Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
Arte & Design

Un guscio stampato in 3D per il paguro senza casa

Image

La skyline di New York, i templi di Tokyo e Bangkok, i mulini a vento: alcuni dei landmark più riconoscibili della terra sono stati trasformati in gusci per alcuni fortunati paguri dalla giovanissima artista giapponese Aki Inomata, nell’ambito del suo progetto “Why Not Hand Over a Shelter to a Hermit Crab“, cioè “perché non dare un rifugio a un granchio eremita”?

I paguri in inglese si chiamano infatti granchi eremita perché non nascono con una conchiglia per proteggersi ma ne trovano una disabitata e se ne impossessano. A quanto pare i paguri non sono neanche particolarmente schizzinosi, anzi sembrano dei veri intenditori visto che sembrano apprezzare le stupende conchiglie stampate anche più di quelle naturali.

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!