Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
ConsumerTendenze

Ciò che il settore dei consumatori richiede dal mercato dei professionisti

La produzione additiva viene sempre più adottata dai marchi di consumo che traggono vantaggio da una migliore personalizzazione, prodotti più leggeri e uno sviluppo più rapido del prodotto. Il settore consumer della produzione additiva comprende, tra gli altri, occhiali, calzature, attrezzature sportive, gioielli e moda. Mentre questo settore cresce, con più applicazioni della tecnologia di manifattura additiva in tutto, cresce anche la domanda di professionisti di talento E così anche la domanda di conoscenza tra quei professionisti creativi che cercano di portare avanti la loro attività con la produzione additiva.

La richiesta di conoscenza

Una crescente domanda di conoscenza satura l’industria dell’AM con organizzazioni e individui, cercando di migliorarsi per sfruttare al meglio la tecnologia.

L’ indagine sulla produzione additiva del 2019 di Alexander Daniels Global mostra una chiara domanda di conoscenza tra i professionisti AM, con il 29% degli intervistati che prevede di frequentare corsi specifici di AM e il 31% che prevede di partecipare a corsi di formazione interni dell’azienda su AM. Inoltre, il sondaggio mostra una domanda specifica per i corsi su “General AM” e “Design for AM”.

Sia la conoscenza generale di AM sia il design per AM (DfAM) sono particolarmente utili per questi verticali di consumo, specialmente se desiderano trasformare il loro portafoglio attuale in file e prodotti stampabili in 3D.

La domanda di professionisti

Il divario tra competenze e carenza di talenti che satura l’industria manifatturiera additiva è applicabile anche al verticale del consumatore. Con la crescita del settore, le aziende richiedono professionisti esperti in misura maggiore rispetto a quanto esista sul mercato.

Per il settore dei consumi, molti dei lavori tradizionali vengono esternalizzati nella consolidata infrastruttura di stampa 3D. Ad esempio, un designer di gioielli può esternalizzare l’effettiva stampa e post-elaborazione dei propri prodotti a un ufficio di assistenza e può ottenere assistenza su materiali e applicazioni da società di consulenza sulla stampa 3D. Pertanto, lavori come ingegneria di processo, servizi e tecnici non sono sempre necessari per le organizzazioni del settore dei consumatori. La domanda di professionisti è quindi focalizzata sullo sviluppo di una strategia di stampa 3D, per la quale i professionisti del design e delle applicazioni sono cruciali.

Lo sviluppo di una strategia di stampa 3D implica la risposta a domande chiave come “Cosa possiamo stampare?”, “Con quali macchine?”, “Quale tipo di stampa?”, “Quali materiali?”, “Cosa possiamo fare internamente e quali esigenze di esternalizzazione ?” e molte altre. Gli ingegneri applicativi sono fondamentali per identificare e sviluppare applicazioni di produzione della stampa 3D; la loro conoscenza ed esperienza con casi d’uso, macchine e materiali AM sono fondamentali per capire dove e come un’azienda possa ottenere il massimo dalla produzione additiva.

I professionisti del design sono fondamentali per le aziende nel convertire parti dal loro attuale portafoglio di prodotti per la stampa 3D: i progettisti osservano il portfolio e, insieme agli ingegneri delle applicazioni, osservano dove, come e perché i prodotti possano essere stampati in 3D per sfruttare vantaggi come personalizzazione e riduzioni di spreco e rischio.

Le competenze richieste

Oltre a specifiche discipline lavorative in forte domanda di verticali di consumo, esiste una serie di competenze ed esperienze molto ricercate in ogni professionista che cerca di avere successo nel verticale di consumo della produzione additiva.

•Creatività: trovare nuove applicazioni per AM, stampare nuove parti usando AM e inventare nuovi materiali per la stampa, tutti richiedono creatività, specialmente quando si tratta di creare prodotti di consumo.

•Esperienza di lavoro con materie plastiche e polimeri: attualmente, la maggior parte delle applicazioni di consumo per la tecnologia di stampa 3D utilizza materie plastiche e polimeri. Avere esperienza di lavoro con questi materiali può fornire un vantaggio ai professionisti nel comprendere la portata e le possibilità di produzione.

•Ampia conoscenza della produzione: la produzione additiva non è una singola tecnologia, ma un intero insieme integrato di tecnologie e processi di produzione. Avere una vasta conoscenza della produzione consente ai professionisti di comprendere meglio la relazione tra i diversi processi, materiali e tecnologie. Ciò li aiuterà a innovare e ottimizzare i prodotti di consumo utilizzando la produzione additiva.

La crescita nell’adozione della produzione additiva nel settore dei consumi ha portato, tra le altre cose, queste tre aree di domanda. Se il settore dei consumatori deve continuare la sua crescita, la conoscenza e l’esperienza sono fondamentali per avere successo.

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!