ModellismoStampa 3D - Processi

Hogwarts stampato in micro-3D mostra le capacità ad alta definizione del Tera 250 di Nanofabrica

Possibili anche parti microscopiche funzionali

0 Condivisioni

Nanofabrica ha rilasciato i dettagli di diverse parti prodotte sul suo sistema Tera 250 AM per mostrare la versatilità, l’estrema precisione e la ripetibilità della tecnologia di produzione micro additiva (AM) dell’azienda. La Tera 250 consente ai produttori di sfruttare geometrie estremamente complesse senza costi aggiuntivi.

“Mentre Tera 250 può soddisfare le applicazioni ad alto volume (migliaia di piccole parti e componenti si adattano facilmente nell’involucro di costruzione della macchina di 5 cm x 5 cm x 10 cm), l’introduzione di una soluzione AM per i micro produttori significa anche che gli OEM sono in grado di ridurre la dipendenza dalle economie di scala, in quanto la tecnologia consente di effettuare cicli di produzione completi misurati in migliaia a un costo inferiore a quello di produrne uno”, ha affermato Avi Cohen, EVP Global Sales. “La Tera 250 rende possibili cicli di produzione di volume medio-basso che in precedenza erano stati antieconomici a causa degli elevati costi di attrezzaggio e configurazione associati alle alternative di produzione tradizionali”.

La Tera 250 apre il potenziale per la personalizzazione di massa nel settore della micro-produzione. Ad esempio, per un alloggiamento microlente industriale, le cui dimensioni complessive sono 6,586 mm (X), 6,586 mm (Y) e 4,081 mm (Z) per ospitare lenti ottiche di diametro 2,00 mm. Le dimensioni della custodia devono essere estremamente accurate per il posizionamento preciso dell’obiettivo e la dimensione complessiva della parte deve essere estremamente piccola per adattarsi alla custodia sottile del telefono cellulare.

I vantaggi dell’utilizzo del sistema Tera 250 AM includono la personalizzazione degli alloggiamenti delle lenti per i clienti di fascia alta, senza necessità di utensili o assemblaggio post-produzione, che riduce significativamente il tempo di commercializzazione. Inoltre, possono incorporare proprietà e complessità geometriche che sarebbero impossibili o troppo costose da ottenere utilizzando processi di produzione convenzionali.

Gli alloggiamenti per obiettivi prodotti da Tera 250 sono caratterizzati da caratteristiche estremamente nitide e accurate, dettagli fini e superfici eccezionalmente lisce.

La seconda parte presentata e prodotta sulla Tera 250 è un inserto per stampo con dimensioni complessive di 11.659 mm (X), 22.248 mm (Y) e 19.521 mm (Z). Questo inserto per stampo presenta resistenza alle alte temperature, elevata rigidità e robustezza e livelli eccezionalmente elevati di dettaglio e levigatezza della superficie grazie allo spessore dello strato di 1 micron e alla risoluzione dei pixel di 1,9 micron.

L’utilizzo dell’AM per realizzare stampi a iniezione è il processo più economico quando si prendono in considerazione tirature a basso volume, poiché non richiede attrezzature costose e si possono ottenere tempi di consegna rapidi. Inoltre, AM facilita modifiche semplici e iterazioni di progettazione rapidamente e con una spesa minima.

“La Tera 250 si rivolge a una serie di produttori che fino ad ora non sono stati in grado di soddisfare in modo efficiente o economico l’intento di progettazione utilizzando i processi di produzione tradizionali. Inoltre, essendo agnostica rispetto alla complessità delle parti, e quindi consentendo la produzione di strutture cave, fori, dettagli interni complicati e forme atipiche, la tecnologia micro AM di Nanofabrica sta promuovendo l’innovazione e quindi viene accuratamente descritta come una vera tecnologia abilitante “, ha concluso Cohen.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!