Arte & DesignItalia

La stampa 3D rivoluziona il Museo Egizio di Torino

0 Condivisioni

Il Museo Egizio di Torino ha intrapreso un’importante iniziativa per migliorare la fruizione e la conservazione dei suoi preziosi reperti attraverso l’uso della stampa 3D. Con una campagna di crowdfunding, il museo mira a raccogliere fondi per acquistare una stampante 3D Formlabs Form 3+. Questa tecnologia consentirà la creazione di repliche estremamente dettagliate degli artefatti, che saranno utilizzate sia per la ricerca scientifica che per attività didattiche e di accessibilità.

La stampante 3D scelta, la Formlabs Form 3+, è nota per la sua precisione e qualità nella riproduzione di oggetti complessi. Utilizza resina fotoreattiva per realizzare copie fedeli dei reperti, permettendo di preservare gli originali riducendo il rischio di danni durante lo studio e la manipolazione. Le repliche prodotte possono essere utilizzate in esposizioni tattili per i visitatori non vedenti o ipovedenti, offrendo loro un’esperienza più inclusiva.

L’introduzione della stampa 3D apre nuove possibilità nel campo dell’educazione museale. Gli studenti potranno esaminare copie perfette degli oggetti, comprendendo meglio le tecniche artigianali antiche e le caratteristiche dei materiali. Questo approccio pratico arricchisce l’apprendimento, rendendo la storia e l’archeologia più accessibili e coinvolgenti.

Il Museo Egizio di Torino ha intrapreso un'iniziativa per migliorare la fruizione e la conservazione dei suoi reperti

La campagna di crowdfunding ha già superato l’obiettivo iniziale, ma continua a raccogliere fondi per l’acquisto di ulteriori materiali di consumo, come la resina fotoreattiva, indispensabile per la produzione delle repliche. La raccolta fondi si concluderà il 23 marzo 2024, offrendo ancora tempo ai sostenitori per contribuire a questa rivoluzione tecnologica.

Il progetto di stampa 3D del Museo Egizio rappresenta un significativo passo avanti nella conservazione e nella divulgazione del patrimonio culturale. L’adozione di questa tecnologia non solo preserva i reperti originali ma arricchisce l’esperienza educativa e inclusiva per tutti i visitatori. Per ulteriori informazioni e per fare una donazione, visita il sito ufficiale del Museo Egizio.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!