Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
AerospazialeDifesa

L’aeronautica americana sostiene lo sviluppo di un tappetino mobile stampato in 3D

Mat è stato lanciato da un professore alla Purdue University e all'ITAMCO

Un professore di ingegneria civile presso la Purdue University sta sviluppando un nuovo tipo di tappetino per operazioni di volo temporanee utilizzando la produzione additiva metallica. Il progetto, che è stato condotto in collaborazione con Indiana Technology and Manufacturing Companies (ITAMCO), ha recentemente ricevuto una sovvenzione del valore di 1 milione di dollari dall’aeronautica americana.

Il finanziamento, una sovvenzione SBIR Fase II, consentirà al professore di Purdue Pablo Zavattieri e al suo team di seguire rapidamente lo sviluppo del tappetino stampato in 3D. Ha detto del progetto: “L’obiettivo della ricerca è quello di sviluppare una robusta tecnologia a foglio o rullo che serva come alternativa al tappetino AM-2 per le operazioni di volo temporaneo o di spedizione. La stuoia AM-2 ha servito bene le forze armate statunitensi dalla guerra del Vietnam, ma i materiali e la tecnologia nel progetto di ricerca guidato da ITAMCO offriranno molti vantaggi rispetto alla stuoia AM-2″.

Tappetino per pista Purdue dell'Air Force

La stuoia AM-2 convenzionale è una pista mobile costituita da rettangoli metallici (solitamente in acciaio o alluminio) che misurano circa 2 x 12 piedi. Il tappetino è progettato per essere posizionato su superfici più deboli per consentire agli aerei militari di atterrare e decollare. Si dice che il nuovo tappetino per la pista stampato in 3D e concepito dal team Purdue sia più leggero dell’AM-2 e più resistente.

La nuova soluzione opaca è costituita da una superficie superiore che si incolla con una superficie inferiore. Il design si distingue per la sua geometria PXCM (Phase Transforming Cellular Material), che può resistere e mitigare il carico e le sollecitazioni degli aerei militari.

“I prodotti realizzati con la geometria PXCM hanno la capacità di passare da una configurazione stabile a un’altra configurazione stabile o metastabile e viceversa”, ha spiegato Zavattieri. “Ciò significa che il nuovo tappetino della pista potrebbe potenzialmente guarire da solo, risultando in una durata molto più lunga rispetto a una pista realizzata con tappetino AM-2. Un altro vantaggio è che i detriti sulla pista non ostacoleranno le prestazioni della pista con la nostra tecnologia”.

Con la recente sovvenzione di 1 milione di dollari dalla US Air Force , il ricercatore Purdue e i suoi partner di ITAMCO accelereranno lo sviluppo della passerella, passando alla fase di prototipazione e test. Nello specifico, i partner valuteranno la capacità del tappetino stampato in 3D di ripristinarsi al suo contorno originale e la piena capacità operativa entro 30 minuti dalla compattazione.

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!