AutomotiveConsumerDistributed ManufacturingNotizie - ultima oraProduzioneStampa 3D - Processi

10 auto stampate in 3D che stanno mettendo la freccia

Anche se possono non essere ancora del tutto funzionali, queste 10 auto stampate 3D riescono sicuramente a sorprendere.

L’idea di entrare in un concessionario per progettare un’auto al computer e avere una stampante 3D di grandi dimensioni pronta a costruirla sul posto è affascinante anche se ancora molto lontana. Comunque le auto stampate 3D quasi interamente sono già una realtà e queste sono le 10 migliori costruite nel corso degli ultimi 3 anni.

La verità è che la stampa 3D è già molto usata nell’industria automobilistica e la sua adozione continuerà a crescere in modo esponenziale. I team di F1 la usano. I team di sviluppo e progettazione la usano.

Tutti i principali produttori di auto, comprese BMW, Ferrari, Ford, FCA già stampano in 3D i prototipi e anche alcune parti interne finali.

I concept che vedremo qui portano questo processo a un livello successivo, immaginando auto più intelligenti, più efficienti, più leggere, più accessibili e più sostenibili, rese possibili dalle nuove tecnologie e applicazioni di stampa 3D.

Molti di questi progetti non sarebbero state considerate possibili solo due o tre fa e invece sono reali e, spesso, completamente funzionanti. Dalla supercar Blade alla LM3D, il traguardo di una mobilità personalizzata, intelligente, stampata 3D si sta avvicinando velocemente.

1

Nome: Blade

Produttore: Divergent3D

Tecnologia: SLM

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 25% (nodi)

Status: Concept funzionante

BladeLa Blade è una bellezza e guadagna il primo posto nella nostra lista non solo perchè è la prima supercar costruita con la tecnologia di stampa 3D ma anche per la visione dell’azienda.

Divergent offre un nuovo approccio dirompente alla produzione delle automobili che incorpora nodi stampati 3D connessi con tubi in fibra di carbonio che portano a un telaio di forza industriale che può essere assemblato in pochi minuti.

Il loro obiettivo è quello di rendere le auto fino al 90% più leggere, una transizione che chiamano “dematerializzazione dell’automobile”. L’idea di costruire auto modulari migliori in micro fabbriche locali è molto potente. L’unica incertezza riguarda l’abilità di queste piccolo aziende di sfidare realmente I giganti della produzione automobilistica.

2

Nome: Shelby Cobra 56

Produttore: Oak Ridge National Laboratories (ORNL)

Tecnologia: BAAM

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 75%

Status: Concept Funzionante

3D printed shelby cobra 56Presentata dal Presidente Obama stesso, la Shelby Cobra stampata 3D è stata costruita presso l’ US Department of Energy’s Manufacturing Demonstration Facility degli Oak Ridge National Labs (ORNL) usando la stampante 3D BAAM (Big Area Additive Manufacturing) della Cincinnati Incorporated.

Questa macchina è in grado di stampare in 3D pezzi compositi grandi, resistenti e leggeri senza la necessità di utensili. Lo fa a velocità che sono da 500 a 1000 volte superiori rispetto a una stampante 3D desktop. La macchina stampata incorpora componenti “plug and play” come il nuovo motore, la batteria e tecnologie di celle a combustibile; progetti di sistema ibridi, e sistemi di ricarica wireless, permettendo ai ricercatori di testare facilmente e velocemente idee innovative nei laboratori di guida.

3

Nome: Light Cocoon

Produttore: EDAG

Tecnologia: SLM

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 60%

Status: Physical Concept

edag-light-cocoon-2015-ba09Lo studio di design tedesco EDAG ha sperimentato molto con la stampa 3D e il design generativo nell’ambito dell’industria automobilistica.

Presentata al salone automobilistico di Ginevra del 2015, la “Light Cocoon” non è solo un concept di una macchina sportiva compatta dinamica, ma anche una proiezione senza precedenti di quanto ottenibile in futuro nella costruzione leggera.

Si tratta di un veicolo con la struttura “bionicamente” ottimizzata, abbinata a un rivestimento esterno resistente alle intemperie, che segna una nuova dimensione nel campo delle costruzioni leggere e nell’estetica delle automobili: la tecnologia di retroilluminazione illumina la struttura organica simile a uno scheletro. Il risultato è una idea di automobile molto più leggera ma anche incredibilmente bella.

