Software 3D

Novineer mira a diventare “l’hub di progettazione per la stampa 3D”

0 Condivisioni

Novineer, una società che crea nuove soluzioni ingegneristiche, nata presso la Embry-Riddle Aeronautical University, promette una produzione più rapida e rispettosa dell’ambiente di parti di aeromobili e razzi leggeri e di alta qualità, impianti biomedici e una miriade di altri prodotti di consumo.

La grande idea dell’azienda, nata da un’intuizione del dottor Ali Tamijani, membro della facoltà di Embry-Riddle, potrebbe accelerare l’uso diffuso della stampa 3D nella produzione di un’ampia gamma di parti e prodotti per l’uso finale.

Il software di progettazione e simulazione di Novineer può semplificare e accelerare il processo di progettazione, modellazione e fabbricazione di parti stampate in 3D ad alte prestazioni, ha spiegato Tamijani. Ad esempio, utilizzando la tecnologia, un progetto che potrebbe richiedere quattro giorni per essere completato utilizzando i metodi attuali potrebbe essere realizzato in non più di quattro ore con il software di Novineer. La società è nata da tre progetti di ricerca: stampa 3D multi-metallo per la NASA, tecnologia di stampa 3D composita per la Marina degli Stati Uniti e ciò che è noto come reticolo per la National Science Foundation. La varietà di progetti riflette i diversi modi in cui è possibile utilizzare la stampa 3D, ognuno dei quali richiede un design ottimizzato per l’applicazione, ed è qui che entra in gioco Novineer.

“La nostra visione è diventare il centro di progettazione per la stampa 3D”, ha affermato Tamijani, aggiungendo che lui e il suo team si concentrano sull’inclusione di vincoli di produzione, proprietà dei materiali e requisiti di sistema nel processo di progettazione “per sbloccare e ‘illimitare’ l’innovazione da parte degli ingegneri di prodotto. Non vogliamo che siano frenati da tutte le limitazioni imposte dal software attuale. La nostra visione è semplificare il processo di progettazione e simulazione per la stampa 3D”.

Finora, Novineer ha vinto sia il National Science Foundation Early Career Award nel 2019, sia il premio US Air Force Office of Scientific Research Young Investigators Research Program nel 2017. Tamijani è stato anche riconosciuto come University’s (2020) e College of Engineering’s ( 2019) Eccezionale ricercatore dell’anno. “Questi premi sono una testimonianza del duro lavoro e della dedizione del nostro team di ricerca”, ha affermato Tamijani.

Novineer mira a diventare "l'hub di progettazione per la stampa 3D".  La start-up Embry-Riddle promette una produzione più rapida e rispettosa dell'ambiente.Tamijani e la sua azienda hanno recentemente vinto un investimento di 50.000 dollari da StarterStudio, un acceleratore di startup tecnologiche senza scopo di lucro con cui Embry-Riddle ha collaborato. La sovvenzione dell’agosto 2022 è stato il più grande investimento iniziale che StarterStudio abbia mai effettuato dal Volusia County Seed Fund. A ottobre, la società ha vinto il secondo posto e altri 30.000 dollari alla Florida Venture Forum Early-Stage Capital Conference. I leader dell’azienda hanno firmato un accordo di opzione per due domande di brevetto con Embry-Riddle.

Tamijani ha fondato l’azienda con il suo ex studente nel dottorato di ricerca il dottor Zhichao Wang, che ora è un borsista post-dottorato e direttore tecnico dell’azienda. Lavorando sulle relative tecnologie di progettazione della stampa 3D ci sono tre dottorandi. studenti, uno studente di master e uno studente universitario nel gruppo di ricerca di Tamijani.

Wang ha affermato che la partecipazione a un programma NSF noto come i-CORPS ha contribuito alla transizione dell’azienda da un progetto accademico a un’attività redditizia. Ha affermato che il programma, che organizza interviste tra ingegneri, sviluppatori aziendali e potenziali clienti in diversi settori, è stato davvero prezioso perché gli ha permesso di vedere di cosa hanno bisogno i clienti.

“Prima, pensavamo come ingegneri e scienziati, concentrati sulla nostra invenzione e tecnologia”, ha detto Wang. “Ma gli uomini d’affari pensano: ‘Ho un problema. Non mi interessa quale sia il tuo metodo.’ Abbiamo stretto contatti e imparato a concentrarci sulle esigenze dei clienti e sui valori che offriamo loro”.

Tamijani ringrazia anche l’Embry-Riddle Center for Innovation and Entrepreneurship per aver aiutato Novineer a partire con successo. L’azienda ha partecipato al programma di accelerazione di avvio del centro, gestito in collaborazione con l’Embry-Riddle Research Park. Il programma ha consentito a Novineer di competere con successo nello StarterStudio Seed Program e nella Florida Venture Forum Early-Stage Conference, dopo di che l’azienda è stata trasferita nella struttura MicaPlex nell’Embry-Riddle’s Research Park, entrando a far parte del MicaPlex Technology Business Incubator. Al MicaPlex, i fondatori di Novineer lavorano con i loro clienti pilota per sviluppare ulteriormente la loro tecnologia di progettazione.

“Prima di lavorare con il Dr. Tamijani”, ha affermato Ramy Rahimi, direttore ad interim del Center for Innovation and Entrepreneurship e assistente professore presso il David B. O’Maley College of Business, “Novineer aveva sviluppato e trasferito con successo una tecnologia da un invenzione ad innovazione. Lo sviluppo di un modello di business, una strategia di go-to-market e un mezzo di raccolta fondi sono stati i passaggi successivi naturali. Aderendo al programma Build Stage Accelerator, in collaborazione con MicaPlex, il Dr. Tamijani e Novineer hanno ricevuto risorse aziendali, guida e tutoraggio”.

“Il centro e l’incubatore MicaPlex sono un grande supporto per i ricercatori di Embry-Riddle perché possono aiutare una startup come Novineer a passare più velocemente alla fase successiva”, ha affermato Tamijani.

La dott.ssa Stephanie Miller, direttrice esecutiva del trasferimento tecnologico e delle iniziative del parco di ricerca presso Embry-Riddle, ha definito Novineer “un ottimo esempio di un percorso di commercializzazione che l’università si impegna a sostenere. La sua ricerca di laboratorio all’avanguardia si è trasformata in una startup che ha rapidamente guadagnato terreno nel suo mercato di riferimento e ha raccolto l’interesse degli investitori.

Dal 2017, sono stati creati 163 posti di lavoro con uno stipendio medio annuo di 75.000 dollari grazie all’imprenditorialità e all’innovazione presso l’Embry-Riddle’s Research Park. Circa 25 società affiliate hanno raccolto 101 milioni di dollari da sovvenzioni e investitori.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!