IMPERIAL: un nuovo progetto per portare la stampa 3D per grandi formati sulla ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Non è una novità che l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) stia portando avanti differenti progetti legati all’utilizzo della stampa 3D nello spazio come, per esempio, l’introduzione all’interno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) della stampante 3D AMF di Made in Space o il sistema per il 3D printing spaziale MELT. Proprio su questo filone, nasce il nuovo progetto IMPERIAL, pensato per ampliare “l’arae di stampa” a bordo della ISS.

L’iniziativa, promossa da OHB System AG (società spaziale leader a livello europeo e consociata del gruppo tecnologico OHB SE), ha come obiettivo lo sviluppo di una stampante 3D che consenta agli astronauti a bordo della ISS di stampare parti tecniche più grandi e funzionali. La stampante 3D utilizzerà materiali termoplastici ad alte prestazioni e verrà realizzata da un consorzio guidato OHB System AG, al cui interno saranno presenti anche la società tedesca Sonaca Space GmbH, la portoghese BEEVERYCREATIVE e l’Institute of Technology di Athlone.

Attualmente il progetto IMPERIAL è in fase di sviluppo e OHB System AG, assieme ai suoi partner, stanno realizzando le prime parti funzionali di test per collaudare la macchina. Prima di poter andare a bordo della ISS, infatti, la stampante 3D dovrà superare una serie di test rigorosi, così da poter assicurare la realizzazione di parti funzionali capaci di garantire nuove strategie di manutenzione e di supporto vitale per il volo spaziale umano.

Autore Matteo Maggioni

Laureato in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Milano, nel corso degli anni Matteo si è specializzato nel mercato delle New Technologies, concentrandosi particolarmente sul mercato della stampa 3D e sulle sue possibili applicazioni nel mondo dell'Industria 4.0.

Da non perdere

Il metodo volumetrico di stampa 3D di EPFL può stampare oggetti in pochi secondi

I ricercatori dell’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Losanna (EPFL) hanno aperto la strada ad …