MaterialiStampa 3D - Processi

PrintFoam sviluppa un nuovo sistema di stampa in schiuma

Utilizzo di nuove tecniche di modellazione ottica e scarto di tecniche basate sulla vasca

0 Condivisioni

PrintFoam è una società nata dal MIT nel 2016 con l’obiettivo di creare parti stampate in 3D più leggere e meno costose sfruttando la potenza dei materiali espansi, soddisfacendo la domanda di materiali strutturati leggeri in un mondo sempre più stampato in 3D.

Le resine proprietarie di PrintFoam sono in circolazione da un paio d’anni e hanno dimostrato notevoli miglioramenti delle prestazioni in molte applicazioni in cui potresti aspettarti di trovare soluzioni tradizionali in schiuma. Vedendo questi sviluppi, altre società di stampa 3D hanno iniziato a prenderne atto. Ma, fino ad oggi, le piattaforme di stampa esistenti sono state troppo lente nell’utilizzare completamente questa tecnologia di resina unica.

PrintFoam porta questa tecnologia in nuovi mercati con lo sviluppo del primo hardware per stampanti specializzato nella stampa su scala industriale di schiume.

Secondo Mathew Pearlson, preside e co-fondatore di Print Foam, lo snodo principale è arrivato quando si è reso conto della necessità di saltare le tradizionali tecniche di stampa basate sull’iva rese popolari da aziende come FormLabs, Carbon e Desktop Metal. “Utilizzando una combinazione di nuove tecniche di modellazione ottica, insieme all’abbandono di un processo di stampa standard in vasca, ci siamo resi conto che sarebbe stato possibile produrre fogli di schiuma stampata in 3D delle dimensioni di un compensato in pochi minuti”.

Accelerando i tempi di produzione, da ore a minuti, PrintFoam è stata in grado di entrare in una pletora di nuovi mercati precedentemente inaccessibili con pannelli di grandi dimensioni e di dimensioni architettoniche.

“È davvero straordinario e non ho visto nulla di simile”, ha affermato il dottor David Walker, co-fondatore di Azul 3D e presidente esecutivo della Photopolymer Additive Manufacturing Alliance. “Tutti sul campo stanno tentando di imitare il comportamento delle schiume tradizionali utilizzando reticoli di plastica prodotti da modelli computazionali. Questi modelli continuano a dire agli ingegneri di generare reticoli con montanti più piccoli e celle unitarie più piccole… In sostanza, il computer sta urlando all’ingegnere di interrompere ciò che stanno facendo e utilizzare una schiuma per l’applicazione. Come comunità, non abbiamo ascoltato e agito su questo”.

Progettato da zero per soddisfare le esigenze dei suoi clienti, il nuovo sistema dovrebbe interrompere la produzione con una scala e una velocità che contano. Secondo Pearlson, “Il nuovo sistema PrintFoam estende la nostra capacità di fornire soluzioni complete ai nostri clienti che cercano modi per stampare molto materiale rapidamente senza sacrificare la risoluzione”.

La tecnologia è attualmente in versione beta limitata, ma l’impresa sta accettando attivamente un numero limitato di nuove partnership. PrintFoam sta già lavorando con i clienti per esplorare nuovi approcci alla mitigazione del rumore, al sequestro del carbonio, alla costruzione in cemento e altro ancora.

0 Condivisioni
Tags
Research 2022
Polymer AM Market Opportunities and Trends

741 unique polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated $4.6 bi...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!