Aerospaziale

CRP Technology stampa in 3D parti per il drone FLYING-CAM Discovery

La protezione degli attuatori del rotore di coda funzionale è stata sinterizzata al laser utilizzando materiali compositi Windform XT 2.0

0 Condivisioni

FLYING-CAM, leader mondiale nella progettazione e produzione di elicotteri senza pilota e pioniere dei servizi di ripresa professionale con droni, ha celebrato il suo 30° anniversario con la prima mondiale di Discovery, il suo nuovissimo sistema di velivoli senza pilota.

La collaborazione a lungo termine di CRP Technology con lo sviluppatore di soluzioni aviotrasportate senza pilota, il pluripremiato FLYING-CAM, ha portato alla costruzione dell’alloggiamento del cambio del rotore di coda dell’UAV Discovery. La parte è stampata in 3D in materiale composito Windform XT 2.0 ed è pronta per il volo con un buon rapporto peso-resistenza.

L’azienda belga si è rivolta a CRP Technology e alle sue soluzioni avanzate per la produzione additiva utilizzando il processo di fusione a letto di polvere (PBF) con polimeri compositi rinforzati con fibre, al fine di completare la costruzione di Discovery.

Il progetto FLYING-CAM Discovery

Il Discovery è un elicottero senza pilota a rotore singolo con peso massimo al decollo (MTOW) di 75 kg, finora il sistema più grande e versatile di FLYING-CAM con caratteristiche di maggiore resistenza. FLYING-CAM ha coinvolto CRP Technology nella produzione dell’alloggiamento del cambio del rotore di coda della Discovery, ovvero l’alloggiamento principale collegato al braccio di coda principale.

Emmanuel Previnaire, fondatore e CEO di FLYING-CAM, ha dichiarato: “Con il potenziale che i droni offrono al mercato civile e l’interesse per i voli Beyond Visual Line Of Sight (BVLOS), abbiamo ritenuto che fosse il momento giusto per sviluppare un drone in grado di non solo acquisiscono splendide immagini per film, programmi televisivi e spot pubblicitari, ma potrebbero trasportare una varietà di carichi utili per raccogliere i dati necessari per altre applicazioni industriali”.

“Il risultato è stata la creazione del ‘super drone’ chiamato Discovery, completamente integrato con i sensori all’avanguardia scelti con cura per abbinare la qualità suprema della piattaforma per una varietà di applicazioni che vanno dall’industria dell’intrattenimento, alla sicurezza interna, al monitoraggio della terra e in telerilevamento generale ad alta precisione”.

Per completare un drone così impareggiabile, FLYING-CAM aveva bisogno di contare su un partner tecnologico capace e all’avanguardia, in grado di mantenere i suoi standard di alta qualità nella costruzione di componenti affidabili. Per questi motivi, FLYING-CAM ha optato per le soluzioni di produzione additiva di CRP Technology con la sua gamma proprietaria di materiali compositi Windform TOP-LINE ad alte prestazioni.

Stampa 3D di una parte funzionale

Lo scopo del progetto era creare una protezione fisica e aerodinamica leggera ma rigida per gli attuatori del rotore di coda e l’antenna GPS dell’elicottero a rotore singolo senza pilota MTOW denominato Discovery,

Per soddisfare i requisiti e gli standard di FLYING-CAM, CRP Technology ha optato per un processo di stampa 3D con polimeri compositi rinforzati con fibre (Powder Bed Fusion – PBF; in particolare Selective Laser Sintering) e Windform XT 2.0 come materiale di costruzione.b 

Windform XT 2.0 è un composito per stampa 3D a base di poliammide caricato con fibra di carbonio, particolarmente adatto per applicazioni impegnative in settori quali sport motoristici, aerospaziale e UAV.

Ha sostituito la precedente formula di Windform XT nella famiglia di materiali Windform TOP-LINE per PBF creata dalla tecnologia CRP, con miglioramenti nelle proprietà meccaniche tra cui un aumento del +8% della resistenza alla trazione, +22% del modulo di trazione e +46 Aumento % dell’allungamento a rottura.

