Ambiente

Microclima urbano stampato in arenaria 3D proposto per Abu Dhabi

Barberio Colella Architetti e il dott.Angelo Figliola hanno proposto un progetto per migliorare la percezione della temperatura nel microclima urbano di Abu Dhabi utilizzando arenaria stampata in 3D. Il progetto si concentra su una città la cui temperatura media per il 2019 era di 28,9 gradi Celsius quella media annuale degli Emirati Arabi Uniti nel 2019 era di 29,1 gradi Celsius. Il mese più caldo della città è agosto; gli architetti e il design del dottor Figliola progettano temperature di 26 gradi Celsius in agosto. Questo sostanziale effetto rinfrescante aiuta a rendere più confortevoli le aree mirate.

Il progetto proposto è costruito attorno a blocchi di arenaria, che emula l’architettura tradizionale degli Emirati Arabi Uniti. Il design utilizza spazi a volta per creare ombreggiature all’interno della città mentre la luce solare filtra attraverso i pannelli stampati a reticolo e le strutture di supporto verticali sono perforate per consentire un flusso d’aria veloce in tutto lo spazio. Piscine di evaporazione in piedi circondano l’interno, con palme autoctone piantate in posizioni centrali. L’acqua stagnante e la vegetazione contribuiscono a conferire allo spazio una sensazione più fresca mantenendo l’acqua sospesa nell’aria; le cascate sono anche progettate nello spazio per aerosolizzare le particelle d’acqua. Queste caratteristiche combinano un flusso veloce con un’umidità confortevole per raffreddare l’aria.

L’arenaria è il fondamento di questo design. Ogni parte dello spazio viene stampata utilizzando la tecnologia binder jetting. Questo metodo è efficace perché le forme vengono create in loco con un alto livello di precisione. La sabbia locale viene mescolata con un pigmento termoriflettente e legata nel processo di stampa in forme leggere ma robuste. Queste forme si combinano nelle strutture pianificate.

Una delle principali strategie di riduzione del calore passivo per queste strutture imita le tecniche di costruzione comuni in tutto il Mediterraneo: le volte in arenaria sono progettate per avere uno spessore di 55 centimetri. Le spesse pareti in questo clima costiero catturano il calore prima che penetri negli spazi abitabili. Questo fenomeno, noto come “massa termica” o “capacità termica”, si verifica quando le pareti dell’edificio immagazzinano calore. Il calore accumulato viene irradiato nel cielo notturno senza mai intaccare gli abitanti.

Le strategie termiche passive sono migliorate con la tecnologia attiva a bassa tecnologia. Un sistema di nebulizzazione ad alta pressione che riduce ulteriormente la percezione umana della temperatura ambiente. La micro nebbia fine creata da questo sistema evapora rapidamente sulle superfici. L’evaporazione trasferisce l’energia termica dalla superficie all’aria. Un’ulteriore serie di tubi di raffreddamento sarà realizzata nelle pareti in arenaria. Questo sistema esalta la massa termica delle strutture trasferendo il calore in acqua e fuori dallo spazio abitativo.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!