AmbienteProdotti di consumo

Paulo Dybala lancia PD10: la prima linea di occhiali a impatto zero grazie alla stampa 3D

Il calciatore argentino ha aderito insieme a King Children all'iniziativa "Zero Rifiuti"

King Children, start-up con sede a Brooklyn, New York, fondata dal giovane imprenditore visionario Sahir Zaveri e da David Lee, ha lanciato PD10, la sua prima collezione di occhiali pensata per rendere completamente sostenibile l’intero sistema produttivo riducendone al massimo l’impatto sull’ambiente. Per la prima volta nel settore, un occhiale viene realizzato per perseguire l’obiettivo “zero rifiuti”, attraverso una piattaforma altamente tecnologica progettata nel 2013 per la produzione su misura di prodotti di largo consumo e considerata la più importante al mondo.

“Zero Waste” è l’iniziativa in cui si è impegnato anche l’attaccante argentino Paulo Dybala dalle cui iniziali e numero di maglia deriva il nome del brand PD10. La produzione additiva on demand ha svolto un ruolo fondamentale nel sistema di produzione industriale in serie legato agli scarti di materiali e merce invenduta da smaltire. Inoltre l’adesione a Impatto Zero di LifeGate, iniziativa che dal 2001 ha salvaguardato 80 milioni di metri quadri di foresta, l’ecosostenibilità dell’intero ciclo di vita dei prodotti è stato stimato per essere compensato grazie alla creazione e tutela delle foreste in Madagascar.

La collaborazione con Paulo Dybala ha reso possibile l’ideazione di occhiali che migliorano le prestazioni sportive, adattandosi perfettamente al viso grazie alla mappatura e la scansione 3D di oltre 10.000 punti del volto, funzioni disponibili sull’app iOS King Children per iPhone X e successivi, che permettono di sviluppare montature perfette che non cadono, non stringono e non scivolano.

 

Sahir Zaveri, CEO e co-fondatore di King Children è un pioniere del movimento “Zero Waste” ed intende rivoluzionare l’intero sistema produttivo: “L’industria della moda, per come è strutturata oggi, produce un’enorme quantità di rifiuti e di scorte che per la maggior parte finiscono invendute. Lo scopo della nostra piattaforma è di sfruttare tecnologia e materiali altamente performanti per offrire un prodotto di altissima qualità esclusivamente nel momento in cui viene richiesto, evitando scarti e sovrapproduzione. La collaborazione con Paulo Dybala è speciale perchè – afferma Zaveri – oltre che sul lavoro tecnico legato alla resa delle prestazioni, è basata su un ideale comune, quello di garantire al mondo un futuro migliore, dove le attività umane, mediante la ricerca, possano coesistere in armonia con gli altri ecosistemi”.

Paulo Dybala è entrato a far al progetto lanciato da King Children e tramite la sua immagine veicola un messaggio per la tutela ambientale a salvaguardia delle prossime generazioni: “Entrare a far parte del mondo di King Children è per me motivo di orgoglio e di gioia. Ho deciso di condividere le sue idee innovative perchè rappresentano pienamente il mio modo di vedere le cose: sostenibilità e tecnologia sono, infatti, le due parole chiave che mi stanno maggiormente a cuore nel progetto. Abbiamo lavorato insieme, ho partecipato all’ideazione, al disegno e alla costruzione del prodotto e questa magnifica esperienza ha migliorato il mio modo di essere legato ad un brand” conclude Dybala, il cui futuro come designer di occhiali appare al momento più sicuro di quello alla Juventus.

 

La collezione principale PD10, disponibile in tre colorazioni, è realizzata in nylon infrangibile di derivazione aerospaziale che permette di raggiungere un peso di soli 25 grammi e all’intera montatura di piegarsi in entrambe le direzioni senza rompersi, con speciali cerniere che consentono una flessibilità avvolgente per un comfort senza precedenti.

Frutto di studi medici e neuroscientifici le lenti esclusive e altamente tecnologiche realizzate in partnership con ZEISS, sono disponibili nella versione Boost Red che aiuta la concentrazione sia fisica che mentale prima di una situazione impegnativa e Refresh Blue per riportare la mente e il corpo a un piacevole stato di benessere nella fase di recupero dopo un’intensa attività fisica. Oltre alla linea in edizione limitata, il brand propone PD10 sunglasses prodotti on-demand, in tre colori e forme differenti.

In questo momento in cui, a causa anche della pandemia di Covid-19, il modello tradizionale di business eyewear sta attraversando un’importante crisi questa rivoluzione nel processo produttivo altamente performante ed ecosostenibile può essere un importante spunto per il futuro di molte aziende del settore.

 

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!