AutomotiveProduzione

100 milioni di parti MJF prodotte fino ad oggi utilizzando stampanti 3D HP

Ford, General Motors, Volkswagen ora utilizzano costantemente le soluzioni HP per le parti stampate in 3D

0 Condivisioni

HP ha confermato che il forte slancio continua per le principali tecnologie di stampa 3D di HP con oltre 100 milioni di parti MJF prodotte cumulativamente con il processo di fusione del letto di polvere di polimero planare di HP. L’automotive è tra i molti settori in fase di trasformazione digitale con un rapido passaggio all’elettrificazione, alla crescente connettività dei veicoli, alla localizzazione della catena di approvvigionamento e al consolidamento dei fornitori. Volkswagen, la più grande casa automobilistica al mondo, è la prima casa automobilistica a utilizzare stampanti 3D HP a getto di legante metallico (HP Metal Jet) per produrre parti strutturali stampate in 3D per uso finale completamente funzionali.

100 milioni di parti MJF prodotte fino ad oggi utilizzando stampanti 3D HP
Didier Deltort, presidente della personalizzazione e stampa 3D, HP Inc

“Gli ultimi 18 mesi di volatilità economica, politica e sanitaria sono stati uno spartiacque per il settore. I vantaggi della produzione additiva si stanno realizzando mentre le aziende di tutto il mondo cercano di portare nuovi prodotti sul mercato più velocemente, migliorare la resilienza della catena di approvvigionamento e abbracciare nuovi modelli di business”, ha affermato Didier Deltort, Presidente di personalizzazione e stampa 3D, HP Inc. “HP è entusiasta di unirsi ai nostri partner e clienti di Rapid+TCT per mostrare nuove innovazioni e applicazioni, in particolare mentre celebriamo un traguardo significativo con oltre 100 milioni di parti stampate su Multi Jet Fusion. La stampa 3D automobilistica guida il settore in avanti.

HP sta lavorando con dozzine di case automobilistiche, fornitori e partner di produzione in tutto il mondo per progettare e sviluppare parti MJF sostenibili dalla prototipazione alla produzione.

“Ogni giorno assistiamo a una trazione crescente e ad applicazioni stampate in 3D più mature in molti settori diversi, in particolare nel settore automobilistico”, ha affermato Guayente Sanmartin, Global Head del business Multi Jet Fusion di HP. “Le case automobilistiche stanno andando avanti ampliando il loro uso della stampa 3D, sostituendo gli strumenti tradizionali con versioni stampate in 3D, iterando rapidamente con prototipi funzionali, progettando componenti personalizzati completamente nuovi ed espandendo la produzione a breve termine di parti finali completamente funzionali. I nostri clienti stanno sfruttando le capacità di livello industriale – efficienza, ripetibilità, qualità delle parti, convenienza e altro ancora – fornite da Multi Jet Fusion per offrire queste crescenti opportunità”.

100 milioni di parti MJF prodotte fino ad oggi utilizzando stampanti 3D HP
Guayente Sanmartin, responsabile globale del business Multi Jet Fusion di HP.

I punti salienti della collaborazione HP con le principali case automobilistiche includono:

Ford Motor Company : il mercato delle esperienze di consumo altamente personalizzate è in crescita e HP presenterà una varietà di accessori stampati in 3D proof-of-concept per il Ford Maverick 2022 e la nuova piattaforma di accessori aperta Ford Integrated Tether System (FITS). HP e Ford stanno anche sperimentando una partnership di sostenibilità per riutilizzare i materiali stampati in 3D e trasformarli in parti di veicoli.

General Motors : ha prodotto una varietà di parti finali Multi Jet Fusion tra cui condotti HVAC per la sua Cadillac V-Series, condotti di raffreddamento per la Corvette C8 e altre parti utilizzate per l’iterazione del design, la prototipazione e l’assistenza.

Nissan : SOLIZE Corporation e HP hanno collaborato con Nissan per la produzione su richiesta di parti di ricambio fuori produzione per il programma NISMO Heritage Parts di Nissan, una nuova entusiasmante offerta per gli appassionati di NISMO in tutto il mondo.

Volkswagen: VW sta integrando le parti finali prodotte da HP Metal Jet per il montante A della T-Roc Cabriolet. Le parti strutturali hanno superato la certificazione dei crash test e pesano quasi il 50% in meno rispetto ai componenti convenzionali.

100 milioni di parti MJF prodotte fino ad oggi utilizzando stampanti 3D HP
Ramon Pastor, responsabile globale del business dei metalli 3D di HP.

“Le principali case automobilistiche come Volkswagen stanno sfruttando le soluzioni di stampa 3D di HP per trasformare la produzione tradizionale e la scalabilità in produzione di massa”, ha affermato Ramon Pastor, Global Head del business dei metalli 3D di HP. “HP Metal Jet può aiutare i clienti a sbloccare nuovi design innovativi e, in definitiva, a produrre parti con prestazioni migliori in modo molto più efficiente”.

100 milioni di parti MJF

Mentre HP continua a guidare il settore verso la produzione, l’azienda ha rivelato che oltre 100 milioni di parti MJF sono state stampate cumulativamente con le stampanti 3D HP in collaborazione con centinaia di clienti e partner globali in tutto il mondo.

Le pietre miliari recenti e le applicazioni rivoluzionarie per le parti MJF includono:

  • Partner di produzione: le principali agenzie di servizi continuano a investire in installazioni HP Jet Fusion multi-unità per espandere la propria capacità di produzione.
  • Sfruttando la propria flotta di 34 stampanti HP Jet Fusion, Forecast 3D sta producendo un componente fondamentale per il pluripremiato altoparlante Triphonic di Syng.
  • Custom Color prevede di aggiungere più di 30 stampanti HP Jet Fusion alla sua flotta esistente.
  • Anche Avid, JawsTec e Weerg si stanno espandendo per soddisfare la domanda dei clienti, aggiungendo dozzine di stampanti 3D HP Jet Fusion 5200 al loro attuale portafoglio e producendo applicazioni completamente nuove.
  • HP 3D-as-a-Service (3DaaS): introdotto nel 2019, HP ha aperto la strada ai suoi modelli di business 3DaaS per aiutare i clienti a scalare la produzione di massa sbloccando la flessibilità del capitale e migliorando l’agilità aziendale. Il modello si è dimostrato estremamente vantaggioso durante la volatilità della pandemia di COVID-19 e viene sempre più adottato dalla base di clienti di HP.
  • Cobra Golf: utilizzando sia HP Multi Jet Fusion che HP Metal Jet, Cobra Golf è il primo produttore di golf a commercializzare mazze da golf stampate in 3D ad alte prestazioni.
  • Hyundai Motor Group: supportando l’Associazione coreana di tiro con l’arco, Hyundai ha utilizzato HP Multi Jet Fusion per produrre impugnature stampate in 3D altamente personalizzate che hanno aiutato la squadra coreana maschile, femminile e mista a conquistare medaglie d’oro ai giochi di Tokyo del 2020 tenutisi il 23 luglio.
  • Savage Automation: l’azienda utilizza HP Multi Jet Fusion per stampare strumenti end-of-arm (EOAT) stampati in 3D altamente personalizzati per applicazioni di stampaggio a iniezione di fascia alta. Il CEO Richard Savage presenterà con HP a Fabtech 2021 che si svolgerà in parallelo a Rapid+TCT, evidenziando i vantaggi della piattaforma HP per le soluzioni di movimentazione dei materiali.
0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!