TreeD rilascia il filamento in polipropilene per parti strutturali forti come quelle stampate a iniezione  

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ci sono una serie di vantaggi che accompagnano l’uso della tecnologia del 3D printing, dalla convenienza in termini di costi ai tempi di produzione più rapidi. Ma un ambito in cui la tecnologia è leggermente carente è quello della funzionalità materiale, che spesso non riesce a soddisfare la forza e l’elasticità offerte dal processo di stampaggio a iniezione.

Per sopperire a questa evidente problematica, il produttore di filamenti italiano TreeD ha creato il suo nuovo filamento in polipropilene P-LENE. Già nota per i suoi prodotti a filamento architettonici, meccanici e TreeDbiodegradabili, TreeD presenta un nuovissimo materiale che costituisce un’aggiunta di prim’ordine alla sua gamma di materiali per il 3D printing. P-LENE è un filamento a base di polipropilene, un polimero termoplastico largamente usato per la sua elevata resistenza e rigidità. Oggi, quelle proprietà meccaniche superiori sono state riformulate per l’uso nella tecnologia del 3D printing.

Il nuovo filamento a base di polipropilene di TreeD offre il 95% delle caratteristiche materiali di un oggetto stampato a iniezione, comprese l’elevata forza meccanica, la durezza, la resistenza all’usura e la resistenza chimica. P-LENE è stato formulato nello specifico per la stampa in 3D ed è semplice da usare e inodore. Il team di TreeD team, nato dalla compagnia di estrusione plastica SA2P Xtrusionplastics, ha passato più di un anno a studiare e sviluppare il filamento.  

Per sfruttare al meglio le prestazioni del filamento P-LENE, TreeD ha inoltre creato il piatto di stampa LENEPLATE. Sviluppato appositamente per P-LENE, il nuovo letto di stampa è realizzato interamente in metallo solido, eliminando la necessità di soluzioni adesive. Il piatto brevettata è sia durevole che rigido e il produttore di filamenti realizzerà un LENEPLATE su misura per qualsiasi tipo di stampante 3D.

TreeD_2

Nonostante il filamento P-LENE sia superiore a molti altri materiali standard da un punto di vista meccanico, le configurazioni di stampa sono piuttosto normali. TreeD consiglia una temperatura della piastra di circa 100°C, una temperatura dell’ugello di 245°C e una velocità di stampa di 60-70 mm/s. Ci sono una serie di grandi funzionalità del nuovo materiale di cui TreeD può vantarsi: non solo offre un’elevata resistenza all’impatto e chimica ma impedisce anche l’assorbimento di acqua e non si rompe quando è in tensione. Inoltre il P-LENE è riciclabile e può entrare in contatto con cibo, pelle e prodotti farmaceutici.

TreeD_1

Reinventando il già ampiamente usato polimero di polipropilene per il 3D printing, TreeD sta contribuendo a spingere la tecnologia del 3D printing a livelli più elevati. L’offerta di un filamento dotato quasi della stessa forza dello stampaggio a iniezione, consentirà a più designer e produttori di utilizzare questa tecnologia e di aspettarsi proprietà materiali superiori.

Autore alberto0069

Da non perdere

Anisoprint, a Skolkovo nasce il futuro della stampa 3D di compositi a fibra continua

Sono passati 30 anni dalla fine della guerra fredda e tuttavia la Russia continua a …