4

Nome: Lotus 340r

Produttore: CIDEAS

Tecnologia: SLA, SLS, FDM

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 60%

Status: Auto ricostruita funzionante

lotus 340rCome detto in precedenza, la stampa 3D è già usata in modo intensivo nel campo dell’industria automobilistica. Alla CIDEAS sono esperti in questo campo e hanno ricreato la Lotus 340R integrando oltre 41 componenti stampati 3D al fine di dimostrare la fattibilità della creazione di parti originali di ricambio e la creazione di personalizzazioni per veicoli rari.

CIDEAS ha usato anche tecnologie di scansione 3D per riprodurre parti di ricambio che stanno diventando sempre più scarse per auto con poche unità prodotte visto che, prima del 2002, poche automobili sono state progettare usando un software di modellazione solida 3D.

La Lotus è stata stampata 3D usando 3 diversi processi, le parti sono state sabbiate spatolate e pitturate per evidenziare le abilità di finitura di CIDEAS, e anche per evidenziare l’importanza di tutti i principali processi di stampa 3D. La Lotus 340R è considerata una delle migliori auto da guidare mai prodotte.

5

Nome: GENESIS

Produttore: EDAG

Tecnologia: SLS

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 100%

Status: Concept fisico non funzionante

edag-genesisL’utilizzo da parte di EDAG dell’uso nelle automobili delle strutture stampate 3D bioniche, progettate generativamente è cominciato nel 2014, con il concept GENESIS. Per EDAG è stato un modo per anticipare che questi processi sono pronti per un passo ulteriore. Un passo che rivoluzionerà ed espanderà I classici processi di produzione e i metodi di progettazione strutturale.

Questo è stato reso possibile dai più recenti progressi nello sviluppo, che hanno permesso di poter rappresentare strutture estremamente complesse, e molto efficienti, usando questo processo. La GENESIS della EDAG si basa sui modelli bionici di una tartaruga, che ha un guscio che fornisce protezione e ammortizzazione ed è parte dello scheletro dell’animale. Il guscio è simile al componente di un sandwich con strutture ossee interne che forniscono al guscio la sua forza e stabilità.

stories_genesis_5Lo scheletro è più di una metafora; in questo caso, non fa parte di un sistema muscolo scheletrico, ma invece fornisce una protezione ulteriore al passeggero. EDAG crede che le tradizionali regole di progettazione, con le restrizioni dovute alle produzione, giocheranno un ruolo molto minore nella produzione additiva, e i metodi di costruzione della natura provati e testati possono anche essere applicati in una vera situazione di produzione in serie, cosa che era impensabile nel passato.

Questo rende questo concept uno dei più influenti per l’uso futuro della stampa 3D nell’industria automobilistica e per la stampa 3D in generale. Peccato che sia solo ancora un concept.

6

Nome: LM3D

Produttore: Local Motors

Tecnologia: BAAM

Percentuale stimata di parti stampate 3D: 75%

Status: Produzione di molteplici esemplari per beta testing

Local-Motors-LM3D-Swim-Concept-at-SEMA-2015-01-720x480Local Motors ha fatto notizia quando ha stampato 3D quasi interamente la Strati nel 2014. Molte persone (io incluso) hanno pensato che fosse una trovata mediatica. Invece, neanche un anno dopo, Local Motors ha rilasciato la LM3D, la sua prima auto da strada commercialmente disponibile.

Fino a ora la macchina è disponibile solo per i beta tester che vogliono aiutare con lo sviluppo a un prezzo di circa 35000 dollari. Quasi il 75% della LM3D è stampata. L’obiettivo di LM è di arrivare per quanto possibile in un singolo pezzo stampato in 3D, raggiungendo alla fine che circa il 90% dell’auto sia stampata 3D. Praticamente quasi tutti i pannelli della carrozzeria e del telaio sono stampati in 3D nella LM3D.

L’azienda di design collaborativo sta continuamente testando nuovi tipi di materiali e diverse miscele per la manifattura additiva. Stanno attualmente usando miscele con 80 % di plastiche ABS e 20% di fibra di carbonio. I primi acquirenti potranno piazzare un deposito per la LM3D in una campagna di crowdfunding,attesa per il secondo trimestre del 2016. L’acquisto al dettaglio sarà disponibile nel corso del 2016. Ingegneri e progettisti di Local Motors stanno lavorando senza soste per sviluppare un’auto stampata in 3D che superi gli standard FMVSS entro il 2017.

