Acquisizioni e partnershipIndustria

Shapeways completa la fusione di SPAC con Galileo Acquisition Corp.

0 Condivisioni

Shapeways, leader nel settore della produzione digitale di grandi dimensioni e in rapida crescita, ha completato la fusione aziendale precedentemente annunciata con Galileo Acquisition Corp, una società di acquisizione di scopo speciale – SPAC. È un momento molto significativo sia per Shapeways che per la “nuova industria AM” che si sta evolvendo dall’utilizzo dell’AM per la prototipazione e gli strumenti tradizionali all’implementazione (o almeno al targeting) della produzione di massa additiva digitale delle parti finali.

Fondata come spin-off di Royal Philips Electronics da un trio di imprenditori olandesi a Eindhoven (Peter Weijmarshausen, Robert Schouwenburg e Marleen Vogelaar), Shapeways ha subito iniziato a fare due cose: portare AM alle masse ed espandersi nel mercato nordamericano (con una nuova struttura a Long Island City, NY). Nel corso degli anni (nel 2017, l’ex CEO e co-fondatore Pete Weijmarshausen ha ripercorso i primi 10 anni in questo articolo) l’azienda ha dovuto affrontare molte sfide, incluso il fatto che AM era ancora molto lontana dal diventare una tecnologia per il digitale produzione di massa.

Gli eventi hanno dato ragione ai fondatori originali (che da allora hanno lasciato i loro ruoli dirigenziali). Nuove tecnologie più veloci come HP MJF e Carbon DLS sono entrate nel mercato e hanno aumentato notevolmente la produttività (riducendo i costi) soprattutto su alcuni tipi di parti destinate ai consumatori. Proprio lo scorso febbraio, Shapeways ha riferito di aver già prodotto e spedito fino a 20 milioni di parti mediante produzione additiva.

Ora sta iniziando una nuova fase di crescita poiché la società combinata è stata ribattezzata Shapeways Holdings e le sue azioni ordinarie e i warrant pubblici dovrebbero iniziare a essere negoziati sul NYSE, il 30 settembre, con i nuovi ticker “SHPW” e “SHPW .WS”, rispettivamente. L’aggregazione aziendale è stata approvata all’unanimità dal consiglio di amministrazione di Galileo Acquisition Corp e approvata dal voto degli azionisti di Galileo.

Greg Kress, amministratore delegato, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di ciò che il nostro team ha raggiunto ed entusiasti di iniziare il nostro viaggio come società pubblica. Da quando abbiamo annunciato questa transazione all’inizio di quest’anno, abbiamo registrato una forte crescita dei ricavi anno su anno e margini robusti mentre continuiamo a ridimensionare ed estendere la nostra presenza in tutti i settori chiave. Con il nostro software proprietario best-in-class, che digitalizza il processo di produzione end-to-end, crediamo che Shapeways sia in una posizione unica per catturare un’enorme opportunità nel mercato manifatturiero globale. Le opportunità che ci aspettano sono entusiasmanti mentre continuiamo a scalare materiali, mercati e tecnologie e mentre presentiamo la nostra offerta SaaS (Software-as-a-Service).

A seguito della combinazione aziendale SPAC e del relativo investimento in PIPE, Shapeways riceverà 103 milioni di dollari di proventi lordi, tra cui 75 milioni di azioni ordinarie interamente impegnate PIPE ancorate da investitori di alto livello tra cui Miller Value, XN e Desktop Metal. Il PIPE include anche investimenti da investitori Shapeways esistenti Lux Capital, Union Square Ventures, INKEF Capital e Andreessen Horowitz. I proventi verranno utilizzati principalmente per accelerare le capacità di produzione additiva dell’azienda, accelerare il lancio della sua offerta SaaS, espandere le sue offerte di materiali e tecnologie per estendere la portata del mercato e aumentare la quota di portafoglio dei clienti, nonché per fornire ulteriore capitale circolante.

Il team di gestione esistente di Shapeways, guidato dall’amministratore delegato Greg Kress, continuerà a gestire l’attività. Resta sintonizzato per la nostra prossima intervista con Shapeways Mr. Kress.

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!