Stampa 3D per l'emergenza COVID-19

L’Università di Nottingham progetta scudi facciali in 3D certificati per NHS

Un team di ingegneri dell’Università di Nottingham ha sviluppato uno schermo facciale stampato in 3D che è stato certificato dalla CE per l’uso nel National Health Service (NHS) nel Regno Unito. Il team sta sfruttando le risorse di stampa 3D dal Centro di produzione additiva dell’Università, nonché da partner locali per produrre e consegnare 5.000 schermi facciali al servizio sanitario nazionale e agli operatori sanitari della comunità di Nottingham.

I dispositivi di protezione individuale (DPI) si basano su un design dell’archetto open source rilasciato da HP , che è stato modificato per soddisfare le linee normative stabilite da BSI, l’ente nazionale per gli standard del Regno Unito, e per garantire il massimo livello di protezione per gli operatori sanitari. Lo scudo facciale stampato in 3D modificato ha superato con successo i test BSI e ha ricevuto l’approvazione CE per essere utilizzati come DPI per gli operatori sanitari nella lotta contro il COVID-19.

Visiera dell'Università di Nottingham

“Il nostro obiettivo primario era garantire la consegna di una soluzione DPI sicura e certificata in modo che gli operatori sanitari potessero avere fiducia nelle apparecchiature che stanno utilizzando”, ha affermato il professor Richard Hague, direttore del Center for Additive Manufacturing. “Utilizzando la flessibilità della produzione additiva e della tecnologia di taglio laser, siamo stati in grado di arrivare a un progetto, farlo testare e approvare, quindi fabbricato e consegnato in un arco di tempo molto rapido. Abbiamo anche avuto un incredibile supporto da parte dei nostri collaboratori nell’ottenere questi schermi facciali per il SSN: il lavoro di squadra e la disponibilità ad aiutare delle persone è stato davvero commovente e siamo tutti estremamente orgogliosi di poter contribuire alla lotta della nazione contro il coronavirus”.

Le fasce per la protezione dello schermo facciale stampate in 3D saranno distribuite in strutture NHS a Nottingham all’interno di confezioni con cinque visiere di ricambio per schermo facciale e istruzioni dettagliate per un uso ottimale. I progetti per lo scudo facciale approvato CE sono stati rilasciati anche come file open source e il team di tecnici spera che altri produttori contribuiranno ad aumentare la produzione. Va notato, tuttavia, che i produttori devono ancora presentare i loro prodotti per i test alla BSI per ottenere la certificazione CE.

“Siamo estremamente grati all’Università di Nottingham per lo sviluppo e la fornitura di visiere che faranno davvero la differenza per migliaia di operatori sanitari che lavorano in prima linea per l’epidemia di coronavirus”, ha dichiarato il dott. James Hopkinson, presidente della Joint Clinical Chair di NHS Nottingham e Nottinghamshire. “Pacchetti di scudi facciali sono già stati consegnati e abbiamo in programma di condividerli con una serie di altri lavoratori chiave, come le persone che si prendono cura degli altri a casa”.

Visiera dell'Università di Nottingham

La visiera stessa è composta da una fascia stampata in 3D, una visiera PET tagliata al laser con rivestimento anti-appannamento e una cinghia regolabile. Come accennato, il design dell’archetto è stato adattato da quello dei DPI di HP, che è stato scelto perché integra una copertura nella parte superiore dello scudo che impedisce ai fluidi di entrare negli occhi dall’alto. La modifica chiave al design HP è stata l’ampliamento dell’elemento avvolgente della visiera, sebbene siano state apportate anche altre modifiche per migliorare il comfort.

L’Università di Nottingham sta producendo i DPI utilizzando la propria tecnologia di sinterizzazione laser EOS interna e ha ricevuto il supporto di Matsuura Machinery UK , che sta stampando le fasce usando il processo MultiJet Fusion di HP. Altri partner locali come Prime Group e Nottingham Trent University, stanno contribuendo a ridimensionare la produzione di visiere e cinturini con taglio laser.

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!