MedicinaOrtopedia

Ricoh e Stratasys avviano uno studio di oncologia ortopedica

Valutazione dell’efficacia di modelli anatomici stampati in 3D specifici del paziente per la pianificazione preoperatoria e l’asportazione del tumore

0 Condivisioni

Ricoh USA e Stratasys hanno arruolato il primo paziente in uno studio clinico per valutare l’uso di modelli stampati in 3D per l’oncologia ortopedica. Lo studio valuterà l’efficacia dei modelli anatomici stampati in 3D specifici del paziente per la pianificazione preoperatoria e l’escissione del tumore rispetto all’attuale standard di cura, che si basa esclusivamente sull’imaging TC o MRI.

La ricerca congiunta Ricoh-Stratasys mira a dimostrare potenziali miglioramenti nei risultati chirurgici, tra cui una ridotta perdita di sangue, tempi operatori più brevi, incluso il tempo sotto anestesia, e un rischio ridotto di complicazioni procedurali. Per fare ciò, i risultati clinici saranno confrontati tra un gruppo sperimentale in cui i tumori vengono escissi utilizzando modelli stampati in 3D insieme all’imaging per la pianificazione e un gruppo di confronto attivo in cui l’escissione del tumore sarà preparata esclusivamente con l’imaging.

I vantaggi dei modelli stampati in 3D nella pianificazione preoperatoria sono molteplici e hanno un impatto positivo sui medici e sui pazienti. Medici e chirurghi traggono vantaggio da una pianificazione prechirurgica e da una pratica migliore e più informata prima delle operazioni, rendendo le procedure complesse più efficienti, economiche e veloci. A differenza delle limitazioni delle immagini computerizzate, ciò consente ai medici di rappresentare aspetti vitali dell’anatomia del paziente con repliche fisiche a grandezza naturale, garantendo loro i mezzi per simulare le procedure e agevolare la precisione dell’escissione, riducendo in definitiva le possibilità di un margine positivo. A sua volta, la disponibilità di modelli stampati in 3D accurati per comunicare meglio le procedure pianificate e un processo chirurgico notevolmente migliorato aiutano a migliorare i risultati e il recupero dei pazienti.

Si prevede che lo studio prospettico, multicentrico randomizzato controllato duri 12 mesi e coinvolga fino a 150 soggetti in tre sedi. Le due sedi che hanno accettato di partecipare in questo momento sono l’Ohio State University Wexner Medical Center e Corewell HealthTM, con sede nel Michigan.

“La nostra missione senza fine è quella di migliorare i risultati per i pazienti, e questo inizia con la pianificazione preoperatoria”, ha affermato Kyle K. VanKoevering, MD, professore associato di otorinolaringoiatria – chirurgia della testa e del collo presso l’Ohio State Wexner Medical Center. “Non vediamo l’ora di partecipare a questo studio per esaminare come i modelli stampati in 3D possano aiutare il personale medico a prepararsi meglio all’intervento chirurgico e a migliorare l’educazione dei pazienti”.

“Essere uno dei siti che parteciperanno a questo studio ci pone in prima linea nella dimostrazione di nuove tecnologie che possono far progredire la cura dei pazienti e migliorare i risultati sanitari”, ha affermato Aws Hammad, facoltà clinica di chirurgia ortopedica presso il Corewell Health William Beaumont University Hospital. “Affrontare le sfide legate ai sarcomi ossei e utilizzare la potenza della modellazione 3D specifica per il paziente rappresenta un passo significativo non solo nell’educazione del paziente, ma anche come aiuto ai chirurghi per procedure chirurgiche più precise”.

“La collaborazione riunisce esperienza e innovazione senza precedenti nell’imaging medico e nella stampa 3D e, in caso di successo, potrebbe stabilire modelli anatomici come nuovo standard per il trattamento dei pazienti nella rimozione dei tumori dalle ossa”, ha affermato Erez Ben Zvi, VP of Medical di Stratasys.

“Siamo entusiasti di co-sponsorizzare questa importante sperimentazione clinica insieme ai nostri partner di lunga data di Stratasys per dimostrare ulteriormente il potenziale impatto della modellazione 3D specifica per il paziente e accelerare l’adozione di questa tecnologia per servire meglio una popolazione più ampia”, ha affermato Gary Turner, amministratore delegato della produzione additiva presso Ricoh USA.

 

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

This new market study from VoxelMatters provides an in-depth analysis and forecast of polymer and metal AM ...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!