MaterialiMetalli

AddUp ha rilasciato l’acciaio AISI 420 per lo stampaggio a iniezione complesso

Il materiale è comunemente usato per lo stampaggio a iniezione di materie plastiche e ora può essere stampato in 3D

0 Condivisioni

Il gruppo AddUp, un OEM globale di produzione di additivi metallici, ha rilasciato una ricetta per modellare l’acciaio AISI 420. Questo materiale, comunemente utilizzato nel campo dello stampaggio ad iniezione di materie plastiche, può ora essere utilizzato per la produzione additiva. L’acciaio AISI 420 consentirà ai produttori di utensili di sviluppare stampi nuovi, più complessi e più efficienti ed è ora disponibile per tutte le macchine FormUp 350 New Generation Powder Bed Fusion (PBF).

AddUp ha rilasciato il suo acciaio AISI 420, un materiale comunemente utilizzato per lo stampaggio a iniezione di materie plastiche che ora può essere stampato in 3D.
Stampo ad iniezione stampato in 3D con acciaio AISI 420.

AddUp, una joint venture tra Michelin e Fives, è una delle prime aziende nel settore della stampa 3D in metallo a offrire una ricetta per implementare l’acciaio AISI 420. Indicato anche nella norma tedesca come 1.4021, o 1.2083, questo acciaio inossidabile è comunemente utilizzato per la fabbricazione di stampi per lo stampaggio ad iniezione di materie plastiche, in quanto possiede sia un’elevata resistenza meccanica che una buona resistenza alla corrosione. Questo sviluppo per AISI 420 si aggiunge a un già ampio portafoglio di materiali che AddUp offre per il settore degli utensili, tra cui l’acciaio inossidabile 316L e l’acciaio Maraging 300 (M300).

“A differenza delle leghe appositamente progettate per la produzione additiva, che richiedono agli utenti di investire nello sviluppo di un’adeguata post-elaborazione, qui offriamo un grado ampiamente utilizzato”, ha affermato Frédéric Sar, Materials Manager di AddUp. “Con l’AISI 420 le operazioni di post-stampa sono identiche a quelle dei pezzi prodotti per forgiatura. Le soluzioni esistenti nei trattamenti termici, nei trattamenti superficiali, nelle impostazioni di lavorazione e nelle qualità degli inserti sono direttamente applicabili alle parti stampate”.

Come risultato di questo sviluppo, i produttori hanno a disposizione un’ampia gamma di trattamenti, consentendo loro di mirare a proprietà specifiche per ogni applicazione. Ad esempio, i trattamenti termici di tipo “tempra/rinvenimento” già disponibili per l’acciaio 420 grezzo consentono alle parti stampate di mostrare caratteristiche di resistenza alla trazione nell’intervallo da 1350 a 1980 MPa, con valori di allungamento a rottura del 2-10%, a seconda la temperatura di rinvenimento. I trattamenti superficiali standard, come la nitrurazione, possono anche aumentare significativamente la durezza superficiale delle parti dopo la lavorazione. Infine, la lega AISI 420 non contiene cobalto o nichel, rendendola compatibile con i requisiti della direttiva REACH.

Il gruppo AddUp, un OEM globale di produzione di additivi metallici, ha rilasciato una ricetta per modellare l'acciaio AISI 420

 

AddUp ha recentemente installato una macchina PBF di nuova generazione FormUp 350 presso la WBA (Aachener Werkzeubau Akademie GmbH), il principale centro tecnico tedesco per gli utensili. La macchina è dotata di polvere di acciaio inossidabile AISI 420 e della ricetta di nuova concezione, che la rende in grado di stampare parti con tassi di porosità ridotti (inferiori allo 0,05%, che garantisce la durata per stampi soggetti a sollecitazioni elevate). Con questo nuovo strumento di produzione industriale, i produttori di utensili tedeschi possono presentare i loro casi applicativi e saranno supportati in tutte le fasi dei loro progetti, dall’assistenza nella progettazione di stampi ottimizzati alla stampa di parti e allo studio della fattibilità della produzione di massa. Sono attesi guadagni significativi, sia in termini di produttività che di qualità dei pezzi, come dimostrato da un progetto già completato con AISI 420 per il Gruppo Siebenwurst.

0 Condivisioni
Tags
Research 2022
Polymer AM Market Opportunities and Trends

741 unique polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated $4.6 bi...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!