Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
AerospazialeProduzione

Relativity Space sposterà la fabbrica 3D in una nuova sede di 120.000 metri quadrati

Relativity Space, una delle poche aziende di stampa 3D tecnologicamente all’avanguardia, si è trasferita in una nuova sede situata a 3500 E Burnett, Long Beach. La società californiana impiega la produzione additiva DED di metallo per deposizione robotizzata per costruire un intero veicolo di lancio: il nuovo spazio di 120.000 metri quadrati ospiterà sia le attività commerciali sia un impianto di produzione senza precedenti. Relativity Space integra apprendimento automatico, software e robotica con la tecnologia di produzione additiva in metallo e sta lavorando per produrre il suo primo razzo stampato in 3D Terran 1, presso la struttura di Long Beach.

“Relativity Space sta distruggendo quasi sessant’anni di tecnologia aerospaziale precedente, costruendo una nuova piattaforma di produzione che utilizza robotica, stampa 3D e AI. Senza utensili fissi, Relativity ha consentito un enorme conteggio delle parti e riduzione del rischio, una maggiore velocità di iterazione e creato una catena del valore completamente nuova”, ha affermato Tim Ellis, CEO e co-fondatore di Relativity Space. “Sono fiducioso che la nostra fabbrica diventerà il futuro stack tecnologico per l’intero settore aerospaziale”.

Lo spazio all’interno della nuova struttura di Relativity Space.

Relativity Space ha già iniziato a migrare il personale nella sua nuova sede e sta trasferendo la sua infrastruttura di produzione additiva brevettata mentre sta costruendo la prima fabbrica di missili autonoma in assoluto. La fabbrica ospiterà tutta la produzione di Terran 1, l’assemblaggio del motore Aeon, nonché i laboratori integrati per lo sviluppo di software, avionica e materiali. La nuova struttura consente la produzione dell’intero razzo Terran 1, inclusa una carenatura allargata, che ora ospita il doppio del volume del carico utile. La combinazione di produzione agile e capacità di carico utile rende Relativity il fornitore di lancio più competitivo della sua categoria, soddisfacendo le crescenti esigenze del mercato satellitare in espansione.

“L’economia spaziale continua la sua crescita a Long Beach con l’aggiunta di Relativity Space”, ha dichiarato il sindaco di Long Beach, dott. Robert Garcia, “la stampa 3D è rivoluzionaria per nuovi lavori e nuove tecnologie nel settore spaziale”.

“Long Beach ha una lunga storia come leader nel settore aerospaziale e aeronautico, e ora siamo in prima linea nell’economia spaziale”, ha affermato la senatrice della California Lena Gonzalez. “Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Relativity Space nella nostra comunità in continua crescita di aziende tecnologiche innovative”.

“Sono orgoglioso di dare il benvenuto a Relativity Space nella nostra comunità e augurare loro il successo, sempre di più e rapidamente verso le stelle”, ha dichiarato il 70 ° Membro dell’Assemblea distrettuale Patrick O’Donnell. “L’industria aerospaziale sta subendo una ripresa economica a Long Beach, fornendo le prospettive di posti di lavoro ben retribuiti e aprendo ulteriormente i confini dello spazio per la ricerca”.

La nuova sede e la fabbrica segnano un’altra pietra miliare nella costante esecuzione di Relativity verso il suo primo lancio. L’azienda  ha recentemente chiuso un round di finanziamento da 140 milioni di dollari guidato da Bond e Tribe Capital e ha già garantito un sito di lancio Right of Entry presso Cape Canaveral Launch Complex-16, un accordo commerciale Space Launch Launch Act (CSLA) per i siti di test della NASA, tra cui E4 presso lo Stennis Space Center della NASA e un contratto di locazione in uso esclusivo di 20 anni per una fabbrica di 220.000 metri quadrati anche presso lo Stennis Space Center della NASA. La struttura di Long Beach è stata costruita ed è gestita da Pacific Industrial.

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!