Eventi

L’evento TCT Awards 2024 celebra i vincitori e gli Hall of Fame di AM

Brigitte De Vet-Veithen di Materialise e Melissa Orme di Boeing hanno ricevuto riconoscimenti per i contributi chiave. Per le principali applicazioni si distinguono EOS, Airtech e Arburg

0 Condivisioni

Il 5 giugno 2024, il National Conference Centre di Birmingham, nel Regno Unito, ha ospitato quasi 250 professionisti del settore della produzione additiva per la prestigiosa cena di gala dei TCT Awards. L’evento, introdotto da Laura Griffiths e condotto dal presentatore tecnologico Dallas Campbell, prevedeva un ricevimento sul red carpet, una cena di tre portate e una cerimonia di premiazione che celebrava l’eccellenza e l’innovazione.

I TCT Awards 2024 celebrano i vincitori e i membri della Hall of Fame dell’AM per i loro contributi chiave al settore AM e alle principali applicazioni
Melissa Orme, appena inserita nella TCT Hall of Fame, con il presentatore
Dallas Campbell (a sinistra) e Duncan Wood, CEO di Rapid News.

Tra i momenti salienti della serata di gala, Melissa Orme, Vice Presidente di AM presso Boeing, è stata inserita nella TCT Hall of Fame per il suo contributo a lungo termine alla produzione additiva, attraverso il mondo accademico, le startup tecnologiche e la leadership esecutiva aziendale. Sul fronte accademico, è stata una delle prime pioniere nel campo della stampa 3D di parti metalliche, ottenendo 15 brevetti statunitensi riguardanti nuovi metodi AM che utilizzano microgoccioline di metallo fuso e nuovi metodi per personalizzare la distribuzione dimensionale delle polveri metalliche.

Melissa è entrata in Morf3D come Chief Technology Officer, concentrandosi sull’AM di componenti metallici principalmente per l’industria aerospaziale e della difesa. In tale veste, ha guidato lo sviluppo e la strategia della tecnologia AM dell’azienda. Nel 2019, è entrata a far parte di The Boeing Company come Vice President of Additive Manufacturing e in questa veste continua a crescere e ad ampliare le capacità di produzione additiva offrendo valore a Boeing Commercial Airplanes, Boeing Defence and Space e Boeing Global Services.

I TCT Awards 2024 celebrano i vincitori e i membri della Hall of Fame dell’AM per i loro contributi chiave al settore AM e alle principali applicazioni
Brigitte De Vet-Veithen, CEO di Materialise, è stata riconosciuta come
l’innovatrice delle donne nella stampa 3D

Brigitte De Vet-Veithen, CEO di Materialise, è stata riconosciuta come l’innovatrice delle donne nella stampa 3D per il suo contributo significativo al settore. Ha dedicato il premio a tutti i dipendenti di Materialise e ha sottolineato “l’importanza della collaborazione nel nostro settore diversificato e complesso. Lavorando insieme – ha affermato – possiamo costruire un ecosistema più armonioso e rendere economicamente vantaggioso per le aziende manifatturiere produrre parti finali di alta qualità su larga scala. Continuiamo a unire le forze per superare le sfide che i nostri clienti devono affrontare e portare avanti il ​​futuro della stampa 3D”. Charlotte Bridgewater è stata anche celebrata come l’astro nascente della Sanjay Mortimer Foundation, mentre anche Andy Christensen, fondatore di Medical Modeling, e Max Lobovsky, co-fondatore e CEO di Formlabs, sono stati inseriti nella Hall of Fame.

Nella categoria Applicazioni aerospaziali e di difesa, Boeing ha vinto con la sua piastra fredda per antenna Phased Array, mentre il leader dell’hardware AM EOS si è distinto in numerosi premi. Il casco da hockey Bauer di EOS Nord America ha ottenuto ottimi elogi nell’applicazione per prodotti di consumo. Inoltre, l’AMCM M290 FLX con laser nLIGHT, sviluppato con Optoprim, AMCM (parte del gruppo EOS) e Ohio State University, è stato riconosciuto nella categoria Sistemi non polimerici.

Il National Conference Centre ha ospitato quasi 250 professionisti del settore per la prestigiosa cena di gala dei TCT Award
Tutti i vincitori dei premi TCT Awards 2024.

Il premio Automotive & Rail Application è andato a Airtech Advanced Materials Group per i suoi strumenti per sport motoristici a circuito chiuso, sviluppati con Oak Ridge National Lab, The Brumos Collection e Verus Engineering. Utilizzando materiali riciclati da stampi ridondanti, è stato prodotto uno stampo splitter aerodinamico in fibra di carbonio utilizzando una stampante 3D Thermwood 1040 LSAM. Questo splitter ha svolto un ruolo fondamentale nel migliorare la GT2 RS Clubsport della Brumos Collection, producendo più carico aerodinamico e consentendo alla Brumos Racing Porsche di stabilire un nuovo record mondiale come l’auto più veloce della sua categoria.

L’estrusore per pellet PE320 di Rapid Fusion, creato con Xtrution, Ai Build, Adaxis e KUKA, ha vinto nella categoria Sistemi polimerici, mentre l’estrusore per pellet Pulsar Atom di Dyze Design ha ricevuto un grande encomio. Un’altra interessante applicazione vincitrice è arrivata da Arburg, con la Personal Fit Breast Prothesis, sviluppata con Hashtagtwo, che si è aggiudicata il premio Healthcare Application. Questo metodo innovativo per la stampa 3D di materiale siliconico tramite le stampanti 3D Arburg potrebbe rivelarsi un punto di svolta in molteplici aree di applicazione.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!