Arte & Design

Slicelab mostra il Delicate Density Table in cemento stampato in 3D

0 Condivisioni

Slicelab è stato fondata nel 2012 da Arthur Azoulai e Diego Taccioli come studio di design sperimentale operante tra le discipline dell’arte e dell’architettura. L’intento dell’ultimo progetto Delicate Density Table era di ricercare un nuovo metodo di fabbricazione e stampaggio per forme complesse in calcestruzzo utilizzando la stampa 3D.

In definitiva, l’obiettivo era quello di realizzare un mobile che racchiudesse un equilibrio ottimale tra delicatezza nella forma e densità nel materiale. La capacità di Concrete di assumere qualsiasi forma condivide una forte somiglianza con il modo in cui la prototipazione rapida è in grado di produrre quasi tutte le geometrie. Il potenziale della combinazione di questi due mezzi è stato visto come una grande opportunità.

Il calcestruzzo come materiale ha una resistenza alla compressione molto forte ma è fragile se utilizzato per geometrie più fini che creano carichi di tensione. Questa esplorazione è stata orientata alla comprensione di ciò che quella soglia minima di forma delicata può assumere pur mantenendo la sua piena capacità di forza.

L’importanza dell’utilizzo della stampa 3D in questa applicazione era il modo in cui poteva sfruttare la sua capacità di produrre qualsiasi design unico e complesso senza ostacolare il tempo o il costo per creare tali moduli. Attraverso la simulazione e l’ottimizzazione digitali, siamo stati in grado di predeterminare la struttura complessiva.

A causa delle dimensioni complessive del design del tavolo ( dimensioni 5’x1 ½’x15 “- 152,5 cm x 45,5 cm x 38 cm e peso 190 libbre – 86 kg) , il modello digitale è stato suddiviso in 23 pezzi che riflettono il costruire vincoli di volume della macchina da stampa. Tutte le parti sono state ottimizzate e orientate in modo specifico per garantire la stampa con il minimo supporto aggiuntivo che in seguito ha dimostrato di accelerare il processo di assemblaggio. I pezzi si sono aggregati tutti insieme in un unico grande stampo che pesava circa 66 libbre di plastica riciclata PLA.

Lo stampo è stato sviluppato per il calcestruzzo da gettare sottosopra. Utilizzando i vuoti alla base dello stampo, il calcestruzzo è stato versato in questi 3 punti di accesso, attraverso le 10 gambe e nella cavità principale. Questa strategia ha assicurato che la maggior parte delle bolle d’aria rimanesse all’interno dello stampo sul lato inferiore dei tavoli mantenendo allo stesso tempo la superficie superiore priva di imperfezioni, creando due look contrastanti.

Una piattaforma diamantata livellata incorporata è stata progettata sulla superficie superiore dello stampo del tavolo che ha consentito di versare il pezzo piatto e capovolto. Questo rinforzo era la parte più robusta dello stampo, che manteneva anche il baricentro basso e fissato a terra durante il processo di colata ed era l’unica parte progettata per essere rilasciata dal calcestruzzo in un unico pezzo.

Il processo di fabbricazione principale era quello di studiare la forma attraverso il materiale e quindi la muffa non era intesa per essere mantenuta intatta. Lo stampo di rivestimento è stato rotto pezzo per pezzo per rivelare il prodotto finale di calcestruzzo indurito all’interno. I pezzi rimanenti dello stampo sono stati recuperati attraverso il riciclaggio della plastica per un uso successivo.

Dopo aver rilasciato il pezzo, la finitura superficiale ha imitato le striature che la plastica stampata in 3D ha intrinsecamente lasciato sulla superficie. La levigatura a umido con tampone diamantato è stata eseguita per ottenere una finitura a specchio. Questo processo ha permesso di enfatizzare la forma fluida del piano dei tavoli e di contrastare la trama porosa delle gambe. C’è un gradiente di levigatezza che si fonde dall’alto alla finitura delle gambe.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!