Arte & DesignIntrattenimentoMarketing

Una Lancia B24 stampata in 3D in dimensioni reali per il Teatro La Scala

Debutto il 3 aprile al Teatro alla Scala di Milano per un’insolita versione dell’opera Don Pasquale di Gaetano Donizetti, che il regista Davide Livermore ha scelto di ambientare, anziché nella Roma dell’inzio ‘800, in quella degli Anni ’50 e ’60. Così, accanto al quartetto dei personaggi – Don Pasquale (Ambrogio Maestri), Norina (Rosa Feola), Ernesto (René Barbera) e Malatesta (Mattia Olivieri) – saranno protagonisti dell’opera una splendida Lancia B24, stampata in 3D interamente usando un sistema Massivit 1800 dal Fotolaboratorio industriale Colorzenith di Milano, per poter essere movimentata con i meccanismi scenici, e una Vespa bicolore, questa invece in versione originale.

Lancia B24 Colorzenith

La scenografia voluta da Livermore e disegnata magistralmente dallo studio Giòforma offrirà numerose citazioni del cinema italiano del dopoguerra, con l’eleganza dell’auto scelta da Dino Risi per il celebre ‘Il Sorpasso’ pronta a stupire gli spettatori scendendo sul palcoscenico con Norina a bordo. Un vero ‘coup de théatre’ in chiave automobilistica che ruberà, certamente, anche un applauso a scena aperta.

Per realizzare l’automobbile “volante” Colorzenith ha utilizzato la stampante 3D di grand formato di Massivit, la più veloce sul mercato grazie a un sistema di estrusione a freddo che permette di depositare materiali fotopolimerici che vengono solidificati al momento attraverso laser UV. Grazie alla possibilità di costruire oggetti con dimensioni fino a 180 cm di altezza per 120 cm di profondità e di 150 cm di larghezza, il sistema permette di realizzare una vasta gamma di applicazioni, come allestimenti teatrali e fieristici, vetrinistica e decorazione di interni ed esterni, creazione di scenografie e pubblicità.

 

Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!