Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
Arte & DesignConsumerGiocattoliNotizie - ultima oraProdotti di consumoProduzioneStampa 3D - Processi

Prodotti elettronici, modulari, stampati in 3D: il futuro è Nascent?

Molti di noi potrebbero averlo già dimenticato ma non tanto tempo fa 3D Systems e Google avevano presentato il loro progetto di uno smartphone modulare, stampato 3D. Sappiamo come è finita (in realtà non sappiamo realmente tutto, ma solo che entrambe le aziende hanno reputato che la tecnologia non fosse ancora matura per il mercato di massa) ma l’idea è ancora viva. Una giovane startup chiamata – appropriatamente – Nascent Objects, ha presentato il suo progetto – e il suo primo prodotto – per dispositivi modulari resi possibili dalla stampa 3D e dai componenti elettronici stampati in 3D.

Il loro primo dispositivo, chiamato Doppler, è stato appena lanciato al CES ed è parte di una campagna Indiegogo. È un monitor per l’acqua, non intrusivo, che usa la prima tecnologia di riconoscimento audio dell’acqua per tracciarne in tempo reale il consumo.

Nascent Objects06

Visto che Droppler è stato progettato con la visione modulare di Nascent, quando la conservazione dell’acqua diventa uno scopo secondario I moduli interni come il microfono, la luce e il processore possono essere riutilizzati per nuovi prodotti come droni o videocamere streaming.

Questo ci porta a Nascent Objects, che è in sostanza un marketplace modulare per la progettazione e l’acquisto di prodotti elettronici a prezzi di costo.

Nascent Objects01

Con Nascent i consumatori hanno la possibilità di sviluppare, aggiornare e personalizzare i propri prodotti elettronici senza doverli sostituire. La piattaforma modulare è costruita attorno a un’innovazione tecnologica che permette la stampa 3D on-demand dei circuiti (come le tecnologie, di cui abbiamo parlato recentemente parlato, di PV Nanocell e Nano Dimension).

Questa tecnologia ha reso possibile per Nascent la costruzione di forme che collegano elettricamente la funzionalità modulari, permettendo per la prima volta la possibilità che una piattaforma modulare trascenda una singola categoria di prodotto in precedenza fissata dalla forma, la dimensione e il contesto.

Nascent Objects02

“Con i moduli di Nascent, esistono infinite opportunità per i consumatori. Senza sforzo, nello stesso modo in cui oggi possiamo cambiare le batterie del telecomando, possiamo trasformare un prodotto da un dispositivo per la conservazione dell’acqua, a un computer per bici a un drone,” ha detto Baback Elmieh, fondatore e CEO di Nascent Objects. “Con l’approccio modulare di Nascent, siamo entrati in una nuova era in cui i consumatori non devono più accontentarsi di prodotti stand-alone con determinate caratteristiche. Nascent dà loro l’abilità di scoprire, migliorare e trasformare prodotti a secondo delle necessità del momento, senza dover pagare il prezzo intero di un nuovo dispositivo.”

Nascent Objects05

Come emerge chiaramente da alcuni dei prodotti presenti sul sito web di Nascent Objects, la stampa 3D desktop può giocare un ruolo nel permettere agli utenti di creare (o scaricare) gli involucri e le strutture in cui inserire i componenti elettronici modulari. Con Nascent, i benefici della modularità sono distribuiti su diverse categorie di prodotti elettronici di consumo e varie categorie di prodotti per l’Internet delle cose.

Per il lancio, Nascent sta introducendo il concetto di modularità con pacchetti esclusivi che trasformano Droppler in un altoparlante wifi in streaming o in una videocamera wifi HD. In futuro, Droppler potrà trasformarsi in centinaia di prodotti diversi offerti attraverso il marketplace di Nascent Objects. E magari sarà possibile anche crearne di nuovi in casa.

Nascent Objects10

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!