Biostampa

CollPlant e United Therapeutics lavoreranno sulla biostampa 3D di reni umani

CollPlant Biotechnologies e United Therapeutics Corporation stanno espandendo la loro collaborazione in corso con l’esercizio da parte di United Therapeutics della sua opzione di coprire un secondo organo salvavita: i reni umani. United Therapeutics ha pagato a CollPlant 3 milioni di dollari per l’esercizio dell’opzione.

L’accordo di collaborazione combina il collagene umano ricombinante proprietario di CollPlant (rhCollagen) e la tecnologia BioInk con la medicina rigenerativa e le capacità di produzione di organi di United Therapeutics.

L’esercizio di opzione concede a United Therapeutics, attraverso la sua consociata interamente controllata per la produzione di organi e per i trapianti, Lung Biotechnology PBC, una licenza esclusiva per la tecnologia di CollPlant per la produzione e l’uso di bioink a base di rhCollagen per bioprinting 3D di reni umani. Questa collaborazione ampliata ha lo scopo di aiutare a ridurre la carenza globale di organi e quindi potenzialmente salvare la vita di milioni di pazienti nelle liste di attesa per i reni.

Bioprinting 3D di reni umani
Impalcatura polmonare stampata in 3D © 2020 United
Therapeutics Corp.

“La carenza di organi è un’esigenza sanitaria globale insoddisfatta e collaborando con United Therapeutics negli ultimi due anni, abbiamo compiuto progressi significativi con questa fondamentale iniziativa di produzione di organi”, ha affermato Yehiel Tal, Amministratore delegato di CollPlant. “United Therapeutics sta aprendo la strada al settore emergente della produzione di organi e siamo onorati di far parte di questo impegno attraverso questa partnership. Questo esercizio di opzione dimostra un’altra importante convalida della nostra tecnologia della piattaforma rhCollagen, che funge da elemento costitutivo ottimale per la medicina rigenerativa. Restiamo impegnati a esplorare nuove applicazioni innovative nei campi dell’estetica medica e della bioprinting 3D di tessuti e organi”.

“Siamo entusiasti di espandere la nostra collaborazione con la straordinaria tecnologia di CollPlant per trasformare la pianta del tabacco – così associata a malattie devastanti – in una pianta che esprime il collagene che sarà essenziale per la produzione di un numero illimitato di organi trapiantabili”, ha detto Martine Rothblatt, Ph.D., Presidente e Amministratore delegato di United Therapeutics. “Le nostre piante che esprimono il collagene stanno già fiorendo in Texas, dove godiamo di tre stagioni di crescita”.

Lo stesso accordo di collaborazione, firmato nell’ottobre 2018, ha concesso a United Therapeutics una licenza esclusiva per la tecnologia di CollPlant per la produzione e l’uso di BioInk a base di rhCollagen per trapianti di polmone biostampati in 3D. CollPlant produrrà e fornirà BioInk per alcuni anni per soddisfare la domanda del processo di sviluppo e fornirà supporto tecnico a United Therapeutics in quanto stabilisce una struttura negli Stati Uniti per la produzione di rhCollagen e BioInk di CollPlant.

In base ai termini finanziari dell’accordo di collaborazione originale, CollPlant ha ricevuto un pagamento anticipato di 5 milioni di dollari e riceverà pagamenti fino a 15 milioni dollari in base al raggiungimento di determinati traguardi operativi e normativi relativi allo sviluppo di polmoni fabbricati. L’accordo fornisce anche a United Therapeutics un’opzione per estendere la licenza a due organi salvavita aggiuntivi rimanenti con pagamenti per l’esercizio dell’opzione fino a 6 milioni di dollari. Come risultato dell’esercizio dell’opzione per i reni umani, queste opzioni sono state estese per un ulteriore anno fino al 9 novembre 2021. L’accordo prevede anche pagamenti aggiuntivi per la pietra miliare dello sviluppo fino a 15 milioni di dollari se United Therapeutics dovesse scegliere di sviluppare organi fabbricati diversi dai polmoni utilizzando la tecnologia di CollPlant.

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!