Acquisizioni e partnershipIndustria

Ultimo tentativo di 3D Systems per fermare la fusione Stratasys-Desktop Metal

La società esorta gli azionisti a votare "no" alla transazione Desktop Metal il 28 settembre

0 Condivisioni

Come ultimo tentativo di fermare la prevista fusione tra Stratasys e Desktop Metal, 3D Systems ha consegnato un accordo di fusione firmato a Stratasys Ltd. Secondo 3D Systems, l’offerta vincolante offre agli azionisti un’alternativa certa e superiore alla prevista acquisizione di Desktop Metal da parte di Stratasys e potrà essere controfirmato da Stratasys in seguito alla risoluzione del suo accordo di fusione con Desktop Metal. 3D Systems esorta gli azionisti di Stratasys a “votare contro qualsiasi transazione Desktop Metal che distrugga il valore in occasione dell’Assemblea generale straordinaria degli azionisti (EGM) del 28 settembre 2023″.

Mentre è chiaro che la fusione con Stratasys sarebbe vantaggiosa per il consiglio di amministrazione di 3D Systems e probabilmente anche per gli azionisti della società, non è altrettanto chiaro come ciò potrebbe avvantaggiare Stratasys. 3D Systems accusa il board di Stratasys di essere “trincerato”. Tuttavia è comprensibile che questi non intenda cedere il controllo della società, accettando di essere sostanzialmente acquisito da un concorrente di dimensioni simili che ha performato meno bene negli ultimi anni . È improbabile che si ripeta un’operazione come la fusione Stratasys-Objet, in cui Stratasys ha acquisito Objet ma il management di Objet è rimasto al timone e ha continuato a prendere decisioni chiave. L’operazione Desktop Metal presenta dei rischi (così come tutte le operazioni di acquisizione di alto profilo nello scenario AM, basta chiedere a GE o Nikon) ma ha anche un potenziale significativo per lo sviluppo dell’adozione del mercato del getto di leganti metallici. Inoltre, Stratasys è uno dei primi investitori e partner di Desktop Metal, mentre molte delle sue tecnologie competono e si sovrappongono a quelle di 3D Systems.

Il Presidente e CEO Dr. Jeffrey Graves ha dichiarato: “Gli azionisti di Stratasys sono incredibilmente scettici riguardo alle recenti decisioni prese dal team di gestione e dal consiglio di amministrazione di Stratasys e rimangono profondamente preoccupati per una potenziale acquisizione di Desktop Metal. Infatti, dal rifiuto da parte di Stratasys della nostra ultima proposta all’inizio di questa settimana, abbiamo sentito direttamente un numero significativo di azionisti di Stratasys che ci hanno esortato a fornire loro un’alternativa. Stiamo ora facendo un’offerta vincolante che riteniamo valga più di 27 dollari per azione agli azionisti di Stratasys, comprese le sinergie. Notiamo che l’attuale prezzo delle azioni di Stratasys si sta avvicinando al minimo degli ultimi 10 anni, scendendo vicino a 12 dollari dopo il rifiuto della nostra proposta, che riteniamo stia iniziando a riflettere la valutazione del mercato della combinazione Desktop Metal”.

Il dottor Graves ha continuato: “Nelle nostre discussioni con Stratasys è apparso evidente che ci trovavamo di fronte a un consiglio di amministrazione radicato che era interessato solo all’apparenza di un impegno per placare gli azionisti in un’accesa gara per procura e si preoccupava poco di fornire il vero valore per quest’ultimi. Non c’è dubbio sul valore della nostra proposta, poiché Stratasys, anche nei suoi tentativi di dipingere negativamente la nostra offerta, ha affermato tra i 74 e gli 88 milioni di dollari di sinergie di costo previste, il che crea un valore significativamente maggiore per gli azionisti di Stratasys rispetto alla transazione Desktop Metal”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!