MaterialiStampa 3D - Processi

AM di ceramica elettricamente conduttiva mostrata per elementi riscaldanti

Come parte di un progetto di ricerca e sviluppo di PolyMerge, TIWARI Scientific Instruments e Fraunhofer IKTS

0 Condivisioni

Nell’ambito di un progetto di ricerca e sviluppo, PolyMerge GmbHTIWARI Scientific Instruments GmbH e Fraunhofer IKTS (il Fraunhofer Institute for Ceramic Technologies and Systems Dresden) hanno sviluppato un processo per la produzione additiva di componenti multimateriale di ceramica, che possono essere riscaldati fino a 1400 °C, per la saldatura senza contatto di componenti in plastica tramite riscaldamento a infrarossi. Il processo AM che utilizza ceramiche elettricamente conduttive è stato mostrato per elementi riscaldanti complessi.

AM di ceramica elettricamente conduttiva mostrata per elementi riscaldanti da Tiwari, Polymerge e Fraunhofer IKTS

In contrasto con le tecnologie all’avanguardia, che utilizzano emettitori di vetro al quarzo o lamina di metallo, questa nuova tecnologia offre una libertà geometrica e una flessibilità di produzione molto maggiori grazie alla fabbricazione con stampa 3D. L’obiettivo di sviluppo di PolyMerge GmbH, Germania, un produttore di macchine per la saldatura della plastica, era sviluppare emettitori complessi per il riscaldamento senza contatto e l’unione di componenti in plastica in tempi di ciclo brevi. Un team di Fraunhofer IKTS, Germania, ha supportato lo sviluppo con il suo know-how sui processi e sui materiali insieme all’esperienza di stampa 3D di TIWARI Scientific Instruments GmbH

Nel progetto, è stata utilizzata la fabbricazione di filamenti fusi per ceramica (CerAM FFF) per produrre emettitori personalizzati. La stampa 3D delle varie strutture è stata eseguita a una temperatura moderata di 160°C, a una velocità di 25 mm/s e con un’altezza dello strato di 150 μm. TIWARI Scientific Instruments GmbH, una startup supportata dall’ESA in Germania, ha utilizzato una stampante 3D commerciale con una testina di stampa modificata per produrre in modo additivo le parti. L’estrusione precisa del filamento e l’ottima adesione con il piano di stampa hanno permesso di produrre le parti con dettagli elevati e senza distorsioni. Il processo di produzione applicato consente un design multicomponente. In questo modo, è stata utilizzata una combinazione di materiale ceramico elettricamente conduttivo e elettricamente isolante per produrre la sofisticata struttura del riscaldatore.

AM di ceramica elettricamente conduttiva mostrata per elementi riscaldanti da Tiwari, Polymerge e Fraunhofer IKTSIl materiale di base utilizzato per l’AM di ceramiche elettricamente conduttive per produrre gli elementi riscaldanti era nitruro di silicio (Si3N4), che è stato miscelato con disiliciuro di molibdeno elettricamente conduttivo (MoSi2). Questo materiale composito ceramico elettricamente conduttore ha un’eccellente resistenza alle alte temperature e resiste a carichi strutturali elevati anche durante il riscaldamento. Il secondo materiale di composizione simile, ma con un contenuto di MoSi2 inferiore, è stato sviluppato per fornire isolamento elettrico o per irrigidire le strutture in filigrana del componente conduttivo. Il materiale elettricamente conduttivo e quello elettricamente isolante sono stati combinati in una parte a due componenti mediante una produzione multimateriale. Un altro vantaggio della ceramica e della parte multimateriale fabbricata è la resistenza alla corrosione. Il materiale elettricamente isolante può essere utilizzato anche per proteggere il componente conduttivo dalla corrosione, prevenendo l’ossidazione e aumentando la stabilità del ciclo.

Oltre alle applicazioni relative alla saldatura senza contatto presso PolyMerge, la tecnologia e il processo consentiranno anche la produzione di componenti per applicazioni aerospaziali, come iniettori leggeri ad autoaccensione e altre applicazioni simili nei sottosistemi di propulsione.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!