MaterialiStampa 3D per l'emergenza COVID-19

Solvay mette a disposizione la sua competenza sui materiali nella lotta al COVID-19

La società chimica belga Solvay sta sfruttando la sua vasta competenza nei materiali termoplastici – e in particolare nelle materie plastiche di grado medico – per supportare vari sforzi volti a combattere la pandemia di COVID-19. La società ha annunciato questa settimana di aver collaborato con la società aerospaziale Boeing per supportare la sua produzione di schermi facciali stampati in 3D e offrire supporto aggiuntivo agli operatori sanitari e ad altre aziende che cercano di dare il proprio contributo.

La società ha rilasciato la seguente dichiarazione in merito alle sue iniziative di soccorso COVID-19: “I nostri centri di supporto tecnico situati in tutto il mondo sono pronti a supportarvi attraverso la selezione dei materiali, il supporto alla produzione, i test pertinenti e le certificazioni normative. Possiamo anche mettervi in contatto con la nostra vasta rete di distributori, stampatori e officine meccaniche. ”

Tra le aree che Solvay sta affrontando con il suo portafoglio di materiali vi è la produzione di componenti per ventilatori, visiere per schermi facciali, tessuti per maschere chirurgiche e N95, lubrificanti per parti del sistema di alimentazione di ossigeno e filamenti per la stampa 3D.

Nel caso di quest’ultimo, l’azienda mette in evidenza i suoi filamenti Radel PPSU e Ketaspire PEEK, che sono di grado medico e biocompatibili ISO 10993. La società afferma che i suoi filamenti Radel PPSU sono adatti per la stampa di fasce per schermi facciali traslucidi, aeratori per maschere per il viso, valvole, componenti del ventilatore e divisori d’aria. I filamenti industriali basati su Radel PPSU, Ketaspire PEEK e Solef PVDF, possono essere utilizzati per prototipazione rapida e applicazioni ponte.

In altre aree di attività, Solvay ha iniziato a produrre gel igienizzanti e fornisce gli ingredienti di base utilizzati per le formulazioni diagnostiche COVID-19. La risposta completa dell’azienda è disponibile qui .

Partnership tra Solvay e Boeing

Solvay sta inoltre collaborando con Boeing per distribuire schermi facciali stampati in 3D per proteggere gli operatori sanitari. La società belga, specialista in materiali, fornisce all’azienda aerospaziale un film termoplastico trasparente ad alte prestazioni per uso medico. I film vengono realizzati utilizzando i polimeri Solvay Radel PPSU o Udel PSU, che sono entrambi trasparenti e possono essere sterilizzati per uso medico.

“Siamo onorati di offrire la competenza dei nostri prodotti ai nostri clienti in questo momento di crisi”, ha affermato Jeff Hrivnak, responsabile dello sviluppo aziendale globale nel settore sanitario per i polimeri speciali Solvay. “Boeing sta cogliendo l’occasione fornendo scudi facciali più resistenti, ora molto richiesti dai nostri eroici operatori sanitari, e siamo orgogliosi di contribuire a renderlo possibile.”

La scorsa settimana Boeing ha annunciato che avrebbe spostato parte della sua capacità produttiva, inclusa la stampa 3D interna, per produrre migliaia di schermi facciali a settimana per gli operatori sanitari. La società utilizzerà i sistemi AM in molte delle sue strutture, tra cui a St. Louis, Missouri; El Segundo, California; Mesa, Arizona; Huntsville, Alabama; e Filadelfia, in Pennsylvania.

Il gigante aerospaziale ha anche offerto l’uso dei suoi vettori cargo Dreamlifter per aiutare a trasportare forniture critiche a centri e istituzioni sanitarie.

Scopri  come altre grandi aziende AM stanno aiutando nelle iniziative di soccorso di COVID-19 e in che modo l’industria degli additivi si sta intensificando per aiutare in questa crisi.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!