XJet presenta la prima tecnologia di 3D printing per nanoparticelle in ceramica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

XJet, la compagnia che ha fatto da precursore nella tecnologia del NanoParticle Jetting, presenta una rivoluzionaria tecnologia a getto di ceramica 

XJet Ltd, una compagnia di manifattura additiva pionieristica per quanto riguarda la tecnologia del NanoParticle Jetting, ha annunciato l’integrazione del 3D printing a getto di ceramica alla sua serie di capacità di produzione additiva. Le parti in ceramica stampate in 3D saranno esposte per la prima volta al  formnext di Francoforte, in Germania, il 15 novembre.

xjet-ceramic11La tecnologia del NanoParticle Jetting (NPJ) è stata presentata al RAPID di Orlando, in Florida, nel maggio 2016. La sua introduzione ha fatto sì che molti del settore considerassero la tecnologia quale un “segnale di svolta”, con i suoi livelli di dettagli senza precedenti, finitura e precisione superficiali, in grado di produrre parti di elevata qualità per qualunque geometria.

“Dopo tanti anni di ricerca, siamo lieti aver raggiunto questa pietra miliare dello sviluppo, producendo un altro materiale di alta qualità tramite il  NanoParticle Jetting (NPJ),” ha detto Hanan Gothait, CEO e fondatore di XJet.  “L’NPJ è una tecnologia davvero dirompente dal momento che offre un livello totalmente nuovo di rifinitura dei dettagli, di proprietà del materiale e anche per quanto riguarda la semplice operazione di pulizia, senza dover progettare o rimuovere strutture di supporto complesse.

“L’espansione della tecnologia di NanoParticle Jetting al fine di includere le ceramiche, consentirà a XJet di dedicarsi ad una gamma di applicazioni ancora più ampia, come quelle che riguardano settori quali quello dentistico, medico e applicazioni industriali specifiche.” ha aggiunto Dror Danai, Chief Business Officer di XJet. “Durante il formnext dimostreremo il modo in cui la tecnologia a getto e il suo ampio vassoio incentiveranno ulteriormente le industrie a considerare la produzione additiva della ceramica quale opzione sia per parti personalizzate, che per la produzione di piccole parti su scala relativamente ampia.”

xjet-ceramic88Il getto di “inchiostro” di ceramica

La tecnologia di NanoParticle Jetting produce uno strato ultra-sottile di goccioline contenenti nanoparticelle di ceramica. Queste vengono depositate sul vassoio integrato del sistema, producendo parti in ceramica con la facilità e la versatilità della stampa a getto di inchiostro.

Fornite come cartucce sigillate, le dispersioni liquide sono caricate nel sistema XJet con facilità, eliminando la necessità di maneggiare polveri nocive. All’interno dell’involucro strutturale del sistema, temperature estremamente elevate fanno sì che il liquido rivesta le nanoparticelle in ceramica al fine di evitarne l’evaporazione. Ciò comporta le medesime proprietà meccaniche delle parti realizzate in maniera tradizionale. Per giunta, la parte in ceramica subisce un semplice processo di sinterizzazione, con un’agevole rimozione dei supporti e quasi nessun intervento manuale.

Una tecnologia senza eguali: dettagli, dispersione e libertà di progettazione

La tecnologia di 3D jetting di XJet soddisfa molti requisiti che finora la Produzione Additiva ha lottato per raggiungere e questi possono essere riassunti in 3 “dimensioni”:

  1. Dettagli – Le dimensioni delle particelle e gli strati ultra-sottili consentono un nuovo livello di piccoli dettagli e pareti sottili da stampare.
  2. Dispersione – Le testine di stampa del sistema XJet depositano uno strato ultra-sottile di goccioline di liquido che contiene nano-particelle di ceramica. Questo “inchiostro” viene fornito in cartucce sigillate, ottenendo così un nuovo livello di sicurezza e semplicità.
  3. Libertà di progettazione – I materiali di supporto, diversi dai materiali da modello, non richiedono alcuna pre-progettazione e possono essere in seguito rimossi con facilità. Ciò consente la possibilità di progettare e stampare quasi qualsiasi geometria.

La tecnologia sarà esposta al formnext, il 15 novembre, allo Stand #J30.

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

Gli ultrasuoni incrementano la resistenza delle parti metalliche stampate in 3D

I team di ricerca e le aziende di tutto il mondo stanno studiando i modi …