AutomotiveCasi di studioMaterialiMetalliProduzioneProfessionalStampa 3D - ProcessiStampa 3D - Servizi

Il nuovo report SmarTech Publishing sull’AM nell’automotive prevede un giro d’affari di $5,3 miliardi entro il 2023

SmarTech Publishing ha recentemente presentato il suo ultimo report sulle opportunità dell’AM per quanto riguarda la produzione nel settore automobilistico, nonché le previsioni di mercato sulla produzione additiva nell’automotive. Nelle sue 200 pagine, il report contiene oltre 80 grafici e tabelle predittive che SmarTech ha utilizzato per quantificare i possibili fatturati generati da tutti i segmenti dell’additive manufacturing all’interno del settore automobilistico, compresi gli hardware AM, i materiali, i software, i prototipi e il tooling, concentrandosi espressamente, e per la prima volta in questa misura, sull’uso dell’AM nella produzione di parti finali per auto (e motocicli).

In questo nuovo report, SmarTech prevede che il mercato generale dell’AM relativa all’automotive raggiunga un volume d’affari pari a $5,3 miliardi entro il 2023, per poi crescere fino a raggiungere i $12,4 miliardi entro il 2028. Pertanto, l’adozione dell’AM a scopi produttivi da parte del segmento automotive segnerà un punto di svolta per questa tecnologia.

Mentre il mercato resta concentrato sulla prototipazione e sul tooling, la produzione di parti diventerà l’opportunità di guadagno primaria entro la fine del periodo di previsione, sorpassando la prototipazione, il tooling, l’hardware e i materiali. Si prevede che la produzione delle parti, comprese quelle in metallo, polimeri e quelle prodotte internamente dai produttori di apparecchiature originali del settore e in outsourcing, diventerà l’opportunità di profitto primaria dell’intero segmento, totalizzando quasi $4,3 miliardi entro la fine del periodo di previsione.

Attraverso una serie di interviste ai protagonisti principali del settore dell’AM e attività di raccolta informazioni, SmarTech ha identificato diversi trend a conferma di tale analisi. Uno di questi è il fatto che i nuovi hardware proposti dai fornitori di maggior spicco si stanno ora concentrando sulla produzione di parti per automotive: questi sistemi, comprendono il multi-jet fusion (HP), la sintesi della luce digitale (Carbon), così come i progetti di metal binder jetting di Desktop Metal, GE, HP e Stratasys. Nel contempo, gli attuali leader di mercato come Stratasys, 3D Systems, EOS ed EnvisionTEC stanno tutti aggiornando e ottimizzando le proprie tecnologie e processi per trarre vantaggio dall’opportunità di produzioni in lotto più elevate.

Inoltre, i principali produttori di apparecchiature originali di automotive hanno instaurato partnership con produttori di AM che si concentrano sulla produzione delle parti, considerando il valore che hanno intravisto nell’integrazione dell’additive manufacturing ai loro processi. Infine, i software di nuova generazione di Siemens, Autodesk, Dassault Systemes, Materialise e molti altri, stanno consentendo sia il design ottimizzato della parte per l’AM che l’integrazione dell’AM nel workflow produttivo end-to-end. Questi sono supportati da CAM avanzato (computer aided manufacturing), CAE (computer aided engineering), simulazione del processo di AM e strumenti di monitoraggio del processo di AM forniti da venditori di prime e terze parti.

Cosa cercare nel report

In questo nuovo report, SmarTech Publishing mappa e quantifica l’uso di hardware e materiali per AM (polimeri, metalli, compositi e ceramiche) nell’automotive, ovvero uno tra i primi e più grandi segmenti ad aver adottato le tecnologie di AM per applicazioni di prototipazione e tooling. Il report analizza anche l’adozione di hardware e il consumo dei materiali sulla base dei più recenti progressi riguardo questa tecnologia. Inoltre, fornisce una descrizione dettagliata di case-history recenti e delle principali partnership del settore che daranno forma e definizione all’adozione dell’AM per il prossimo decennio.

Il report completo comprende opportunità e previsioni a 10 anni sui dati di mercato in termini di volume e valore per quanto riguarda la stampa 3D e prende in esame hardware, materiali, software, servizi e il valore generale delle parti stampate, il tutto illustrato con oltre 80 grafici e illustrazioni. I dati di mercato comprendono anche valutazioni chiave a livello nazionale, fotografando al meglio le tendenze a livello regionale rispetto all’introduzione dell’AM nel workflow produttivo per prototipazione, tooling e parti finali.

La lista completa dei principali hardware e materiali per AM (sia polimeri che leghe in metallo) usate nell’automotive, comprese le imminenti tecnologie pronte all’uso in produzione,  offrirà uno scenario immediato e chiaro sul mercato, insieme ad un’analisi onnicomprensiva dei software usati nel ciclo di produzione automotive end-to-end, alla luce dei recenti progressi dei software di design generativo e delle soluzioni PLM.

Analisi approfondita delle parti

Un’innovazione fondamentale presentata in questo report è costituita dall’analisi più approfondita sulla produzione di parti finali per automotive tramite AM ad oggi disponibile (di cui SmarTech sia a conoscenza). Al fine di effettuare tale valutazione, SmarTech ha analizzato le parti che potrebbero trarre vantaggio a breve, medio e lungo termine dall’AM come mezzo di produzione. Poi le ha confrontate con le tecnologie e i materiali attualmente disponibili, prendendo in considerazione anche possibili nuove evoluzioni in termini di dimensioni della parte, dimensioni del lotto e scienza dei materiali.

SmarTech ha poi proceduto al confronto dei nuovi dati raccolti per il report in questione con quelli del report del 2016, in cui il valore generale della parte realizzata con AM nell’automotive era stato suddiviso in prototipi di dimensioni piccole, medie e grandi, strumenti (compresi jigs e fixture) e parti finali. Alcuni dei riscontri più significativi indicano che alcuni elementi di catene cinematiche in metallo e lotti più grandi di parti di piccole e medie dimensioni per polimeri, potrebbero diventare i principali protagonisti del fatturato nel corso del prossimo decennio.

Questo terzo studio dedicato espande dunque il suo raggio per considerare il maggior potenziale a lungo termine dell’additive manufacturing quale tecnologia chiave per il segmento dell’automotive globale, facendo da apri strada ad una più diffusa adozione di tecnologie AM, sia per quanto riguarda i metalli, che i polimeri. Si tratta sicuramente della più estensiva esplorazione in merito in cui sarà possibile riscontrare opportunità con prototipi, strumenti e parti finali per automotive realizzati tramite additive manufacturing nel prossimo decennio.

Articolo originale: Davide Sher                Traduzione a cura di: Martina Pelagallo

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!