La scelta del materiale è stata molto accurata, in quanto il pezzo è stato concepito per resistere a problematiche specifiche: “Il componente – ha aggiunto Previnaire – è stato progettato per essere agganciato al boma di coda, e supportare anche la piastra in carbonio utilizzata come protezione al suolo del rotore di coda. Per questo motivo era necessaria una buona resistenza allo stress”.

FLYING-CAM ha celebrato il suo 30° anniversario con la prima mondiale di Discovery, il suo nuovissimo sistema di velivoli senza pilota

“La forza di serraggio dipende dalle capacità del materiale da costruzione. Abbiamo scelto Windform XT 2.0 perché ci permette di ottenerlo con un buon rapporto peso-resistenza”.

Le proprietà meccaniche e termiche dei materiali Windform sono strettamente legate alle caratteristiche del processo produttivo della stampa 3D. In effetti, la combinazione di entrambi produce parti stampate in 3D senza precedenti e altamente tecnologiche, pronte per essere utilizzate.

Previnaire ha inoltre sottolineato che “l’aspetto più innovativo nell’arruolare il processo di stampa 3D e i materiali compositi forniti da CRP Technology, è il design della forma libera, importante per scopi aerodinamici, nonché la capacità di creare canali di cablaggio complessi all’interno con forti punti di attacco, in un unico pezzo”.

“Il processo PBF e i materiali Windform consentono la creazione di parti cave con molti dettagli funzionali, come l’integrazione di dadi di fissaggio e punti di attacco dei cavi. Questo è un valore aggiunto che si adatta perfettamente ai nostri scopi e standard”.

Un partner tecnologico

I sistemi di FLYING-CAM sono cambiati negli anni, per essere sempre al passo con le richieste del mercato.

“In passato – precisa Previnaire – si poteva restare in attività con un prodotto per 15 anni. Ora, ogni sei mesi devi aggiornare. Per questo motivo, abbiamo progettato una piattaforma che segue il ritmo della tecnologia. Per stare al passo con la tecnologia in continua evoluzione nel settore degli UAS e per ottenere i massimi livelli di affidabilità, sicurezza, precisione e adattabilità per affrontare una varietà di missioni, come la mappatura e le ispezioni, ci affidiamo a partner che non solo offrono soluzioni tecnologiche all’avanguardia, ma sono precursori di innovazioni tecnologiche di massimo livello, e CRP Technology è tra queste”.

Abbiamo iniziato a collaborare con CRP Technology molti anni fa, per la realizzazione di SARAH 3.0, il nostro sistema aereo elettrico senza pilota a decollo e atterraggio verticale (VTOL), ora sostituito da SARAH 4.0.

La tecnologia CRP ha stampato in 3D la struttura della cellula, il sistema di raffreddamento della guida dell’aria, l’unità di coda e il collegamento della batteria principale.

SARAH, così come Discovery, è una soluzione all’avanguardia di “intelligenza aerea senza pilota” e possibile solo padroneggiando tutte le tecnologie e le abilità coinvolte.

Nel 2014 FLYING-CAM è stata premiata con l’Oscar per la scienza e l’ingegneria per lo sviluppo di SARAH. La citazione recita, con una raffinatezza senza precedenti, che SARAH di FLYING-CAM ottiene scatti impossibili per elicotteri a grandezza naturale, sistemi di cavi o altri tradizionali dispositivi di supporto per telecamere.

Previnaire ha dichiarato: “Non siamo outsider, abbiamo vinto 2 Oscar e 1 Emmy Award, ma questo specifico premio Sci-Tech ci riempie di orgoglio in quanto è un’ulteriore attestazione del nostro approccio professionale, che è sempre quello di puntare all’eccellenza, e applicare la conoscenza dell’aviazione generale e il dirigibile. Questo metodo distinto non solo continuerà a spingere gli ingegneri dell’azienda verso il vertice del successo, ma ci guida anche nella scelta dei partner di produzione, che devono dimostrare con i fatti di essere sulla nostra stessa lunghezza d’onda. A partire da SARAH, la nostra collaborazione con CRP Technology è continuata da allora”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2022
Polymer AM Market Opportunities and Trends

741 unique polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated $4.6 bi...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!