AmbienteAutomotiveMakersMaterialiModellismoStampa 3D - Servizi

Il nuovo filamento TreeD, PNEUMATIQUE, realizzato in gomma riciclata da pneumatici

0 Condivisioni

Il produttore italiano di filamento TreeD sta intraprendendo un nuovo percorso con il suo filamento per 3D printing PNEUMATIQUE. Il nuovo materiale è stato ricavato dalla gomma di pneumatici riciclati e offre qualità simili al materiale originale in termini di forza e flessibilità.

Nonostante facciano parte della nostra quotidianità e possano sembrare innocui, gli pneumatici rappresentano in realtà una significativa fonte di rifiuti del pianeta e hanno posto sfide ecologiche importanti in termini di smaltimento. Solo negli ultimi decenni, gli pneumatici non più utilizzabili sono stati resi riciclabili e sono stati impiegati in una serie di applicazioni, dalla produzione di asfalto e costruzioni che rispettano l’ambiente, alla produzione di carburante.

Ora, grazie a TreeD e alla compagnia svizzera Tyre Recycling Solutions (TRS), i maker potranno presto essere in grado di stampare i propri oggetti in 3D realizzati in gomma di pneumatici riciclata. Il nuovo PNEUMATIQUE di TreeD è adatto ad una gamma di applicazioni che comprende la stampa di pneumatici in piccola scala per macchine telecomandate o modelli di veicoli, la produzione di suole per scarpe in grado di assorbire gli urti e fornire un sostegno elevato e molto altro.

Versatile come la gomma

L’ampia gamma di impieghi per il nuovo filamento è dovuta alla versatilità della gomma, un materiale che consente di avere elasticità, durabilità e resistenza insieme. Il filamento, da parte sua, punta a potenziare e migliorare le prestazioni della gomma riciclata, ottimizzando la resistenza all’usura e migliorando la memoria elastica.

Ma come fa esattamente uno pneumatico riciclato a diventare un filamento per la stampa 3D? Vediamolo insieme. Tramite un procedimento brevettato, TRS è in grado di separare i  diversi componenti dello pneumatico (tra cui gomma, tape e cavi in acciaio). Un volta isolata la gomma, questa viene tagliata in strisce maneggevoli, per poi essere sminuzzata e trasformata in polvere.

Successivamente, alla gomma si aggiunge un materiale polimerico al fine di creare il composto PNEUMATIQUE. L’aggiunta del polimero consente al materiale di mantenere le proprietà della gomma e di poter essere elaborato sotto forma di filamento. In altre parole, dal momento che la gomma degli pneumatici è vulcanizzata e non può essere ripristinata al suo stato iniziale, è il polimero a far sì che possa essere riutilizzata.

Con il composito gomma-polimero, TRS e TreeD estrudono l’innovativo filamento PNEUMATIQUE, realizzato con la più elevata percentuale di gomma possibile (più del 20%) al fine di garantire l’impiego di un materiale riciclato mantenendone anche la stampabilità.

Il materiale pneumatico perfetto

Da un punto di vista tecnico, il filamento PNEUMATIQUE vanta una durezza Shore A pari a 80, eccezionali proprietà di adesione dello strato e una buona resistenze alle abrasioni. La finitura opaca e il colore nero-grigio scuso, con la sua texture leggermente ruvida (anti-scivolo) ricordano la vera gomma degli pneumatici.

Per la stampa, TreeD consiglia una temperatura tra i 190 e i 230°C e una velocità di stampa tra i 20 e i 40 mm/s. Durante il processo di stampa, i maker potranno far caso all’odore distintivo della gomma e questo c’era da aspettarselo a detta della compagnia. A stampa completa, TreeD consiglia inoltre di usare un filamento di pulitura per la pulizia dell’estrusore della stampante.

Dalla sua fondazione, nel 2014, TreeD è rimasto impegnato nello sviluppo e nella produzione di filamenti per il 3D printing a basso impatto sull’ambiente. Nel suo attuale portfolio c’è la linea di filamenti Carbonium, i filamenti Healthfil per le applicazioni ortopediche, una gamma di filamenti architettonici, tecnici e flessibili e altro. Grazie alla sua recente collaborazione con TRS, la compagnia italiana può aggiungere PNEUMATIQUE alla sua ampia offerta di filamenti per 3D printing di qualità

0 Condivisioni
Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!