Biostampa

United Therapeutics presenta avanzati scaffold polmonari umani stampati in 3D

Nell'ambito di un aggiornamento sulla collaborazione con 3D Systems, alla conferenza LIFE ITSELF a San Diego

0 Condivisioni

United Therapeutics Corporation, una società di pubblica utilità che lavora in collaborazione con 3D Systems Corporation ha prodotto l’oggetto stampato in 3D più complesso del mondo, un’impalcatura polmonare umana, e lo ha dimostrato alla conferenza LIFE ITSELF a San Diego. L’evento è stato organizzato e ospitato dal Dr. Sanjay Gupta e Marc Hodosh ed è stato sponsorizzato da CNN, United Therapeutics e altri importanti leader aziendali nel settore sanitario.

La dott.ssa Martine Rothblatt, presidente e amministratore delegato di United Therapeutics e Chuck Hull, co-fondatore, vicepresidente esecutivo e Chief Technology Officer di 3D Systems per la medicina rigenerativa, hanno spiegato ai partecipanti alla conferenza durante una presentazione intitolata “Qual è il futuro del trapianto di organi?” che questi progetti di scaffold polmonari umani stampati in 3D consistevano in un record di 44 trilioni di voxel che tracciano 4.000 chilometri di capillari polmonari e 200 milioni di alveoli.

Gli scienziati della United Therapeutics hanno in programma di cellularizzare questi scaffold polmonari umani stampati in 3D con le cellule staminali di un paziente per creare polmoni umani tollerabili e trapiantabili che non dovrebbero richiedere l’immunosoppressione per prevenire il rigetto. Quest’ultimo risultato rappresenta l’ultima pietra miliare di un progetto di ricerca in corso che è stato reso pubblico per la prima volta nel 2018.

“La scorsa settimana è stato emozionante mostrare al pubblico il nostro scaffold polmonare umano stampato in 3D, ma siamo entusiasti di condividere che i nostri scaffold polmonari stampati in 3D stanno ora dimostrando lo scambio di gas in modelli animali. Stampiamo regolarmente impalcature polmonari con la stessa precisione di guida attraverso gli Stati Uniti e non deviando da un percorso più della larghezza di un capello umano”, ha affermato il dottor Rothblatt. “Con il continuo duro lavoro di scienziati e ingegneri dedicati presso United Therapeutics e 3D Systems, speriamo di avere questi polmoni personalizzati e fabbricati autorizzati per la sperimentazione umana in meno di cinque anni”.

United Therapeutics Corporation ha prodotto l'oggetto stampato in 3D più complesso del mondo, un'impalcatura polmonare umana

Il Dr. Rothblatt ha proseguito: “Il nostro obiettivo è creare una scorta illimitata di polmoni trapiantabili in futuro. Ancora oggi, stiamo utilizzando un processo chiamato perfusione polmonare ex-vivo per aggiungere alla fornitura di polmoni trapiantabili estendendo di diverse ore il periodo di valutazione e vitalità per i polmoni di donatori umani, con il risultato che fino ad oggi sono state estese oltre 230 vite”.

Secondo la US Health Resources and Services Administration, 2.524 pazienti negli Stati Uniti hanno ricevuto un trapianto di polmone nel 2021 e ci sono 1.075 pazienti nella lista d’attesa per il trapianto di polmone negli Stati Uniti al 3 giugno 2022. Più di 150.000 americani muoiono di malattie polmonari ogni anno.

“La rivelazione a LIFE ITSELF rappresenta il culmine dei nostri sforzi con United Therapeutics che include non solo i polmoni stampati in 3D, ma due organi aggiuntivi in ​​fase di sviluppo, reni e fegati”, ha affermato Hull. “Questi progetti di polmoni possono essere stampati in appena tre settimane utilizzando la nostra più recente tecnologia avanzata di biostampa a base di fotopolimeri che chiamiamo Print to Perfusion”. Gli scaffold polmonari umani stampati in 3D sono solo il primo respiro verso il futuro degli organi stampati in 3D.

0 Condivisioni
Tags
Research 2022
Polymer AM Market Opportunities and Trends

741 unique polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated $4.6 bi...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!