Nuovi materiali Stratasys: ecco il nylon-fibra di carbonio per FDM e l’ultraflessibile per polyjet

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

 

Stratasys, fornitore globale leader di soluzioni di stampa 3D e fabbricazione additiva, ha annunciato oggi l’introduzione di due nuovi esclusivi materiali Stratasys: il Nylon 12CF FDM, un materiale termoplastico caricato con fibra di carbonio tanto robusto da poter sostituire componenti metallici in un’ampia gamma di applicazioni e, per il processo PolyJet, l’Agilus30, una nuova linea di materiali flessibili e resistenti nel tempo, capace di sopportare ripetute sollecitazioni di flessione senza subire rotture o deformazioni. Le stampanti e i materiali Stratasys sono distribuiti in Italia da Energy Group.

Nylon 12CF FDM offre il miglior rapporto rigidità/peso nell’ambito della modellazione a deposizione fusa (FDM) di Stratasys. Il primo materiale composito ad alte prestazioni, capace di sostituire il metallo in diverse applicazioni, è a disposizione della tecnologia FDM di Stratasys: il Nylon 12CF FDM è ideale per una rapida prototipazione, per la produzione di attrezzi robusti e leggeri, come pure di prodotti finiti.

Composto da fibra di carbonio al 35%, il Nylon 12CF è il materiale termoplastico FDM di Stratasys che offre il miglior rapporto rigidità/peso, rispondendo alle esigenze di prestazione funzionale dei settori più diversi, da quello automobilistico a quello aerospaziale, dai beni ricreativi alla manifattura industriale

Il Nylon 12CF FDM riveste particolare interesse per i seguenti utenti e campi di utilizzo:

Ingegneri di progetto che hanno bisogno di produrre rapidamente componenti robusti, leggeri e rigidi per la prototipazione funzionale, in modo da ridurre i tempi di immissione sul mercato.
Ingegneri industriale impegnati nella produzione di attrezzaggi come stampi e strumenti, dove è richiesto l’impiego di materiali ad alta rigidità e robustezza con un grande vantaggio in termini di riduzione del peso rispetto ai componenti in metallo. Designer che producono su scala ridotta componenti con requisiti strutturali specifici che necessitano di un elevato grado di rigidità.
Utah Trikes, cliente beta del Nylon 12CF FDM, sta sfruttando le proprietà del materiale in fase di progettazione e produzione per ridurre in modo significativo i tempi di sviluppo del prodotto.

“L’eccezionalità del Nylon 12CF FDM in termini di robustezza e di rapporto rigidità/peso ha cambiato le carte in tavola. Adesso possiamo prototipare quasi ogni parte del nostro prodotto con le stampanti 3D FDM di Stratasys in meno di due settimane, mentre in passato lo stesso processo richiedeva più di due mesi.” Ashley Guy, presidente e CEO di Utah Trikes

“In fase di progettazione non devo più sottostare a limiti di prototipazione. Adesso posso concentrarmi più liberamente sul design di parti più funzionali senza dovermi preoccupare di come modellare l’alluminio o come inserire la stratificazione di fibra di carbonio all’interno degli stampi. Lo stampaggio in 3D di componenti in Nylon 12CF FDM di Stratasys avviene più velocemente, con più alte prestazioni di rigidità/peso e con una migliore ripetibilità rispetto a qualsiasi altra tecnologia di stampa 3D o fornitura mai vista,” prosegue Guy.

“Siamo convinti che l’incredibile rapporto rigidità/peso del Nylon 12 CF FDM rivoluzionerà molti settori industriali, dai beni di consumo e ricreativi all’industria automobilistica e aerospaziale. Consentirà ai designer di sviluppare progetti più pratici e funzionali con una riduzione dei tempi di immissione sul mercato, senza doversi preoccupare di come prototipare determinati componenti utilizzando materiali metallici o di come sagomarli.” Zehavit Reisin, VP e responsabile della prototipazione rapida di Stratasys.

Secondo Tim Schniepp, responsabile per le soluzioni di attrezzaggio di Stratasys, “L’elevato rapporto rigidità/peso del Nylon 12CF FDM lo rende particolarmente adatto a un’ampia gamma di applicazioni per prodotti finiti e strumenti di produzione in cui la combinazione di rigidità, robustezza e leggerezza rappresenta un fattore critico per il conseguimento di alte prestazioni. Gli esempi sono tanti: guide di foratura, terminali di robot (end-effector), supporti, stampi, strumenti e persino attrezzi per la sagomatura dei metalli”.

Distribuito verosimilmente a partire dal mese di Q2 2017, il Nylon 12CF FDM è disponibile per la stampante 3D Stratasys Fortus 450mc ed è compatibile con il supporto solubile SR-110. Richiede una versione aggiornata del software Insight e un upgrade dell’hardware. Il materiale può produrre parti sovrapponendo strati dello spessore di 0,254 mm (0,010 pollici).

Agilus30: maggiore flessibilità e resistenza alla trazione

La serie di materiali Agilus30 nasce dalla volontà di dare risposta alla necessità di designer e ingegneri di simulare materiali flessibili o gommosi. Questi materiali offrono molta più libertà in termini di manipolazione e in fase di sperimentazione di parti flessibili e prototipi, assicurando al contempo maggiore precisione, accuratezza dei dettagli e un notevole effetto di realismo.

Scelta eccellente per modellare componenti delicati sottoposti a ripetute sollecitazioni di flessione e curvatura, la serie Agilus30, con prestazioni del tutto simili alla gomma e compatibili con il supporto solubile (SUP706), saranno di sicuro interesse per ingegneri meccanici, responsabili di prototipazione rapida e designer industriali.

Diverse sono le applicazioni che possono usufruire delle proprietà dell’Agilus 30, come processi di sovrastampaggio, soft-touch e cerniere integrali, tubi, sigillature e guarnizioni, ma anche pomelli, maniglie e manici. L’Agilus30 può essere abbinato ad altri materiali per la composizione di un’ampia gamma di materiali digitali con una grande varietà di valori di durezza Shore A, forme e colori.

L’Agilus30, compatibile con Objet 260, 350, 500 e con le piattaforme di stampa 3D Connex 1/2 di Stratasys, è già in distribuzione.

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

AON3D lancia la stampante 3D AON-M2 2020 per materiali ad alte prestazioni

La società di stampa 3D con sede a Montreal AON3D ha lanciato la sua ultima …