MetalliRicerca

L’Aston University ha esplorato un nuovo modello matematico per migliorare la stampa 3D di metalli leggeri

Il metodo verrà utilizzato per aiutare a prevenire la rapida ossidazione delle leghe di alluminio leggere quando esposte per la prima volta all'aria

0 Condivisioni

L’Aston University ha avviato un nuovo progetto incentrato sullo sviluppo di un modello matematico per migliorare la fusione del metallo liquido. Il metodo verrà utilizzato per aiutare a prevenire la corrosione – o l’ossidazione – delle leghe leggere di alluminio molto rapidamente quando esposte per la prima volta all’aria. Secondo quanto riferito, una migliore conoscenza di questo potrebbe migliorare i processi emergenti legati alla stampa 3D di metalli leggeri.

Nel settore dei trasporti l’acciaio viene progressivamente sostituito dalle leghe metalliche leggere. Sebbene non arrugginiscano come l’acciaio, si ossidano molto rapidamente quando esposti per la prima volta a condizioni ambientali esterne che ne influenzano la qualità e la durata.

Il dottor Paul Griffiths, docente senior di matematica applicata all’Università di Aston, condurrà un progetto di 12 mesi che si concentrerà sui sottili film di ossido che si sviluppano sulle leghe che influenzano il processo di fusione. Ha ricevuto 80.000 sterline dal Consiglio di ricerca in ingegneria e scienze fisiche (EPSRC) per lo studio “Sviluppare un modello accurato di reologia superficiale non newtoniana”.

“Lo scopo di questa indagine è sviluppare un modello matematico che catturi accuratamente l’accoppiamento bidirezionale tra un flusso di metallo liquido e lo strato di ossido sovrastante, con quest’ultimo che si comporta come un’interfaccia liquido/gas non newtoniana”, ha affermato il dottor Griffiths, che ha sede presso la Facoltà di Ingegneria e Scienze Fisiche dell’Università. “L’obiettivo di questo progetto è descrivere sia le caratteristiche della superficie – profili di velocità e taglio – sia gli importanti effetti della curvatura della superficie. Il vantaggio di un modello meccanico più appropriato per la superficie ossidata di un flusso di metallo fuso porterebbe a una migliore comprensione del processo di incapsulamento che interessa la lega”.

La ricerca è condotta con un partner del progetto a Grenoble, in Francia.

Alla fine dell’anno scorso, un team dell’Università della Danimarca meridionale (SDU) ha iniziato a sviluppare e utilizzare la produzione additiva dell’alluminio, dimostrando la crescente accessibilità della tecnologia al mondo accademico e alle strutture di ricerca con risorse limitate, nonché alle piccole e medie imprese. Il gruppo universitario utilizza una stampante 3D in metallo economica di Xact Metal e polvere di alluminio di Equispheres Inc.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!