamento stampato in 3D, d’altra parte, è un’applicazione molto interessante del binder jetting in cemento: un gigantesco amplificatore per iPhone naturale a forma di trombone, lo STHAR Sousa-Phone.

È ancora più interessante in quanto lo studio di design dietro di esso, lo studiooberhauser con sede a Bolzano, utilizza la tecnologia di binder jetting in cemento di un’azienda altoatesina (l’Alto Adige è una regione del Nord Italia conosciuta anche come Trentino Alto Adige) chiamata Progress 3D Innovation, che è stata precedentemente non presente sul nostro radar (cosa che accade molto molto raramente). Lo STHAR Sousa-Phone sfrutta l’AM di cemento rinforzato con vetro riciclato, combinato con un’avanzata ingegneria del suono, per presentare il primo amplificatore per smartphone analogico in cemento, che è anche il più grande amplificatore per smartphone non elettrico, con un elegante effetto Voronoi alla base.

Oltre all’amplificatore, studiooberhauser è dietro molti altri prodotti per mobili a binder jetting in cemento, come la CHAIR N°ONE, la prima serie di sedie di design stampate in 3D nel cemento mediante attivazione selettiva del cemento. In questo caso, il linguaggio del design organico viene utilizzato per rendere le sedie pezzi unici di mobili scultorei, incarnando uno stile di vita dinamico e orientato al futuro. Stampate con la tecnologia di stampa del letto di polvere di cemento ad altissima risoluzione, le sedie sono leggere e resistenti, il che le rende mobili da tramandare di generazione in generazione.

Le sedie sono stampate in un unico pezzo, utilizzando vetro riciclato sostenibile come materiale di base, le sedie incarnano uno dei modi a prova di futuro per creare e rimodellare gli oggetti con cui interagiamo quotidianamente. Fornendo stabilità strutturale e una superficie continua e liscia, i composti da stampa cementizi possono essere scelti in base all’uso interno o esterno della CHAIR N° UNO, rendendo la sedia un mobile di design artistico universalmente utilizzabile.

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!