Ricerca

Ricercatrice stampa in 3D roboticamente un grande cervello umano

0 Condivisioni

Elena Malott, studentessa della McNair Academic High School, ha stampato in 3D un cervello più grande di quello reale utilizzando una stampante robotica sperimentale sviluppata per applicazioni spaziali.

Misurando 560 mm x 670 mm x 370 mm di altezza, il cervello stampato in 3D è quattro volte più grande di un cervello umano medio ed è stato modellato da dati MRI del mondo reale. Malott ha utilizzato un software open source per convertire le scansioni MRI in un modello di superficie 3D che ha poi tagliato e convertito in percorsi utensile robotici. Il cervello, del peso di 75 kg, è stato stampato con pellet di plastica riciclata e ha impiegato circa 8 ore per la stampa.

Una ricercatrice ha stampato in 3D un cervello più grande di quello reale utilizzando una stampante robotica sperimentale
Elena Mallot

Malott ha utilizzato una versione beta commerciale del sistema di stampa 3D robotico sviluppato e prodotto da AI SpaceFactory, vincitori della NASA Centennial Challenge 2019 – 3D Printed Mars Habitat Challenge. La società afferma che la loro stampante 3D robotica è progettata per la “semplicità del pulsante”, riducendo la barriera all’ingresso per la produzione additiva su larga scala con la robotica industriale. Malott ha ricevuto una formazione per far funzionare la stampante 3D robotica da AI SpaceFactory, che ha fornito la supervisione durante la stampa. Elena Malott è la figlia del fondatore dell’azienda, David Malott.

Una ricercatrice ha stampato in 3D un cervello più grande di quello reale utilizzando una stampante robotica sperimentaleSecondo la Malott, le scansioni MRI e la stampa 3D sono simili in quanto utilizzano entrambe lo “slicing” – un metodo per codificare oggetti tridimensionali come strati bidimensionali impilati – ma funzionano al contrario. Laddove la risonanza magnetica decostruisce oggetti del mondo reale in immagini digitali, la stampa 3D inizia con un modello virtuale e viene quindi costruita, strato dopo strato, per diventare un oggetto fisico. Malott spera che la sua ricerca aiuti a navigare tra l’imaging fisico e quello digitale, aprendo la strada a progressi medici come la chirurgia assistita da robot e la stampa 3D con biomateriali. “Abbiamo una lunga strada da percorrere prima di stampare in 3D un organo vivente, tanto meno qualcosa di così complesso come il cervello”, afferma Malott, “ma le sue implicazioni cambierebbero la vita”. Nel frattempo, Malott sta iniziando la seconda fase della sua ricerca sviluppando materiali di stampa 3D con proprietà elettroconduttive simili alla materia bianca e alla materia grigia, i materiali organici che compongono il cervello. Malott prevede di donare il cervello stampato in 3D a un museo o un’istituzione in cui può aiutare a ispirare i bambini più piccoli a proseguire gli studi in STEM.

 

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!