Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
AziendeProduzione

Siemens Mobility porta la stampa 3D di Stratasys nell’industria ferroviaria russa

Siemens Mobility Services ha annunciato che acquisirà altre due stampanti 3D Stratasys Fortus 450mc per espandere la produzione di parti per l’industria ferroviaria. Ad oggi, la società di trasporti ha adottato con successo la tecnologia di Stratasys per la produzione di parti di binari per la Germania e il Regno Unito, e le nuove stampanti 3D le consentiranno di espandere il proprio supporto per le operazioni di manutenzione ferroviaria in Russia.

L’aumento degli investimenti in Stratasys è in gran parte il risultato di un recente accordo commerciale con Siemens Mobility, attraverso il quale costruirà 13 treni Velaro ad alta velocità per la compagnia ferroviaria russa RZD. L’accordo prevede inoltre che Siemens Mobility manterrà e servirà i treni per i prossimi 30 anni. I 13 treni Velaro completeranno la flotta esistente di 16 treni Sapsan di RZD.

Per soddisfare le esigenze del suo cliente russo, Siemens Mobility ha installato due stampanti 3D Fortus 450mc a San Pietroburgo e Mosca, che consentiranno a Siemens Mobility Russia di eseguire operazioni di manutenzione per i nuovi treni. Avere capacità AM sul campo consentirà inoltre all’azienda di trasformare le proprie operazioni attuali, producendo parti di binari di ricambio su richiesta.

L’investimento nella tecnologia AM di Stratasys segna anche il lancio in Russia della rete “Easy Sparovation Part” di Siemens Mobility. L’obiettivo principale della rete è ottimizzare i servizi per l’industria ferroviaria mediante la stampa 3D di parti di ricambio e la creazione di un ampio inventario digitale. Grazie a questa capacità, Siemens Mobility sta lavorando con un record di disponibilità della flotta superiore al 99%.

“Questi dati sulla disponibilità sarebbero fisicamente impossibili da ottenere solo attraverso l’approvvigionamento di parti esterne e le tradizionali tecniche di produzione, ma le stampanti 3D FDM di Stratasys ci danno la possibilità di produrre internamente le parti in modo economico, eliminando parzialmente la necessità di stoccaggio o strumenti per una gamma selezionata di articoli “, ha spiegato Alexey Fedoseev, responsabile dell’assistenza clienti di Siemens Mobility Russia. “Abbiamo già visto il successo del business Siemens Mobility ‘Easy Sparovation Part’ in Germania, dove questa tecnologia ci ha permesso di risparmiare fino al 95% in termini di tempo rispetto ai metodi di produzione tradizionali.

“La produzione e la consegna di altri 13 nuovi treni Velaro ci vedranno lavorare su più veicoli per un lungo periodo di tempo e con vincoli di tempo molto rigidi. Di conseguenza, la stampa 3D rappresenta un componente aggiuntivo perfetto per aiutare la nostra produzione e ci offre la flessibilità di sostituire e creare noi stessi le parti, ogni volta che sono necessarie”.

Le stampanti 3D Fortus 450mc Stratasys di livello industriale sono all’altezza del compito grazie alla loro robusta qualità di stampa e compatibilità dei materiali. Cioè, il sistema FDM è in grado di stampare una vasta gamma di materiali di livello tecnico, comprese materie plastiche in grado di resistere alle temperature estreme riscontrate in Russia. Stratasys sta inoltre collaborando per fornire materiali qualificati per i componenti interni delle rotaie da organismi di regolamentazione nel settore dei trasporti.

Bjoern Richter, Strategic Account Manager Siemens, ha dichiarato: “Grazie alle capacità di guida efficiente della stampa 3D, non sorprende che i fornitori di servizi e manutenzione ferroviaria continuino ad adottare la tecnologia per migliorare l’assistenza clienti, la manutenzione e la produzione parziale . Siemens Mobility è sicuramente un pioniere in questo senso, guidando l’adozione di questa tecnologia nel settore ferroviario e della mobilità. Continuiamo a collaborare da vicino per garantire che la nostra soluzione soddisfi al meglio le esigenze specifiche di questo settore ed esplori usi completamente nuovi delle applicazioni per la stampa 3D nei trasporti”.

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!