EventiHardware

CMS Kreator porta l’LFAM ibrido a nuove velocità

Sviluppato in collaborazione con Fraunhofer IWU, il CMS Kreator può ora depositare fino a 100 kg di materiale all'ora.

0 Condivisioni

Il produttore di macchine industriali CMS SpA fa parte di un piccolo gruppo di aziende leader nella produzione additiva di grande formato. La versione hardware più recente dell’azienda, un aggiornamento di CMS Kreator, è all’avanguardia in questo segmento, combinando capacità di estrusione rapida e fresatura a 5 assi per produrre strutture di grandi dimensioni con tolleranze strette, il tutto riducendo al minimo gli sprechi di materiale e accelerando i tempi di produzione. Gli ultimi aggiornamenti di CMS al suo sistema, come vedremo più in dettaglio, includono più opzioni di estrusore e un volume di costruzione più ampio.

Sviluppato in collaborazione con Fraunhofer, CMS Kreator porta l'LFAM ibrido a nuove velocità, depositando fino a 100 kg di materiale all'ora.

Cosa porta in tavola CMS Kreator

Il potente sistema ibrido è stato sviluppato in collaborazione con l’Istituto Fraunhofer per le macchine utensili e la tecnologia di formatura (IWU) e si basa sul processo di produzione additiva per estrusione di viti (SEAM) dell’istituto. Questo metodo AM utilizza granuli termoplastici per ridurre i costi dei materiali ed è fino a otto volte più veloce rispetto alle tradizionali tecnologie di stampa 3D.

Il CMS Kreator combina i vantaggi di SEAM con una capacità di costruzione altamente versatile. Cioè, la testina di stampa della macchina ibrida può stampare verticalmente (0°) e orizzontalmente (90°), nonché con un angolo di 45°. Il componente di fresatura viene quindi utilizzato per trasformare le stampe dalla forma quasi netta in parti di grandi dimensioni con tolleranze eccellenti.

Sviluppato in collaborazione con Fraunhofer, CMS Kreator porta l'LFAM ibrido a nuove velocità, depositando fino a 100 kg di materiale all'ora.
La testina di stampa della macchina ibrida può stampare verticalmente
(0°) e orizzontalmente (90°, mostrato qui), nonché con un angolo di 45°
(mostrato sopra)

In termini di scala, la macchina può essere configurata per stampare parti nell’intervallo da 3 x 2 x 1 metri a 10 x 8,5 x 2,5 metri, significativamente più grandi della precedente iterazione del CMS Kreator. Nello spirito di adattabilità, CMS Kreator può anche essere dotato di estrusori di diverse dimensioni, consentendo agli utenti di scegliere di stampare a velocità da 10 kg/ora fino a 100 kg/ora.

CMS aggiunge che la sua soluzione ibrida LFAM può stampare a velocità fino a 16 m/min, rendendola più veloce rispetto ai sistemi di estrusione di grande formato concorrenti. Ciò è possibile grazie ad un nuovo software di slicing sviluppato appositamente per la piattaforma CMS. CMS afferma: “Il nuovo software di slicing… semplifica il processo e il controllo della temperatura, riducendo così i tempi di stampa e migliorando il flusso di lavoro di produzione.”

La velocità del sistema e la capacità di aumentare il volume di estrusione non solo aumentano la produttività per gli utenti finali, ma contribuiscono anche al vantaggio sostenibile del sistema. Poiché le parti possono essere costruite più velocemente, l’energia spesa per parte è ridotta al minimo. Inoltre, CMS afferma che il suo sistema può ridurre gli sprechi di materiale almeno dell’81% rispetto alle attuali tecnologie di produzione.

Sviluppato in collaborazione con Fraunhofer, CMS Kreator porta l'LFAM ibrido a nuove velocità, depositando fino a 100 kg di materiale all'ora.Il nuovo software di slicing…semplifica il processo e il controllo della temperatura, riducendo così i tempi di stampa e migliorando il flusso di lavoro di produzione.

Per quanto riguarda i materiali, CMS Kreator può raggiungere temperature di estrusione fino a 450°, il che apre molte possibilità di materiali. Secondo l’azienda, la stampante può lavorare, tra gli altri, granuli termoplastici realizzati con PLA, PP, PET, PA, ABS, PC, PEI e PESU. Anche le materie prime pellet della stampante sono generalmente rinforzate con fibre di vetro o carbonio discontinue per una maggiore resistenza. Se è richiesto un materiale specifico, CMS può collaborare per testare un nuovo materiale sulla sua piattaforma attraverso il CMS Kreator Additive Lab.

Applicazioni per il CMS ibrido Kreator

La piattaforma ibrida LFAM è stata sviluppata per servire le industrie che necessitano di utensili robusti e di grandi dimensioni, come quella aerospaziale, automobilistica e marina. La capacità di stampare strutture composite grandi fino a 10 x 8,5 x 2,5 metri apre enormi possibilità per il consolidamento della progettazione e l’efficienza complessiva della produzione. Esempi di applicazioni più specifiche per CMS Kreator includono maschere di lavorazione, master di laminazione e stampi diretti.

Sviluppato in collaborazione con Fraunhofer, CMS Kreator porta l'LFAM ibrido a nuove velocità, depositando fino a 100 kg di materiale all'ora.
La stampante può elaborare granuli termoplastici realizzati, tra
gli altri, in PLA, PP, PET, PA, ABS, PC, PEI e PESU.

L’iterazione più piccola del CMS Kreator (con un estrusore limitato a 10 kg/h) è stata impiegata per una gamma di applicazioni che indicano come il sistema ibrido più grande potrebbe essere utilizzato dai clienti CMS. Ad esempio, la società di ingegneria italiana Bercella ha sfruttato CMS Kreator per stampare stampi per la Restomod Maserati MV 3200 GTC e ha beneficiato di notevoli risparmi in termini di tempo e costi.

La società di progettazione automobilistica MDC Design ha anche integrato l’originale CMS Kreator per applicazioni di sostituzione dei metalli. Anche se non disponiamo di molti dettagli su questo case study protetto da NDA, sappiamo che MDC Design ha prodotto con successo un pezzo finito entro un mese e due giorni, mentre ci sarebbero voluti tre mesi per realizzarlo utilizzando l’alluminio più tradizionale. L’azienda ha inoltre ottenuto un notevole risparmio di peso passando a un materiale composito stampato.

Cerca CMS al JEC World 2024

CMS sarà presente al prossimo JEC World 2024, che si terrà dal 7 al 9 marzo a Paris-Nord Villepinte. Lì, i visitatori potranno saperne di più sugli entusiasmanti progressi dell’azienda nella sua soluzione di produzione additiva ibrida. Ci sono anche indizi secondo cui l’azienda rivelerà una nuova offerta, una soluzione di stampa autonoma. CMS può essere trovato nel padiglione 5 presso lo stand N58 all’evento sui compositi. Non perderti loro e la loro soluzione LFAM.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

This new market study from VoxelMatters provides an in-depth analysis and forecast of the three core segmen...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!