Helyx: Sigma rivoluziona il drone grazie ad HP

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sigma Ingegneria, fondata nel 2004 con sede a Lucca, società specializzata in applicazioni industriali, aerospaziali, della difesa e della ricerca, sta lavorando ad Helyx, un progetto pilota per cui utilizza la tecnologia di stampa 3D HP Multi Jet Fusion. L’azienda, che oggi conta 22 addetti, è da sempre fortemente orientata alla continua innovazione e allo sviluppo, puntando così ad un miglioramento continuo, da qui l’idea di produrre, per applicazioni racing e freestyle, un drone First-Person View (FPV). La FPV è un metodo per controllare un veicolo radiocomandato dal punto di vista del conducente, può essere pilotato in remoto da una prospettiva in prima persona grazie ad una videocamera installata a bordo.

Per dare vita all’ambizioso progetto di esplorare l’implementazione di tecnologie di progettazione generativa e di produzione additiva nell’industria dei veicoli aerei senza pilota (UAV), Sigma Ingegneria ha utilizzato stampanti 3D HP Multi Jet Fusion, e il nuovo materiale di HP 3D High Reusability PA 11.

La tecnologia Multi Jet Fusion, immessa nel mercato da HP,  non utilizza il laser, la polvere viene riscaldata in modo uniforme e lavorata da due agenti: uno di fusione e l’altro di dettaglio: il primo fonde selettivamente le particelle, il secondo migliora la risoluzione delle parti. Le lampade che si muovono sopra il letto di polvere scaldano il materiale contribuendo a distribuirlo uniformemente, in questo modo è possibile riutilizzare l’80% delle polveri servite durante il processo.

Helyx
LA stampante HP 3D fusion 4200

Con un sistema di stampa 10 volte più veloce e a metà del costo per parte prodotta, le stampanti 3D Multi Jet Fusion sfruttano 340 milioni di voxel al secondo. Le macchine di HP, Jet Fusion 4200 e la serie 500 a colori sono in grado di gestire più modelli in un ciclo di lavoro anche mentre la stampa è in esecuzione, è possibile monitorare in maniera avanzata e personalizzata le proprietà meccaniche, funzionali ed estetiche delle parti in termini di accuratezza e velocità.

Già non mancano i primi risultati dal punto di vista produttivo, infatti la tecnologia di stampa 3D ha permesso all’azienda di migliorare le prestazioni dei droni riducendone il peso (peso attuale: 87,5 g). Inoltre grazie alla tecnologia multijet fusion di cui parlavamo prima, sono stati accorciati i tempi di produzione, ottenendo una significativa riduzione dei costi di produzione.

Per quanto riguarda l’aspetto della progettazione i fattori chiave fondamentali per lo sviluppo di un telaio FPV sono essenzialmente tre: ridotta resistenza all’aria, peso ridotto e capacità di sopportare gli impatti. Questo insieme di parametri e le G-forces (fino a 7G) generate in volo hanno dato vita ad un quadricottero non convenzionale che mette in risalto i vantaggi di combinare approcci progettuali innovativi con tecnologie di produzione avanzate come la tecnologia di stampa 3D.

Helyx

Il telaio del drone è stato progettato con il nuovo software Generative Design di Autodesk e in questa fase sono stati sviluppati tre separati cicli di progettazione per ottimizzarne il peso e la resistenza. Per farlo sono state necessarie alcune preparazioni di file CAD, la prima delle quali è stata utilizzata per definire le geometrie da preservare e successivamente, una volta impostato il file, il software genera diverse possibilità per soddisfare i requisiti precedenti. Sarà poi compito del progettista scegliere la migliore opzione, considerando i diversi dati tecnici in base alle statistiche di ogni progetto.

Autore Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Da non perdere

Winsun realizza il primo muro al mondo per la protezione dei fiumi stampato in 3D

Situata nella regione di Jiangsu, la città di Suzhou è un’antica città mineraria che è …