Il cestista Marco Ceron torna a giocare grazie alla protesi cranica stampata in 3D da MT Ortho

Marco Ceron in ospedale dopo l'operazione. Foto dalla pagina Facebook del team Leonessa Brescia
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nell’ultimo intervento alla testa, andato a buon fine, il cestista Marco Ceron ha ricevuto un protesi cranica stampata in 3D dagli specialisti di MT Ortho, una delle prime società al mondo ad offrire questo tipo di servizi altamente personalizzati.

Il 27enne cestista della Leonessa Brescia si era gravemente infortunato durante una partita di serie A, contro l’Auxilium Torino lo scorso novembre, quando aveva subito la frattura dell’osso temporale dopo uno scontro di gioco fortuito. Dopo un primo intervento chirurgico durato oltre quattro ore, il 26enne era stato trasportato subito in ospedale, ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia degli Spedali Civili di Brescia per la rottura dell’osso temporale sinistro. L’indomani era stato sottoposto all’intervento chirurgico per la riduzione della frattura.

Marco Ceron
Un esempio di protesi CMF realzizata da MT Ortho

Ora, a distanza di alcuni mesi dopo essersi sottoposto all’operazione a Brescia,  condotta dottor Fontanella, Ceron ha dovuto affrontare questo secondo intervento che è stato condotto all’ospedale Le Molinette di Torino. Grazie a questa protesi in titanio, realizzata speficiamente per lui attraverso l’acquisiziuone dei dati della TAC, Ceron potrà ora tornare a giocare a basket. Il dottor Francesco Zengam, che ha lavorato con MT Ortho allo sviluppo della protesi, l’ha applicata all’osso del cranio temporale, fratturatosi in più punti.

“Ringrazio il dottor Zengam e le Molinette di Torino – ha scritto Ceron su Instagram – per l’operazione terminata con successo in seguito a quella già subita precedentemente a Brescia dal dottor Fontanella. Mi permetterà di tornare regolarmente all’attività. Mi sembra passata una vita e non vedo l’ora di rimettere le scarpe ai piedi e tornare a fare quello che amo”.

MT Ortho è una società quasi unica nel suo campo, che utilizza le più avanzate tecnologie EBM di stampa 3D in titanio attraverso sistemi Arcam (GE Additive) installati nel suo stabilimento situato vicino ad Acireale, in provincia di Catania. Stampare in 3D le protesi in titanio, infatti, è solo una parte del processo di personalizzazione possibile grazie alla stampa 3D. La chiave per una protesi davvero funzionale e idonea al singolo paziente è soprattutto nella capacità di lavorare a stretto contatto con i team chirurgici per disegnare, usando i più avanzati software CAD, protesi che possano effettivamente essere stampate in 3D e utilizzate nel corpo umano.

Una delle stampanti 3D EBM Arcam/GE Additive presso lo stabilimento di MT Ortho

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Hearables 3D stampa in 3D dispositivi acustici in meno di un’ora

Dall’Australia arriva una nuova evoluzione nel campo dei dispositivi personalizzati prodotti tramite la stampa 3D. …

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!