7

Nome: Soulmate

Produttore: EDAG

Tecnologia: SLM, SLS

Percentuale stimata di parti stampate 3D: 50%

Status: Concept fisico

edag-soulmate-02Al Salone dell’automobile 2016 di Ginevra, EDAG ha presentato un altro incredibile concept per la mobilità stampata 3D, forse il suo più intelligente fino a oggi. Gli specialisti dello sviluppo di EDAG hanno lavorato con gli ingegneri della Bosch per trasformare in realtà la loro visione della mobilità connessa.

L’interno del veicolo prevede numerose opzioni che saranno disponibili a bordo di macchine in rete nel prossimo futuro, e mostra come cambierà la connessione tra pilota e veicolo. Allo stesso tempo, la “Soulmate” implementa il design leggero del suo predecessore, la Light Cocoon, reso possibile dalle tecnologie di stampa 3D.

8

Nome: Strati

Produttore: Local Motors

Tecnologia: BAAM

Percentuale stimata di parti stampate in 3D: 80%

Status: Modello unico funzionante

local motors stratiLa Strati è stata prodotta da Local Motors per rispondere a una questione fondamentale nella produzione automobilistica: cosa si può fare per ridurre l’investimento iniziale nella produzione di un modello, ridurre il numero e ridurre l’investimento di follow-up richiesto in caso di cambio del modello?

La Strati è risultata il progetto vincente (del designer italiano Michele Anoè) di un concorso indetto dalla Local Motors. È stata usata per il progetto dell’azienda di usare la stampa 3D per costruire dal nulla un’automobile completa durante i cinque giorni della fiera IMTS 2014 di Chicago.

La Strati è una macchina elettrica prodotta in collaborazione con la tecnologia di stampa 3D BAAM della Cincinnati Incorporated e l’Oak Ridge National Laboratory (ORNL). Mentre non è interamente stampata 3D (le ruote, la batteria e poche altre parti non sono stampate 3D, è chiaro), sicuramente rappresenta un significativo passo avanti sia per l’industria automobilistica sia per la stampa 3D.

9

Nome: StreetScooter C-16

Produttore: Aachen University

Tecnologia: Polyjet

Percentuale di parti stampate in 3D: 80%

Status: Prototipo funzionante

streetscooter-c16Anche se è stato in qualche modo oscurato dal lancio della Strati, lo StreetScooter C16 Short Distance Vehicle è probabilmente il sistema di mobilità a quattro ruote più stampato in 3D che sia mai stato realizzato.

E’ stato costruito dal gruppo Production of Engineering of E-Mobility Components (PEM)della Aachen University usando un sistema 3D Stratasys Objet1000 Multi-materiale. La stampa 3D è stata usata per tutte le parti plastiche esteriori del veicolo, tra cui la parte anteriore, I pannelli posteriori, le porte, il paraurti, le minigonne laterali,i passaruota, le maschere dei fanali e alcuni componenti interni, come il cruscotto e altri coponenti più piccoli.

Le parti sono state prodotte usando il duro materiale Digital ABS della Stratasys, permettendo al gruppo di ingegneri di costruire un prototipo di condurre test in situazioni molto difficili allo stesso livello di un veicolo fatto con parti prodotte in maniera tradizionale. Lo StreetScooter C16 dovrebbe pesare 450 kg – esclusa la batteria, con un’autonomia di almeno100km e raggiungere una velocità massima di 100km/h, rendendolo un veicolo ideale per la città.

10

Nome: Urbee

Produttore: KOR Ecologic

Tecnologia: Polyjet

Status: Pre-prototipo funzionante

KOREcologicUrbeeA tutti gli effetti la URBEE detiene il titolo di prima auto al mondo stampata 3D. È nata come un piccolo progetto di un piccolo gruppo indipendente di esperti progettisti presso la Kor Ecologic. L’obiettivo del team era quello di progettare un’automobile veramente sostenibile verso l’ambiente che potesse portare due persone e un cane da New York a San Francisco usando10 galloni di bio-carburante, stabilendo quindi un record mondiale.

Quando è diventato chiaro che la stampa 3D sarebbe stata il metodo più efficiente per produrre la URBEE, la Stratasys ha abbracciato il progetto, che è diventato la prima automobile ad avere la carrozzeria stampata 3D, ed è diventata la macchina più verde funzionante mai stata prodotta. Anche se il progetto ha perso un po’ di slancio, KOR sta attualmente lavorando sulla URBEE 2, che integrerà elementi interni stampati in 3D.

Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!