Arte & DesignEventiIntrattenimentoNotizie - ultima oraProfessionalRoboticaStampa 3D - Processi

Stratasys da vita a Bodock, un’impressionate creatura meccanica

Quando due pesi massimi come Stratasys (una delle due aziende produttrici di stampanti 3D più importanti del pianeta) e Legacy Effect (lo studio che ha realizzato gli effetti speciali di film come Pacific Rim, Avatar, Iron Man e il prossimo RoboCop) non può che nascere qualcosa di incredibile: in questo caso, Bodock, un’impressionante creatura meccanica realizzata in gran parte attraverso la stampa 3D e pilotata da un essere umano.

feature gigant creature 1

Un mostro alto ben 4 metri, dal perso di circa 700 Kg e composto da differenti componenti, addirittura un terzo dei quali è stato creato utilizzando le differenti tecnologie di stampa 3D targate Stratasys, tra cui il polyjet, che permette di realizzare oggetti multimateriale, e l’FDM professionale di grandi dimensioni possibile grazie alla  gigantesce Fortus 900mc. Queste sono state utilizzate per la composizione delle braccia, delle dita, del petto e dell’armatura che Bodock indossa sulle spalle.

Un progetto colossale che già da tempo era in cantiere, ma che, viste le dimensioni di Bodock, fino a questo momento era rimasto proibitivo. Infatti, il costo della sua creazione risultava troppo elevato, così come anche il tempo necessario a produrre ed assemblare tutte le parti che lo compongono; in pratica, sarebbe stato possibile vederlo trasformato in realtà solo nel caso di una maxi produzione hollywoodiana – cosa piuttosto difficile, quindi.

gigant-creature-3

In questo senso, la stampa 3D ha avuto un ruolo fondamentale: grazie proprio alle attuali tecnologie per il 3D printing e alle macchine disponibili, non solo si è potuto abbattere drasticamente il tempo necessario alla realizzazione del progetto, ma anche i costi sono stati notevolmente ridotti, rendendo così Bodock un esperimento attuabile. Una realtà spiegata anche da Matt Wintson, co-fondatore della Stan Wintson School che ha affiancato Legacy Effects per il design del mostro meccanico: «Tutto quello che riguarda questa creatura gigante è ambizioso, a partire dalle dimensioni o dal peso per passare ai tempi di realizzazione e le funzionalità. Senza il supporto del nostro partner Stratasys e senza le sue tecnologie, che a nostro parere possono davvero rivoluzionarie non solo l’industria manifatturiera ma anche quella dell’intrattenimento, non sarebbe stato possibile portare in vita il progetto».

gigant creature 2

Bodock è stato mostrato per la prima volta durante lo show di Jimmy Kimmel, per poi “presenziare” al Comic-Con di San Diego, la fiera legata al mondo deifumetti  più importante del pianeta che si è svolta dal 24 al 27 luglio. Certo, per ora questa creatura colossale rappresenta un esperimento, ma la sua realizzazione ha un’importanza più profonda: Legacy Effects e Stratasys hanno dimostrato come sia possibile trasformare in realtà progetti apparentemente insostenibili, e per di più con tempistiche ridotte e costi sensibilmente più contenuti. Una rivoluzione che potrebbe cambiare per sempre anche il mondo dell’intrattenimento, soppiantando magari in futuro anche la computer grafica. E Gilad Gans, presidente di Stratasys North America, ne è consapevole: «Il 3D printing sta aprendo un intero mondo di possibilità per praticamente ogni campo, compreso quello dell’intrattenimento. Questa creatura gigante rappresenta la perfetta unione tra arte e tecnologia».

http://www.youtube.com/watch?v=plmBWOL5LBw

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!