Ortopedia

MT Ortho personalizza le protesi ortopediche con la stampa 3D

Dalle protesi seriali a quelle customizzate per i pazienti oncologici

Fino a poco tempo fa era possibile avere a disposizione solo protesi seriali prodotte in modo convenzionale, molto raramente e in casi eccezionali venivano realizzate protesi personalizzate per pazienti con tumori ossei. Oggi MT Ortho, un’azienda siciliana di Aci Sant’Antonio in provincia di Catania, unendo la manifattura additiva con la tomografica computerizzata riesce a creare protesi veramente su misura per il paziente.

Proveniente da una storia ventennale nel mercato clinico-ospedaliero siciliano e calabrese di protesi seriali, MT Ortho ha iniziato ad adottare l’AM nel 2014, con l’arrivo di un giovane ingegnere, Simone Di Bella, formatosi proprio nel campo della manifattura additiva, e con l’acquisizione di due macchine GE Additive Arcam a EBM (fusione a fascio di elettroni).

“Il nostro obiettivo era quello di diventare, oltre che distributori, anche produttori di dispositivi medicali e la nostra visione era di ottenerlo attraverso la creazione di nuovi e innovativi dispositivi dalle caratteristiche uniche, ottenibili solamente mediante AM, e che fossero compatibili con l’osso umano più degli attuali metalli in commercio,” spiega Di Bella.

Inizialmente il team di MT Ortho si è concentrato sulla produzione di protesi custom made, per applicazioni nell’ambito della neurochirurgia e dell’ortopedia oncologica. Nel contempo l’azienda ha comunque avviato diversi progetti per l’ottenimento del marchio CE di dispositivi seriali nell’ambito della neurochirurgia.

Uno di questi è un progetto che si propone di sviluppare un innovativo impianto cifoplastico per il trattamento dei crolli vertebrali. Questo dispositivo permetterà di sostituire gli attuali riempitivi ossei (come cementi e bio-cementi) con un materiale osteoinduttivo, eliminando tutti i possibili effetti avversi legati alla vecchia tecnica convenzionale.

Imaging diagnostico digitale e progettazione per AM

La combinazione tra il potenziale fornito dalle tecnologie di imaging medicale digitale e la libertà progettuale dell’AM ha aperto nuove opportunità nelle protesi, permettendo di ottenere dispositivi customizzati e di migliorare l’efficacia della diagnosi, della pianificazione, dell’intervento chirurgico e del risultato clinico.

Le protesi customizzate sono dispositivi medicali concepiti per un singolo paziente, in modo da adattarsi alla sua particolare ed esclusiva patologia, realizzata in base alle sue specifiche immagini diagnostiche. Questa tipologia di impianti viene usata soprattutto nei casi in cui la geometria ossea ricade al di fuori della gamma delle taglie degli impianti standard, o quando, a causa della patologia, sono necessari requisiti particolari per ottenere un migliore esito clinico.

Cooperazione interprofessionale e comunicazione tra il chirurgo ortopedico ed il progettista dell’impianto sono chiaramente fondamentali per il successo dell’integrazione delle protesi customizzate.

L’impulso all’innovazione nella cranioplastica

Sfruttando la propria esperienza, MT Ortho ha continuato a sviluppare soluzioni innovative per chirurgia ortopedica, ortopedia oncologica, neurochirurgia e maxillofacciale, settori le cui esigenze spesso non riescono ad essere soddisfatte dai tradizionali metodi di produzione.

Questo ha portato, per esempio, allo sviluppo di una nuova linea di protesi cranioplastiche customizzate, adottate ormai in tutta Europa. Proprio l’utilizzo dell’AM consente di realizzare protesi in modo molto più semplice e preciso e, in virtù della rapidità e della precisione che essa permette, diviene anche molto più semplice realizzare oggi interventi di cranioplastica demolitiva/ricostruttiva cosiddetti “one-step”. Questi interventi si basano su una strategia operatoria completamente diversa, alla cui realizzazione MT Ortho ha contribuito, e che consente di pianificare con la massima precisione l’operazione.

Nell’intervento chirurgico la rimozione della zona interessata dalla patologia e l’inserimento della protesi cranica possono avvenire contestualmente, riducendo così in modo drastico i tempi di degenza post-operatoria, di recupero ed il rischio di infezioni. Questo è particolarmente importante per interventi in zone delicate, come l’orbita oculare o il distretto cranio-maxillo-facciale.

Una protesi customizzata con AM

Lo sviluppo di protesi customizzate passa per una serie di fasi, che richiedono da subito una stretta collaborazione tra il chirurgo responsabile dell’intervento ed il team di ingegneri di MT Ortho, che possono arrivare in alcuni casi ad essere presenti fisicamente in sala operatoria per fornire personalmente la loro assistenza ai medici.

La prima fase è la realizzazione di una TAC, che consentirà di costruire un modello 3D delle specifiche caratteristiche anatomiche del paziente. Gli ingegneri progettisti determineranno quindi le caratteristiche dei sistemi di fissaggio, considerando le resistenze del materiale e progettando successivamente la protesi per poi riesaminare il tutto con il chirurgo.

Al concludersi di questo iter la protesi viene stampata, spesso con una copia di backup, per supportare eventuali imprevisti o altre problematiche. Solitamente non necessita di particolari post-lavorazioni, al di là del lavaggio finale e della sterilizzazione, che può avvenire o all’origine, oppure in autoclave presso lo stesso ospedale di destinazione.

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!