BiostampaRicerca

L’Aston University installerà la biostampante 3D Quantum X

A seguito di una sovvenzione da parte del Biotechnology and Biological Sciences Research Council (BBSRC)

0 Condivisioni

Aston University riceverà una biostampante 3D Quantum X all’avanguardia, un prodotto congiunto delle aziende BICO, a seguito di una sovvenzione di £ 612.176 da parte della Biotecnologia e delle Scienze Biologiche Ricerca Consiglio (BBSRC). Il team che ha ricevuto la sovvenzione è guidato dal professor Rhein Parri della Aston Pharmacy School, che ha presentato domanda in risposta al bando di finanziamento ALERT 2022 di BBSRC per apparecchiature di fascia media per la ricerca sulle bioscienze CELLINK e Nanoscribe.

La stampante consentirà ai ricercatori di stampare cellule con orientamenti simili a quelli presenti negli organi del corpo, come il cervello e il fegato. Le strutture e gli orientamenti delle cellule, come i neuroni nel cervello, influenzano il modo in cui interagiscono e si connettono, quindi essere in grado di stampare cellule e tessuti in 3D consentirà ai ricercatori di studiarli meglio e di sviluppare una maggiore comprensione di come funziona il corpo.

L’Aston University installerà la biostampante 3D Quantum X per la ricerca medica a seguito di una sovvenzione di £ 612.176 da parte del (BBSRC).

Quantum X bio utilizza la polimerizzazione a 2 fotoni (2PP) per stampare strutture 3D in modo estremamente preciso. Nel processo di polimerizzazione 2PP, un laser viene focalizzato su un liquido fotosensibile che polimerizza in un solido nel punto in cui il raggio laser lo colpisce. Il laser si muove all’interno del liquido in tre dimensioni per produrre la struttura solida desiderata. Qualsiasi liquido rimanente viene lavato via e la struttura può quindi essere utilizzata. La Quantum X bio utilizza polimeri biocompatibili per stampare strutture contenenti caratteristiche fino a dimensioni di 200 nm, aprendo molte nuove linee di ricerca.

Altri ricercatori dell’Aston University coinvolti nella proposta di sovvenzione insieme al professor Parri includevano la professoressa Roslyn Bill, la dottoressa Emma Shepherd, il dottor Philip Kitchen e il dottor John Simms della School of Biosciences, e il dottor Craig Russell e Nathan Suray della Aston Pharmacy School. Del team facevano parte anche Paul Gretton e il professor Edik Rafailov della Facoltà di ingegneria e scienze fisiche.

Il professor Parri guiderà un team per creare strutture stampate in 3D per supportare la crescita di reti di cellule cerebrali umane chiamate astrociti. Nelle colture 2D standard, gli astrociti formano reti casuali, ma con la biostampante i ricercatori saranno in grado di creare reti più ordinate come quelle trovate nel cervello. Il team sarà in grado di studiare le funzioni degli astrociti nelle funzioni cerebrali come il sonno e la plasticità sinaptica, un meccanismo ritenuto importante per la memoria e l’apprendimento.

Il professor Bill studierà la barriera emato-encefalica. Quando viene interrotto, agenti patogeni, neurotossine e altre sostanze possono entrare nel cervello, causando risposte immunitarie e infiammatorie. La rottura della barriera è più comune quando le persone invecchiano e può portare alla degenerazione cerebrale. La professoressa Bill e il suo team “stamperanno” effettivamente un modello di barriera emato-encefalica per consentire uno studio migliore delle sue funzioni critiche.

Il dottor Shepherd stamperà modelli 3D morbidi di un tipo di cellule epatiche chiamate cellule endoteliali sinusoidali (LSEC), che formano una barriera tra il fegato e le cellule del sangue, contenente pori che consentono il passaggio di sostanze come ossigeno e metaboliti, nota come fenestrazione. L’invecchiamento e alcune malattie possono causare la perdita di questa finestratura vitale, compromettendo la funzionalità epatica. Con i modelli, il dottor Shepherd potrà studiare la biologia della finestratura.

