ProduzioneTendenze

Lo studio HP AM Trends in EMEA mostra che i produttori si rivolgono all’AM per accelerare la produzione

I produttori di componenti industriali intervistati sono pronti a investire da 100.000 a 1 milione di euro sulla digitalizzazione della produzione

0 Condivisioni

Con la stampa 3D che ha un impatto sulla digitalizzazione della produzione e sull’interruzione delle industrie, un nuovo studio di HP in collaborazione con 3dbpm Research ha scoperto che la produzione additiva (AM) sta svolgendo un ruolo significativo nel consentire questa transizione. Secondo lo studio AM Trends in EMEA, che ha analizzato le tendenze chiave della produzione digitale tra i principali produttori di componenti industriali in Europa, il 96% degli intervistati ha convenuto che la produzione additiva li aiuta a portare i prodotti sul mercato più velocemente, con il 100% degli intervistati che riconosce l’importanza di la digitalizzazione dei flussi di lavoro di produzione con la capacità di produrre parti su richiesta come il principale fattore di questo comportamento.

Inoltre, è stato scoperto che il 63% dei produttori di componenti europei che hanno preso parte al sondaggio investirà da € 100.000 a oltre un milione nella digitalizzazione nei prossimi 12 mesi, poiché la potenza di questo ecosistema agile e le capacità tecnologiche si stanno dimostrando in la più impegnativa delle circostanze.

Il report HP AM Trends in EMEA analizza le motivazioni e le strategie di investimento dei produttori in sei mercati europei chiave: Francia, Germania, Italia, Spagna, Benelux e Regno Unito. Guidati da 3dpbm, è stato intervistato in modo indipendente un campione di produttori di componenti industriali di varie dimensioni e con un’ampia gamma di specializzazioni. Lo studio esamina come le aziende che hanno già implementato processi di manifattura digitale e AM per la produzione di parti industriali, percepiscono i vantaggi di perseguire tale strategia e in che misura si aspettano che il macrotrend continui ad accelerare nel breve e medio termine.

“È in corso una trasformazione digitale della produzione”, ha affermato Guayente Sanmartin, Global Head & General Manager, HP 3D Printing Multi Jet Fusion Business. “Le aziende leader del futuro saranno quelle che sfrutteranno la potenza di software, dati, intelligenza artificiale e produzione digitale per reinventare e personalizzare i prodotti e le esperienze dei clienti. Negli ultimi anni sono stati compiuti grandi progressi, con la nostra tecnologia HP Multi Jet Fusion che ha fornito oltre 60 milioni di parti stampate in 3D sin dal suo inizio. La necessità di questa tecnologia è aumentata esponenzialmente negli ultimi 15 mesi”.

Impatto sostenibile

Il rapporto ha indicato che la sostenibilità ha un’influenza sulla decisione di digitalizzare i flussi di lavoro di produzione, con il 61% degli intervistati che concorda sul fatto che sia un fattore determinante per la digitalizzazione. Inoltre, il 91% ha notato che la capacità di produrre parti su richiesta è un vantaggio importante, con un ulteriore 79% degli intervistati che ritiene che la produzione additiva li aiuti ad affrontare le sfide di produzione, come la capacità di adattarsi alla domanda fluttuante.

“Le capacità avanzate della stampa 3D stanno creando opportunità completamente nuove di interruzione in tutti i settori e con un approccio molto più sostenibile dal punto di vista ambientale, che è un driver significativo per i produttori oggi”, ha aggiunto Sanmartin. “La stampa 3D e la sua natura intrinsecamente flessibile consentono un’economia più circolare”.

Trasformazione digitale

Il rapporto rivela che la produzione additiva opera come un’opportunità chiave nella digitalizzazione dei processi di produzione industriale, con la digitalizzazione considerata una necessità per la quasi totalità dei processi produttivi dalla grande maggioranza degli intervistati (96%).

L’uso della produzione additiva nella produzione di parti industriali è stato segnalato come fondamentale per produrre componenti più convenienti, oltre a realizzare prodotti migliori a velocità più elevate. I produttori di componenti industriali britannici e tedeschi intervistati stanno pianificando gli investimenti più significativi nella digitalizzazione e nella produzione additiva, con il 50% degli intervistati britannici e il 40% dei tedeschi che affermano di voler spendere più di 1 milione di euro nei prossimi cinque anni.

Un paio di HP 5210 su GoProto

Altri risultati hanno rivelato che l’83% degli intervistati utilizza la produzione additiva per la produzione effettiva di componenti e strumenti per realizzare prodotti commerciali, con la metà di loro (52%) che già realizza prodotti finiti completi che è l’ultima frontiera della produzione che crea dipendenza.

“La stampa 3D non è più esclusiva di strumenti e piccoli volumi di parti”, ha affermato Stijn Paridaens, CEO dell’ufficio servizi di produzione digitale ZiggZagg. “Sta avendo un impatto molto maggiore per i nostri clienti ed è per questo che stiamo investendo nel 3D come offerta di produzione primaria per i nostri clienti. Riteniamo che la tecnologia HP Multi Jet Fusion sia la tecnologia industriale leader che ci consente di passare da produzioni di piccole serie a produzioni medie e, in alcuni casi, anche grandi, fino a 200.000 parti finali”.

Questo rapporto si basa sui risultati del Digital Manufacturing Trend Report di HP pubblicato nell’ottobre 2020, fornendo un’analisi più ampia dei driver chiave, delle strategie di investimento e delle tendenze specifiche per paese in Europa.

I punti salienti del report sulle tendenze AM di HP nell’area EMEA includono:

I produttori europei di componenti industriali concordano sull’urgente necessità di una maggiore digitalizzazione

  • Il 100% degli intervistati riconosce l’importanza di digitalizzare sempre più i propri flussi di lavoro di produzione.
  • Il 70% degli intervistati ha affermato che il driver principale per la digitalizzazione dei flussi di lavoro di produzione è la capacità di produrre parti su richiesta.
  • Il 63% degli intervistati prevede di spendere più di 100.000 euro per la digitalizzazione dei propri flussi di lavoro di produzione nei prossimi 12 mesi.
  • Il 61% degli intervistati ha affermato che la sostenibilità è rilevante o molto rilevante per digitalizzare sempre più i propri flussi di lavoro di produzione.

Interruzione degli utensili industriali in corso con la produzione additiva

  • Oltre il 95% degli intervistati ha indicato che la produzione additiva è una tecnologia rilevante per la digitalizzazione nei loro attuali flussi di lavoro di produzione.
  • Il 91% degli intervistati ha affermato di utilizzare la produzione additiva per realizzare strumenti industriali (inclusi maschere, fissaggi e stampi). Questi strumenti vengono utilizzati per produrre più parti tramite processi non additivi. Altri tipi rilevanti di parti includono EOAT e componenti del sistema di automazione.
  • Il 52% degli intervistati utilizza la produzione additiva per realizzare prodotti finiti completi.

La produzione additiva migliora la funzionalità delle parti e la flessibilità della produzione

  • Il 96% degli intervistati afferma che la produzione additiva li aiuta a portare un prodotto sul mercato più velocemente.
  • Il 91% degli intervistati ha indicato che la capacità di produrre parti su richiesta è un vantaggio chiave della stampa 3D.
  • Il 79% degli intervistati ha affermato che la produzione additiva li ha aiutati ad affrontare le sfide di produzione legate al COVID-19.

I produttori europei di componenti industriali sono fiduciosi sulla crescita futura di AM

  • Oltre il 95% degli intervistati prevede che l’uso della produzione additiva continui a crescere.
  • È probabile che l’83% degli intervistati investirà nell’espansione delle proprie capacità di produzione digitale nei prossimi 12 mesi. Per il 65% di loro, questo investimento includerà la produzione additiva.
  • È probabile che il 92% degli intervistati investirà nell’espansione delle proprie capacità di produzione digitale nei prossimi cinque anni. Per il 77% di loro, questo investimento includerà la produzione additiva.
0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!