Aston University riceverà una biostampante 3D Quantum X all'avanguardia, un prodotto congiunto delle aziende BICO
Rete organica realizzata in Nanoscribe IPX-Q: Quantum X bio consente la fabbricazione di parti su scala millimetrica con caratteristiche micrometriche, come questa membrana.

Il dottor Russell prevede di sviluppare un modello per la somministrazione di farmaci all’occhio, concentrandosi sulla cornea. Il processo 2PP gli consentirà di replicare gli strati della cornea, effettivamente una “cornea su chip” che include strati di tessuto e film lacrimale, per studiare come vengono trasportati i farmaci.

Il dottor Simms studierà un tipo di proteina sulla superficie cellulare chiamata recettori accoppiati a proteine ​​G (GPCR) che rilevano le molecole all’esterno delle cellule del corpo e attivano le risposte cellulari all’interno delle cellule. Recentemente è stato dimostrato che i GPCR rispondono anche a stimoli meccanici, come il magnetismo, una funzione nota come meccanosensibilità. I GPCR sono un obiettivo importante per i medicinali e il dottor Simms utilizzerà la Quantum X bio per stampare pareti cellulari su misura con GPCR incorporati all’interno per studiare la meccanosensibilità, aprendo potenzialmente strade alla scoperta di nuovi farmaci.

Il professor Parri si aspetta che Quantum X bio favorisca collaborazioni di ricerca, riunendo comunità scientifiche, come quelle della biologia cellulare, degli organi su chip e della microfluidica, per condividere la conoscenza. La sua installazione completerà e migliorerà l’esperienza dell’Aston University nella stampa 3D dell’Advanced Prototype Facility presso il College of Engineering.

Aston University riceverà una biostampante 3D Quantum X all'avanguardia, un prodotto congiunto delle aziende BICO
Stampa con acido ialuronico (HA) di Advanced BioMatrix: Quantum X bio supporta la stampa di idrogel e altri materiali personalizzati attraverso il suo ambiente sterile a temperatura e umidità controllate. Le topografie 2.5D stampate con HA dimostrano la libertà di progettazione e la flessibilità dalle membrane uniformi a quelle strutturate in modo casuale.

“Questa nuova biostampante trasformerà la nostra capacità presso l’Aston University e nelle più ampie West Midlands di condurre la stampa 3D e fare nuove scoperte nella ricerca di base biologica e di ingegneria dei tessuti”, ha affermato il professor Parri.

La Quantum X bio è la prima biostampante del suo genere ad essere installata da Nanoscribe nel Regno Unito e sarà resa disponibile alla più ampia comunità di ricerca delle Midlands Innovation Universities di Birmingham, Loughborough, Nottingham, Leicester e Warwick. L’Aston University sta preparando una stanza con un ambiente controllato per ospitare la stampante e le strutture associate per la coltura cellulare. Si prevede che la biostampante sarà in uso dall’aprile 2024.

“Al centro della nostra missione c’è l’impegno a potenziare i ricercatori con tecnologie di bioprinting all’avanguardia, promuovendo nuove scoperte scientifiche. L’acquisizione del Quantum X bio da parte dell’Aston University segna un passo significativo verso il progresso della ricerca nell’ingegneria dei tessuti e nella scoperta di farmaci nel panorama della ricerca del Regno Unito”, ha affermato Cecilia Edebo, CEO di CELLINK. “Insieme a Nanoscribe, membri del gruppo BICO, siamo entusiasti di continuare il nostro sostegno alla comunità di ricerca e siamo entusiasti di assistere agli incredibili risultati che emergeranno senza dubbio dall’uso di questa tecnologia innovativa”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

1,346 polymer and metal AM companies and 143 end-users. Consumer products AM generated $2.6 billion in 2023...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!